Cassino batte Teramo senza troppi patemi ed è pronta alla sfida contro San Severo

Nell’ultima giornata del campionato nazionale di Serie B, edizione 2016-17, girone C, la Virtus rossoblù supera anche l’ultimo ostacolo prima della post – season, Teramo. Lo fa con una prestazione davvero convincente e Vettese nell’ultima apparizione davanti ai suoi tifosi porta a referto tutti i giocatori a sua disposizione. Una bella soddisfazione per il coach rossoblù che può festeggiare insieme alla Società, presieduta da Donatella Formisano, anche il record di punti in classifica per la Virtus Cassino al termine della regular season in un campionato nazionale.

“42 punti in graduatoria, frutto di 21 vittorie ci pongono a ridosso delle prime a soli 4 punti dalla seconda in classifica” ha commentato a fine gara il massimo dirigente della BPC, la dott.ssa Donatella Formisano “è un grande risultato. Devo dire che il consuntivo di fine stagione ci premia senza alcun dubbio, abbiamo lavorato bene noi dietro la scrivania e la squadra con i tecnici giorno dopo giorno sul campo. Adesso ci attende la terza post season consecutiva in tre anni di B e lo faremo con la serenità necessaria per essere determinati a fare bene” conclude la presidentessa del sodalizio della Città Martire.

La squadra ospite era giunta al PalaVirtus di Via De Feo a Cassino con l’obiettivo di sbancare la casa dei lupi virtussini e quindi agguantare l’ultimo posto disponibile per la post season che inizierà nel prossimo weekend.

Era pertanto una squadra consapevole di giocarsi un obiettivo importantissimo per la stagione che vedeva ai titoli di coda la regular season. La Virtus Cassino invece aveva un obbligo: quello di alimentare la speranzella di agguantare in extremis l’ultimo posto in graduatoria sul podio, il posto più in basso, ovvero quel quarto posto che alla vigilia era appannaggio di Valmontone.

“La Virtus Cassino ha portato a termine il proprio compito che era quello di chiudere bene la stagione regolare” avrebbe poi commentato a fine gara il DS dei rossoblù, il dott. Leonardo Manzari “non tanto per sperare che i nostri competitor per il quarto posto, la Virtus Valmontone, potesse incappare in un passo falso interno con la Stella Azzurra Roma, quanto per perfezionare il più possibile il percorso di crescita in vista della post season. Dobbiamo dire che il nostro obiettivo lo abbiamo raggiunto e siamo felici di ciò. Sapevamo dallo scorso mese di febbraio che il restyling della nostra formazione avrebbe comportato una fase di assestamento inevitabile per la ricerca dei nuovi equilibri interni. Raggiunti? Spero di sì, adesso però godiamoci per qualche ora questo esito della regular season che conferma  quanto di buono fatto in primis dallo staff tecnico e poi dai nostri ragazzi che sono stati davvero bravi a scrivere una nuova pagina storica della Virtus Cassino” conclude il direttore sportivo dei cassinati.

La gara.

Partono forte gli ospiti ed al quinto minuto di gioco si portano sul 10 a 2 in proprio favore grazie ad una tripla di Angelini che costringe Luca Vettese a parlarci sopra. Si deve però essere onesti, la Virtus non aveva approcciato male alla gara, aveva sin qui costruito bei tiri aperti ma il canestro era tappato per le conclusioni di Petrucci e soci. E allora il coach dei benedettini aveva, giustamente, voluto parlarci sopra. Da questo momento la Virtus piazza un break, un primo break devastante 16 a 8 nei restanti minuti della prima frazione che si chiude sul 18 pari.

La seconda frazione si apre sotto il segno di Simone Bagnoli che mette il sigillo sul primo sorpasso rossoblù, 20-18.

E qui bisogna inevitabilmente sottolineare la prestazione monstre del pivot cassinate. 10 su 10 da due e ben 18 rimbalzi e 42 di valutazione, tripla doppia per il lungo della Città Martire che realizza questo capolavoro in soli 25 minuti sul parquet.

La Virtus inizia il lavoro ai fianchi dell’avversario. Con l’andatura del passista scalatore stacca progressivamente gli ospiti ed a meno di due minuti dalla sirena di metà partita Renato Quartuccio con una incursione delle sue che piazza il colpo del + 10 per i padroni di casa , 42-32 .

E’ il segnale della riscossa rossoblù.

In un minuto e venti la Virtus si scatena , in rapida successione ancora Quartuccio, poi Del Testa e quindi Petrucci ed infine per terminare con il “Gringo” Birindelli che sulla sirena piazza il colpo del 50 a 32.

E qui finisce la gara in termini numerici.

La terza frazione e la quarta frazione saranno appannaggio della squadra padrone di casa con l’identico punteggio 22 a 19 per ognuno dei due minitempi.

Nella terza frazione i rossoblù toccano il massimo vantaggio con la tripla di capitan Del Testa su assist di Lorenzo Panzini, con 2 minuti e 10 secondi da giocare, 68 a 45.

La frazione si chiude con una spettacolare stoppata di Bagnoli su Rubbera, 72-51.

Trovano spazio tra i padroni di casa anche i giovani Serra e Guglielmo nella quarta ed ultima frazione di gioco. La BPC continua a macinare gioco e canestri. Incursione di Del Testa in area avversaria e il tabellone segna 77 a 51, massimo vantaggio per i padroni di casa.

Ma non è finita; intensità difensiva pazzesca ed ennesima palla rubata. Del Testa dall’arco è implacabile, + 29, 80 -51 per il boato del PalaVirtus al terzo minuto di gioco dell’ultimo quarto.

Siamo ai titoli di coda. La gara non ha più nulla da raccontare.

La BPC Virtus Cassino dunque è quinta, anche perché da Valmontone giungono le notizie della vittoria dei padroni di casa e quindi gli uomini di coach Luca Vettese se la vedranno con la Cestistica San Severo.

Prima gara dei quarti di playoff sabato 29 aprile alle ore 21.00 a San Severo.

 

 

 

BPC Virtus Cassino – Teramo 94-70

Parziali : 18-18, 32-14, 22-19, 22-19

BPC Virtus Cassino : Simone Bagnoli 24 (10/10, 0/0), Gianluca Valesin 20 (6/7, 2/5), Maurizio Del Testa 14 (2/4, 3/3), Nicolò Petrucci 9 (2/4, 0/2), Biagio Sergio 8 (3/6, 0/2), Duilio Ernesto Birindelli 6 (1/5, 0/1), Renato Quartuccio 5 (2/3, 0/1), Lorenzo Panzini 3 (1/1, 0/4), Fabio Guglielmo 3 (1/1, 0/0), Filippo Serra 2 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 23 / 28 – Rimbalzi: 41 7 + 34 (Simone Bagnoli 18) – Assist: 28 (Renato Quartuccio 7)

All. Luca Vettese

Teramo : Papa 13 (5/10, 1/2), Salamina 12 (2/3, 2/7), Tomasello 11 (2/7, 0/0), Lagioia 9 (2/7, 1/4), Angelini 8 (1/1, 2/5), Nolli 6 (0/0, 2/4), Lucarelli 6 (3/4, 0/1), Rubbera 5 (1/4, 1/2), Gaeta 0 (0/1, 0/4), Oliverio 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 11 / 20 – Rimbalzi: 25 7 + 18 (Tomasello 14) – Assist: 10 (Salamina 4)

All. Piero Bianchi

Commenta
(Visited 38 times, 1 visits today)

About The Author