Carpedil, Dentamaro carica l’ambiente: “Dobbiamo e possiamo fare meglio!”

Perdere in casa di 27 punti ( 47-74 ndr.) contro Viterbo di una scatenata Ciavarella con 36 di valutazione e guardare con ottimismo al futuro?!

In casa Carpedil si può fare. Visto il verde progetto alla base delle ‘intenzioni 2015/2016’ del sodalizio salernitano, da sempre fucina di basket giovane e d’avvenire.

L’appuntamento è per sabato 17 ottobre alle 19, alla Palestra Severi di Castellammare di Stabia contro la CMO Stabia di coach Belfiore.

L’allenatore delle granata, Pietro Di Capua ha sempre predicato calma all’indomani della presentazione del roster; un mix tra di giocatrici creatosi in seguito dell’accordo con la PB63 Battipaglia dove sono arrivate ragazze che, unendosi ad altre giocatrici di proprietà Carpedil: “Il roster è valido tecnicamente, sotto ogni punto di vista, ma è giovanissimo, la più anziana ha 19 anni. Il nostro primo obiettivo è abituarle a giocare queste tipologie di partite che si vedono in serie A2, fisiche, tirate e tatticamente di spessore. Il progetto è buono anche a dispetto della disfatta casalinga contro Viterbo ma si punta alla salvezza!”

A prendere la parola è una delle reduci dell’annata scorsa, con la conquista di una insperata salvezza, la nazionale Under 18, Roberta Dentamaro. ‘Abbiamo pagato sicuramente l’emozione della prima partita e i pochi allenamenti fatti tutte insieme, credo fermamente che tramite il duro lavoro di squadra si ottengano i risultati perciò questa partita ci ha dato sicuramente l’input per fare meglio a partire dagli allenamenti, sappiamo di non aver dato quello che eravamo in grado di dare. Possiamo far meglio!’

Chiara Crispino

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author