Capienza minima ai playoff: le prime reazioni

Il Consiglio Federale, riunitosi ieri, tra le varie decisioni ne ha presa una che ha scatenato non poche polemiche. Parliamo dell’introduzione del limite minimo di capienza per i palazzetti delle squadre che parteciperanno ai Playoff di Serie A, a partire dalla prossima stagione, ovvero 5.000 posti.

Raggiunti dalla Gazzetta dello Sport, hanno espresso la propria opinione i presidenti di Trento, Orlandina e Brindisi.

Luigi Longhi (Presidente Aquila Basket Trento):Può essere la giusta occasione per dare un lifting ad un palazzetto che ha quasi 20 anni d’età. C’è un progetto di ampliamento che va a coinvolgere anche la squadra di volley. Siamo due realtà importanti nei nostri sport e non credo vogliano farci emigrare. Quel che è certo è che in sei mesi non se ne farà nulla e spero in una proroga. Allo stato attuale delle cose, i playoff della prossima stagione credo si giocheranno a Verona“.

Enzo Sindoni (Presidente Orlandina Basket):Non capisco proprio una decisione del genere, è assolutamente lontana dalla realtà. Ma non sarà un decreto a farci fuori, e studieremo una soluzione insieme al Comune“.

Nando Marino (Presidente Enel Brindisi):Noi non vogliamo lasciare Brindisi. Ma ora tocca al Comune muoversi, davanti a questa nuova regola. Dal nostro punto di vista, è un’opportunità per dotare la città di un impianto degno di questo nome“.

Commenta
(Visited 82 times, 1 visits today)

About The Author