Casa Euro Taranto, Malfatti: “Preferisco vincere, non segnare tanti punti”

Venti punti contro Ortona, 25 a San Severo ma zero punti in classifica. Non si consola per niente Luca Malfatti del titolo “platonico” di top scorer di Casa Euro Basket nelle prime due partite di campionato perse dai rossoblu. Lo dice lui stesso: “A livello personale posso dire di essere contento fino a un certo punto perché anche se ho fatto più punti nelle prime due partite conta poco quando le perdi entrambe…”

Due sconfitte, due avversari tosti come Ortona e San Severo destinate a lottare per i vertici della classifica. Malfatti analizza così la gara nel foggiano: “Siamo partiti molto bene ed il primo quarto infatti lo abbiamo chiuso in vantaggio purtroppo nel secondo quarto non siamo stati capaci di fermare il loro parziale e si sa, quando giochi in campi così caldi come quello di San Severo, la squadra si fa trasportare dal pubblico e viceversa ed è stato quasi impossibile riprenderli”.

Ma così come contro Ortona il Cus Jonico ha dato ampi segnali positivi che fanno sperare per il futuro, anche quello immediato: “Le cose negative finora secondo me sono stati i risultati anche se poi sono quelli che contano ma credo che la squadra stia esprimendo un buon gioco, buoni segnali da tutti i punti di vista senza dimenticare che abbiamo cambiato l’allenatore a pochi giorni dall’inizio del campionato ma siamo già un buon punto nell’assimilare gli schemi del nuovo coach e credo che, anche se a tratti, si sia visto nelle prime due partite, giocate comunque, va detto, contro due squadre fortissime”.

Il centro toscano rimarca la priorità della squadra a quella personale: “Per il resto va tutto bene: l’intesa con i compagni c’è, mi trovo bene con gli schemi, adesso speriamo solamente arrivino i risultati magari già a cominciare da domenica”.

Quando al PalaMazzola arriverà Vasto: “Sulla carta – sottolinea Malfatti – è un avversario sicuramente più abbordabile, più alla nostra portata in questo momento, rispetto a San Severo e a Ortona ma questo non significa che dobbiamo metterci meno impegno; sbloccare la classifica e fare i primi due punti magari davanti al nostro pubblico per noi è di fondamentale importanza”.

Ed allora non resta che chiamare a raccolta tifosi e appassionati: domenica, ore 18 al PalaMazzola (biglietti e abbonamenti disponibili nel palazzetto di via Venezia in ore d’ufficio).

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author