Capo d’Orlando espugna Torino

La Betaland Capo d’Orlando vince sulla sirena espugnando il PalaRuffini di Torino per 69-71. A realizzare il canestro più importante è stato Simas Jasaitis, oggi top scorer con 18 punti, ma è stata una grande prova corale in cui tutti gli interpreti in maglia biancazzurra hanno lottato in special modo a rimbalzo.

Partenza stentata per la Betaland Capo d’Orlando, i padroni di casa che si portano avanti di 5 dopo 2’.

I biancazzurri reagiscono con due buone azioni difensive, Laquintana dopo la stoppata di Bowers su Mancinelli realizza una tripla, poi si mette in proprio Jasaitis ed è 7-7 al quinto. Giacchetti dalla media, Perl appoggia al vetro e poi nella successiva azione offensiva alza l’alley-oop per Oriakhi che sigla il primo vantaggio (9-11 dopo 6’). Due canestri dall’arco di Jasaitis danno il +4 alla Betaland (13-17 all’ottavo), ma risponde Dawkins con cinque punti di fila (18-17). Prima che finisca il primo quarto Tommy Laquintana va a segno da sotto per il nuovo controsorpasso: 18-19.

Due punti di Metreveli aprono la seconda frazione, Dawkins replica, ma arrivano i primi punti di Mario Ihring in Serie A: tripla per il playmaker classe 1998! La squadra di casa mette la testa avanti, ma è ancora il talento slovacco a realizzare sulla sirena dei 24 con un’altra bomba (25-27 al 14esimo). La gara è gradevolissima con le due squadre che si battono colpo su colpo. Oriakhi dimostra che non c’è solo la schiacciata nel suo bagaglio tecnico e con tre canestri di fila tiene avanti Capo (33-35). Mette la bomba Bowers, risponde Dawkins sulla sirena (seconda fortunosa realizzazione dei padroni di casa con il tabellona illuminato di rosso), ma prima dell’intervallo Jasaitis ristabilisce le distanze dall’arco: 36-40.

Al rientro sul parquet i primi due sono di Giacchetti, per la Betaland realizza Perl da fuori con un piede sulla linea dei tre punti. Mancinelli intercetta e vola in contropiede, ma Oriakhi mette a segno l’and 1 per il 42-45 al 24esimo. Realizza ancora Perl, ma Giacchetti e Miller permettono ai gialloblu di andare in vantaggio. Metreveli pareggia, Nicevic stoppa Mancinelli e poi riporta avanti Capo (49-51 al 29esimo). Ancora Nicevic sfrutta il mismatch con Miller, si gira sul perno e subisce fallo e in lunetta non sbaglia. Il terzo periodo termina sul 51-53. Metreveli prende la linea di fondo e sale fino al ferro per farmi immortalare nel poster mentre inchioda la bimane. Nicevic riceve sotto il ferro, segna, subisce il fallo e dà il massimo vantaggio all’Orlandina (+7, 51-58 al 32esimo). Subito dopo è Oriakhi ad aggiustare la statistica: +8 (52-60). Break dei padroni di casa che dimezzano il parziale, ma una buona difesa dei biancazzurri dà il la al contrattacco di Capo, Giacchetti si fa fischiare un fallo tecnico e l’Orlandina allunga ancora (56-63 al 36esimo). Il match è ora infuocato, i piemontesi con Giacchetti e Mancinelli tornano a un possesso di distacco (60-63 a 3’ dalla fine). Basile è lucido in lunetta, ma Giacchetti e Mancinelli spingono i gialloblu sul +2 (67-65). Oriakhi caparbio da la parità da sotto a biancazzurri, Jasaitis in lunetta a 23’’ dalla fine porta l’Orlandina avanti di 2 punti (67-69). Pareggia Miller, ma con 3’’ da giocare Jasaitis chiude il conto e dà la vittoria alla Betaland.

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author