Casa Euro Taranto, intervista a Gianluca Salerno

Casa Euro Taranto, si parte!

Intervista di Toni Cappuccio a Gianluca Salerno

Siamo alla vigilia dell’esordio del nostro Cus Jonico-Casa Euro basket nel suo 2°, consecutivo campionato di serie B – girone D.

Quest’anno è stato quello della svolta con un cambiamento in stile rivoluzione copernicana.

Nuovo l’organico di squadra,  con l’inserimento in pianta stabile dei migliori prospetti del fiorente vivaio della consorella Virtus: Paris Arcopinto, play; Daniele Bisanti, play-guardia; Domenico Bitetti, ala-centro; Giammarco Conte, play-guardia, Paolo De bellis, ala; Andrea Fortunato, ala-centro; Daniele Pentassuglia, ala-guardia; Gianluca Pannella, ala-guardia; Giovanni Stola, play.

Nuovi i senior, cosiddetti tali ma giovani virgulti degli anni ’90 che sono l’ossatura della squadra:

Ggheorghi (si legge così) Sirakov, play-guardia, bulgaro trapiantato in Italia dove ha fatto il percorso giovanile nella fucina del Rimini Crabs, mani calde ed in testa tanta materia grigia; Stefano Potì, salentino, ala di 1,92 cm., buon fisico e ottima mano dall’esterno ma utile anche sotto il pitturato, l’anno scorso fece bene a Martina;

Ludovico De Paoli, veneto di Feltre (BL) del ’92 di 2,07 cm. già con tanta esperienza in giro per l’Italia, di formazione in quell’autentica fucina di talenti che è la Stella Azzurra di Roma.

Come Marco Giancarli, play-guardia, cl. ’95 (..e già figlio di meccanico, diceva il comico).

Evidentemente alla Stella Azzurra sanno lavorare bene se riescono a sfornare tanti talenti.

Abbiamo completato il roster? Noooo! Ne manca ancora uno!

Il “superstite” della passata, tribolata,  stagione: GIANLUCA SALERNO da Taranto, play ormai collaudato, sponda De Florio, molto giovane ma da oggi già senior, da noi detto il “traghettatore” dalla “tarantinità della stagione scorsa all’italianità dell’attuale. Il presidente Cosenza & company hanno anche scelto bene il momento, non solo per il valore del ragazzo ma anche per suggellare concretamente la nascita del triumvirato DEVIRTCUS.

“Ovviamente sono contento di essere stato confermato nel nuovo Cus per una nuova stimolante avventura in un campionato importante come la serieB. Sono anche felice che le tre società, Cus, De Florio e Virtus abbiamo coronato il sogno di stare tutte insieme appassionatamente per far crescere il basket nella nostra città ed essere un importante punto di riferimento per l’intera provincia. Insieme si può fare molto di più per far crescere i ragazzi. Io vengo dalla sponda De Florio, attraverso un po’ di Libertas ed infine al Cus “vecchio” e nuovo.”

Ancora così giovane ma hai un carico di responsabilità non da poco?

“E’ vero ma sono consapevole di questo. Non sono più under ma senior e ciò vuol dire che ho dimostrato di poterci essere, senza falsa modestia. Con i nuovi mi sono già trovato molto bene. Sono tutti ragazzi, come me, molto motivati e vogliosi di fare bene in un campionato difficile  come questo di serie B. Sarà una bella avventura con un punto fermo: coach Nicola Leale”.

Anno nuovo, vita nuova e gioco nuovo, comunque. C’è da correre e segnare di più stavolta?

“Il tasso giovanile del nuovo roster porta , indubbiamente, freschezza atletica e tanta corsa in più rispetto alla stagione scorsa, anche grazie ai due allenamenti giornalieri previsti che prima non si possono tenere a causa di motivi di lavoro di più di qualcuno del vecchio roster. 

La corsa e l’atletismo saranno due armi che ci permetteranno di bucare le difese avversarie con la transizione offensiva più veloce, prima che le stesse, anche più forti fisicamente, possano risistemarsi. Queste dovrebbero essere le nostre armi, anche perchè ci sono formazioni con giocatori di notevole spessore fisico, rispetto a noi che siamo un po’ più leggerini.”

A proposito, tu non sei proprio un gigante rispetto all’immaginario collettivo. Il tuo ruolo da play non lo richiede ma esso richiede ben altre doti che forse i lunghi non possiedono, pur avendone altre. Qual’è la tua opinione in proposito? La cosa, in effetti, mi intriga non poco!

“Può essere una difesa di parte ma noi “meno alti” siamo più forti, più agili, vediamo meglio il gioco, riusciamo a nasconderci meglio ed a rubare meglio i palloni. Non a caso il nostro ruolo è quello del play, del regista che dirige il gioco ed il traffico. Un compito davvero arduo che richiede un notevole dispendio di energie psicofisiche. Il gioco, però, vale la candela”.

Chissà come la prenderanno i tuoi nuovi amici più “lunghi”! Si scherza naturalmente ed il buonumore, secondo me, deve essere anche una buona caratteristica di squadra e di “spogliatoio”.

In conferenza stampa ti sei lanciato nel volere fortemente i play off, quest’anno. Ne sei cosciente?

“Certo! Siamo una buona squadra con tanti giovani con la voglia di crescere, di emergere e di farsi apprezzare. Quale migliore miscela per puntare ad un traguardo diverso dall’anno scorso?

Dobbiamo partire con il piede giusto, da subito e cercare di vincere più partite possibili.

Sono molto fiducioso perchè, ripeto, siamo un bel gruppo che s’impegna molto. 

Sarebbe un sogno da far diventare realtà conquistare i play off. Ricordo ancora con piacere la bella cornice di pubblico nei play off di due stagioni fa in serie C. Vorrei che il palaMazzola si riempisse ancora così perchè noi giocatori sentiamo forte il suo incitamento.”

Ormai conosci il campionato e le squadre che lo compongono. Che opinione ti sei fatto?

“E’ molto duro e quest’anno ancora di più. Ci sono almeno 4/5 squadre ben attrezzate che puntano al salto di categoria. Noi siamo un punto interrogativo. Dobbiamo riuscire a giocare sempre molto concentrati per sviluppare il nostro tipo di pallacanestro, così come vuole coach Leale  cercando di avere meno cali di tensione durante l’arco dei 40′. Sono sicuro che così giocando potremo fare veramente bene ed offrire un buon spettacolo ai nostri tifosi.”

Ad un giovanotto così saggio e coscienzioso ed orgoglioso della sua canotta rossoblu e della sua città, cosa si vuol dire se non “buon viaggio sul treno veloce per raggiungere i play off ed a tutti i suoi compagni di avventura: FORZA RAGAZZI, SIAMO CON VOI!!!!

Buon basket a tutti.

Toni Cappuccio         

Luca Fusco ADDETTO STAMPA CASA EURO BASKET TARANTO

e-MAIL stampacusjonico@gmail.com

PAGINE FACEBOOK UFFICIALI: 

Cus Jonico Basket Taranto

Virtus Taranto

SITI WEB www.virtuspallacanestro.it

Commenta
(Visited 181 times, 1 visits today)

About The Author