Capo d'Orlando, coach Di Carlo: "A Venezia per fare risultato"

Dopo il ko interno con Milano, la Betaland Capo d’Orlando sta preparando la trasferta di domenica a Venezia. Tramite l’Ufficio Stampa Betaland Capo d’Orlando, le parole del giovane Stojanovic e di mister Di Carlo.

Vojislav Stojanovic: “Quest’estate ho lavorato tanto, adesso sto bene e mi sento in fiducia. Le mie aspettative però riguardano solo il club e la squadra. L’anno scorso abbiamo chiuso la stagione al 13esimo posto e quest’anno vogliamo fare meglio. Se giochiamo bene nessuno può stabilire dove possiamo arrivare. I playoff? Perché no, dipende da noi. La notte dopo la gara contro Milano non ho dormito. Abbiamo sprecato un’occasione incredibile per battere i campioni d’Italia nella prima giornata del campionato e dimostrare a tutti cosa siamo in grado di fare. Se ci fosse stato anche Drake con noi fino alla fine sicuramente sarebbe stato tutto più facile, ma abbiamo giocato da vera squadra e tutti quelli che hanno giocato hanno fatto il loro, così quasi non abbiamo realizzato che ci mancava un giocatore importante come lui“.

Gennaro Di Carlo: “Non sono tanti i ragazzi di 19 anni con questa personalità e talento. Io cito sempre Alessandro Gentile quando parlo di lui. Gentile a 19 anni non aveva le responsabilità che ha lui da noi, qui è nel quintetto titolare e ci aspettiamo che piano piano ci aiuti a vincere delle gare. Bisogna essere paziente, ma sono convinto che si toglierà delle belle soddisfazioni quest’anno. Detto questo mi aspetto una partita brutta domenica, una partitaccia, perché vedete il nostro è uno sport strano. Io mi sono arrabbiato domenica perché realmente ci siamo giocati la partita contro una corazzata quale è Milano. Nel nostro sport non c’è pareggio, non sappiamo cosa succederà domenica. A Venezia l’Orlandina farà di tutto per vincere contro una squadra tosta che ha fatto quasi 100 punti fuori casa. Abbiamo di fronte una formazione di alto valore e questa sfida ci potrà dare l’idea della nostra consistenza fuori casa. Inoltre ci aiuterà a capire quanto cresciamo in situazioni di difficoltà, quasi non vedo l’ora di giocare. Non ho buon rapporto con il Taliercio, ho cattivi ricordi, spero di fare una buona gara in modo da riscattarci un po’. Non andremo in vacanza in Venezia, le proveremo tutte per fare risultato».

Commenta
(Visited 27 times, 1 visits today)

About The Author