Capaccio Paestum, contro Scafati per riavvicinarsi alla vetta. Alfinito “Il gruppo la nostra forza“

È tornata alla vittoria lo scorso week end la Bcc Capaccio Paestum, che ha superato tra le mura amiche del Pala Olimpia, la PGS Don Bosco Napoli.

Una vera e propria boccata d’ossigeno per le ragazze di coach Di Mauro, che dopo le due sconfitte consecutive subite contro Salerno e Marigliano, ha ritrovato i due punti. Ora però l’attenzione delle cilentane è concentrata alla prossima gara, quella di sabato alle 16:30 al Pala Mangano di Scafati, contro le padroni di casa delle Givova Ladies.

Analizziamo con la guardia Giulia Alfinito il periodo che le cilentane stanno vivendo.

Giulia, due sconfitte consecutive sono state un brutto colpo per una squadra competitiva come la vostra. La vittoria contro Napoli rappresenta un primo segnale di ripresa? Come avete affrontato questo periodo?
“Più che una ripresa direi di riconferma, conferma di come le sconfitte subite, per quanto di fronte a delle buone squadre, siano state solo degli incidenti di percorso che ci hanno fatto riflettere e mettere in discussione e attraverso le quali abbiamo trovato maggiore senso di gruppo”.

Alle porte la gara contro le Givova Ladies Scafati, altro team ostico. Come la state preparando?
“Scafati è un’ottima squadra e questa gara sarà l’ennesimo banco di prova per il lavoro e l’impegno profuso durante la settimana, siamo quindi cariche e desiderose di esprimere la nostra pallacanestro.”

Cosa ti aspetti da te e dalla squadra per questo campionato?
“Non è il primo anno che gioco a pallacanestro e in questa categoria eppure ogni anno posso dire di portare a casa un’emozione nuova, diversa; le aspettative quindi sono alte. Dal mio team, invece, mi aspetto supporto e spirito di sacrificio. Siamo una squadra dalle ottime individualità che tuttavia attraverso il grande impegno durante gli allenamenti sta facendo del gruppo un punto di forza. Il tutto per raggiungere il migliore dei risultati.

Sarà dunque necessario tutto l’impegno e la volontà per portare a casa la vittoria, contro un’ostica formazione, che rappresenterebbe quindi un’ulteriore iniezione di fiducia.

di Federica Di Pace

 

Commenta
(Visited 41 times, 1 visits today)

About The Author