Capo d’Orlando sbanca Varese sulla sirena

La Betaland Capo d’Orlando vince sul parquet dell’OpenJobMetis per 81-82 negli ultimi secondi di gara dopo aver condotto il match per larghi tratti. Determinante Jasaitis nell’ultimo quarto, immenso Ryan Boatright autore di una prova maiuscola da 31 punti, ma soprattutto eroe di giornata per aver realizzato nell’ultimo possesso utile il canestro della vittoria. Una gara vinta di talento dunque, ma soprattutto di cuore, dopo aver subito anche il ritorno dei padroni di casa (da -13 a +4) cui vanno i complimenti per non essersi mai disuniti.

CRONACA

OpenjobMetis Varese – Betaland Capo d’Orlando 81-82 (15-15)(38-43)(54-65)

OpenjobMetis Varese: Davies 14, Faye 10, Wayns 6, Varanauskas 2, De Vita ne, Wright 9, Campani, Kangur 13, Ferrero 16, Kuksiks 11, Pietrini ne. All: Moretti

Betaland Capo d’Orlando: Galipò G ne, Stojanovic 2, Basile ne, Ilievski 4, Laquintana 4, Nicevic 8, Boatright 31, Jasaitis 16, Munastra ne, Bowers 12, Oriakhi 5, Nankivil. All: Di Carlo

Coach Di Carlo deve rinunciare a Basile, a riposo precauzionale per via di un affaticamento muscolare e propone dall’inizio questo quintetto: Ilievski, Stojanovic, Jasaitis, Bowers, Oriakhi. Moretti risponde con Wright, Wayns, Kuksiks, Faye e Davies.

Primi due di Bowers dalla media, Varese si porta avanti 5-2 ma gli uomini Di Carlo reagiscono immediatamente: ancora Bowers, Stojanovic conquista palla in difesa, scappa in transizione e va ad appoggiare al tabellone, Jasaitis realizza da sotto ed è 5-8 dopo 5’. Il break 0-6 dei siciliani costringe coach Moretti a chiamare il primo time-out e la Betaland subisce il parziale 12-8. Di Carlo manda in campo Boatright che realizza subito dopo. Tripla per Faye, ma Boatright ne mette altri cinque e il primo quarto si chiude in pareggio (15-15). Nella seconda frazione la Betaland prova a correre con le gambe e il talento di Boatright e Laquintana, la guardia americana è già a quota 12 e porta Capo d’Orlando sul 17-24 al 13esimo. I padroni di casa costretti dalla difesa orlandina si affidano ai tiri da fuori. Ryan Boatright però continua lo show (18 punti in 9 minuti), Nicevic realizza dalla media, Laquintana dice presente e al 17esimo è 26-36 per la Betaland. Break dei lombardi, ma Boatright trova lo spazio per dare palla sul pick and roll a Nicevic e subito dopo raggiunge i 20 punti personali. Il gruppo di coach Moretti prova in tutti i modi a restare attaccato alla gara, è una gara fisica giocata anche sui nervi, all’intervallo si va sul 38-43.

Al rientro sul parquet Varese gioca con energia riportandosi a contatto (al 23esimo è 44-47). La Betaland domina a rimbalzo (15-33, alla fine saranno 30-46) e dopo 24’ è avanti di 6: 45-51. Wayns penetra e realizza due facili, Bowers e Boatright scuotono la retina dall’arco e Capo d’Orlando raggiunge il massimo vantaggio: +11, 49-60 al 29esimo. Ferrero prova a rianimare Varese, ma Jasaitis la mette dall’arco e Boatright riporta a 11 le distanza di vantaggio a fine terzo quarto (54-65). Il primo a realizzare nell’ultimo periodo è ancora Boatright che dà il +13 alla Betaland (54-67). Varese rimonta, l’Orlandina fatica in attacco e realizza solo con Jasaitis (73-74 a 4’ dalla fine). A rimbalzo vengono ravveduti gli estremi per fischiare il quinto fallo di Oriakhi che manda in lunetta Davies. Kuksiks dà addirittura il +4 a Varese, Jasaitis a 2’ dalla fine fa 2/2 (78-76). Ancora Wright per il possesso pieno di vantaggio, a 30’’ dalla fine Jasatis in lunetta porta a -1 i suoi (81-82). Wright gioca con il cronometro, ma sbaglia il tiro dall’altra parte Boatright con una magia dà la vittoria alla Betaland Capo d’Orlando.

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author