Casa Euro Taranto, Cosenza sul premio “Bravo Coni”

“Questi riconoscimenti ci danno la forza per continuare”. Coach Leale: “Ko di Agropoli? Peccato per gli acciacchi”. E domenica contro Pescara giornata “TEDDY BEAR TOSS”

Un “Bravo” fa sempre piacere riceverlo. Specie il “Bravo Coni” immancabile appuntamento che chiude l’anno solare dello sport tarantino. Il Cus Jonico Basket Taranto è stato tra i protagonisti della serata di premiazione dell’ente sportivo provinciale tarantino. Vivendola quasi da padrone di casa in quel PalaMazzola che gestisce da oramai due anni e che è entrato nel novero dei fiori all’occhiello di un’annata che ha visto la società del presidente Cosenza portare a Taranto la Nazionale Italiana maschile di pallacanestro per la prima volta nella storia, nell’anno del suo quarantennale. Nella motivazione sono stati ripercorsi le 4 decadi basket cussino definite “Pure, incontaminate con gioie e sacrifici”.

A ricevere il premio non poteva che esserci il presidente Sergio Cosenza: “A prescindere dai ringraziamenti, interni alla società e allo staff tecnico ed esterni, alle persone che mi sono sempre vicino, aver ricevuto questo premio significa ancora una volta che stiamo facendo qualcosa di buono per il basket. Ci dà l’ennesima spinta, la forza per continuare a fare sport di livello in questa città nonostante le difficoltà. Un anno pieno di successi con la venuta della nazionale, i 40 anni, l’aver mantenuto la Serie B in un modo o nell’altro e l’ennesimo rinnovamento della squadra”.

Ed allora impossibile non chiedere un piccolo bilancio all’indomani della sconfitta, a testa alta, della Casa Euro Taranto al cospetto della capolista Agropoli. “Perdere di 16 non è stato un disonore – sottolinea Cosenza – visto che ci mancava una pedina importante (Sirakov, ndr). I ragazzi hanno dimostrato di volersi mettere in mostra seguendo coach Leale e tutto lo staff. Fino ad ora siamo soddisfatti dell’andamento del campionato. Dobbiamo chiudere al meglio il girone di andata per poter fare una seconda parte di stagione in crescendo”.

Sulla gara di Agropoli è tornato anche coach Leale nell’intervista concessa al sito ufficiale del Bk Agropoli: “Giudizio negativo perché abbiamo perso anche se giocavamo contro la prima della classe. Dispiace non aver giocato senza Sirakov e con qualche acciacco che ci siamo portati dal match con Catanzaro, vedi Salerno e De Paoli. Abbiamo provato a giocarcela buttando dentro gli under che hanno fatto bene. Agropoli è di una spanna sopra, ancora imbattuta. Faccio un applauso alla squadra per come si è comportata. Gli esterni hanno giocato bene, i lunghi hanno fatto il lavoro sporco e non era facile contro una squadra dominante fisicamente. Playoff? La voglia c’è, ci proveremo fino all’ultima partita con una squadra, ripeto, giovanissima ma fatta di giocatori eccezionali per abnegazione e impegno”.

E domenica prossima c’è Pescara al PalaMazzola (ingresso da via Venezia – biglietti già disponibili, fino alla palla a due delle ore 18). Per l’occasione anche Casa Euro Basket Taranto ha aderito all’iniziativa “Teddy Bear Toss” promossa su tutti i campi dalla LNP. Si tratta di una raccolta di beneficenza di matrice americana: tutti gli spettatori che verranno al PalaMazzola sono invitati a farlo portando con se un peluche/pupazzetto che dovrà essere lanciato in un particolare momento della partita. I giocatori in campo li raccoglieranno tutti e nei giorni successi verranno donati ai bambini ricoverati nei reparti di pediatria delle città. Un’altra ragione in più per esserci.

 

Luca Fusco ADDETTO STAMPA CASA EURO BASKET TARANTO

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author