Capobianco e Ponticiello ospiti del Centro Tecnico Federale

Domenica mattina a Castelmorrone un’ulteriore occasione di confronto e arricchimento per il movimento campano
Centro Tecnico Federale, Capobianco e Ponticiello ospiti a sorpresa del raduno al Palamaggiò
Il responsabile squadre nazionali giovanili plaude al lavoro del Comitato Campano: “Ho visto qualità, intensità e grande collaborazione”. Coach Ponticello: “Grande impegno da parte di tutti, la Campania è un polmone pulsante per la pallacanestro italiana”
Il Centro Tecnico Federale è un progetto ambizioso che il Comitato Regionale della FIP diretto dal presidente Manfredo Fucile sta portando avanti con risultati lusinghieri. Quest’anno, sotto la responsabilità organizzativa del vice-presidente Renzo Lillo e grazie alla collaborazione di formatori e istruttori federali oltre che dello staff medico diretto dal Dottor Maurano, coinvolge nei suoi appuntamenti domenicali i migliori atleti della regioni per le annate 97-98 e 99-2000, ma anche allenatori e arbitri per quello che è un momento di formazione ed arricchimento globale per l’intero movimento. Domenica mattina l’appuntamento era al Palamaggiò di Castelmorrone, ospiti della JuveCaserta, e i 38 ragazzi convocati per la doppia seduta di allenamento hanno avuto una doppia sorpresa. In campo c’erano coach Francesco Ponticiello, che ha diretto eccezionalmente i “lavori”, e coach Andrea Capobianco, responsabile del settore squadre nazionali giovanili oltre che promotore delle giornate azzurre.
“Un’occasione particolare che mi ha confermato come anche in Campania si possa far davvero bene – dice coach Ponticiello -. Questa regione è un polmone pulsante per la Pallacanestro Italiana, e l’impegno con cui il comitato sta portando avanti un lavoro eccellente darà sicuramente i suoi frutti già nel medio periodo. Per quanto riguarda la mia presenza, è stato davvero un piacere poter contribuire, dare qualcosa ai ragazzi. Ma anche partecipare a quella che è stata una grande occasione di confronto. Si pensa spesso che questo sia un sistema a compartimenti stagni, invece ho trovato grande apertura e tanti stimoli condivisi”.
Soddisfatto anche anche Andrea Capobianco, ospite d’onore al Palamaggiò: “Soddisfatto per due motivi sostanzialmente – dice – innanzitutto perchè ho visto allenamenti di qualità ed intensità, ed un’ottima partecipazione delle società senza la cui collaborazione questo progetto non potrebbe andare avanti. E poi perchè la finalità dei nostri Centri Tecnici Federali è anche quella di mettere a confronto le varie realtà del nostro movimento, per una crescita di tutti, e a Caserta ho potuto incontrare anche arbitri, preparatori e allenatori che hanno lavorato con Claudio Barresi. Ho potuto dunque constatare l’ottimo lavoro effettuato dal nostro referente tecnico e dal suo staff, sia in campo che fuori”.
L’attività del Centro Tecnico Federale riprenderà il 1′ febbraio e andrà avanti con 3 appuntamenti mensili sia per il mese di febbraio che per il mese di marzo.
Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author