Cassino contro la Tiber suona la “nona sinfonia”

“Era una partita che nel pre-match temevo particolarmente”. Così esordisce nel post-gara il Direttore Sportivo della Virtus Cassino, Leonardo Manzari, e al cospetto difatti di un avversario come quello tiberino, gli uomini di Vettese non potevano di certo dormire sonni tranquilli. La Virtus, però, con la freddezza e con la tranquillità della grande squadra, ha saputo mantenere i nervi saldi anche difronte alle difficoltà relative alla preparazione del match, difficoltà che però la società della presidentessa Donatella Formisano, ha saputo tramutare in energia positiva per archiviare subito la pratica sul parquet.

Si chiude, così, un anno positivo e pieno di soddisfazioni per i colori virtussini, con una striscia vincente ancora aperta di nove vittorie consecutive e con il record di punti nel girone di andata (22 , mai la Virtus in Serie B aveva raggiunto questo traguardo). Si spengono, dunque, le luci del Palazzetto della città martire per queste festività natalizie e la Virtus si porta a casa nuovamente due punti, sconfiggendo per 88-60 i ragazzi di coach Polidori.

Passando alla cronaca del match, Cassino parte subito bene con Carrizo e Panzini a guidare i loro compagni, con nove punti a testa, ed un 3/3 da 2 punti il primo, ed un 3/3 da 3 punti il secondo, che consentono alla Virtus di teminare in vantaggio di 9 lunghezze la prima frazione di gioco, 26-17.

I ragazzi in maglia bianca con sul petto la “V”  rosso e blu, eseguono alla perfezione il piano partita sulle due “bocche da fuoco” romane, Bertoldo e Ricciardi, non consentendo loro di entrare in partita con le.convlusioni dalla lunga distanza. Del Testa, Petrucci e di nuovo Panzini, difendono senza che si possa pretendere di meglio, mentre sull’altro lato del campo Bagnoli rincomincia ad essere incontenibile, scrivendo all’intervallo lungo 13 punti  a referto. Si va negli spogliatoi sul risultato di 48-33 sempre per le “V” rossoblù.

Si rientra in campo, e la Virtus non sembra essere per niente sazia, rincominciando a colpire a suon di canestri l’avversario, lì da dove aveva finito. A lasciare un segno questa volta, sono la coppia di lunghi virtussini, Sergio-Cena, che realizzano 20 dei 29 punti del solo terzo quarto, dominando fuori e dentro il pitturato. Prima dell’ultimo quarto, c’è spazio ancora per capitan Del Testa, che con un gioco da tre punti e una bomba da oltre l’arco dei sei e settantacinque, porta a 31, le lunghezze di vantaggio al mini-intervallo della squadra cassinate (77-46).

Nell’ultima frazione, c’è spazio per tutti, ma la Virtus non vuole saperne di mollare la corda. La panchina produce alla fine del match ben 29 punti, anche con un ottimo Fabrizio De Ninno da 7 punti, che tra gli under cassinati appare il più pronto nel match a lasciare il segno, per una formazione che incomincia finalmente a respirare aria di alta classifica.

Cala il sipario, allora, sul match del  PalaVirtus, ed il tabellone recita 88 Virtus Cassino – 60 Tiber Basket Roma.

“Alla fine del girone di andata possiamo tracciare un bilancio decisamente positivo, e solo i cinque minuti finali di Barcellona ci hanno separato dalle Final Eight di Coppa Italia di Jesi” prosegue il DS, Leonardo Manzari.

“Alla luce dei fatti, la differenza tra noi e le capoliste, l’ha fatta unicamente gli scontri diretti. Ci troviamo adesso tra le prime quattro del girone e non dovremo assolutamente abbassare la guardia.

Questa sera c’è stata una prova di squadra corale sublime. Un approccio alla gara meraviglioso, ed un terzo quarto di grande spessore; insomma, sono davvero soddisfatto dei miei ragazzi questa sera. Dopo 3-4 mesi di lavoro incessante e 8 vittorie consecutive, poteva essere preventivabile un  fisiologico calo di tensione, e la voglia dei ragazzi di tornare dalle loro famiglie per le festività natalizie poteva rappresentare una  delle componenti che erano in grado di condizionare in negativo,per noi, la gara.

I lupi virtussini, però, questa sera ci hanno mostrato la loro determinazione e assoluta convinzione verso l’obiettivo che ci siamo prefissati ad inizio anno, a dimostrazione del lavoro certosino e scrupoloso che lo staff tecnico sta portando avanti dall’inizio dell’anno, nonostante le avversità che hanno caratterizzato il nostro avvio di stagione.

Spero di iniziare l’anno nuovo, come abbiamo finito quello che oramai sportivamente ci siamo lasciati alle spalle”.

Sugli altri campi, Barcellona consolida il primato in classifica contro Patti, mentre Palestrina sconfigge nello scontro diretto per la qualificazione alla Coppa Italia di marzo, Salerno, che scivola così in quinta posizione. Valmontone supera dopo un tempo supplementare Venafro e Cagliari chiude l’anno in maniera positiva contro la Stella Azzurra Roma, chiudendo in questo modo un periodo nero che andava avanti da alcune settimane. Infine, Costa D’Orlando batte Catanzaro, Battipaglia piega la Luiss e Scauri ha la meglio per 12 lunghezze di Isernia.

Conclusosi il girone di andata, adesso si rincomincerà con quello di ritorno, e  per i sostenitori rossoblù, l’appuntamento è di nuovo al PalaVirtus il 6 gennaio 2018 alle ore 18:00. A Cassino è attesa la blasonata Virtus Valmontone.

BPC Virtus Cassino – Tiber Basket Roma 88-60 

Parziali: 26-17, 22-16, 29-13, 11-14

BPC Virtus Cassino: Enzo Cena 15 (3/5, 3/8), Biagio Sergio 15 (4/5, 2/5), Simone Bagnoli 13 (6/13, 0/0), Manuel Carrizo 11 (3/4, 1/2), Lorenzo Panzini 9 (0/3, 3/5), Maurizio Del Testa 9 (3/4, 1/3), Nicolò Petrucci 9 (0/0, 3/4), Fabrizio De Ninno 7 (2/2, 0/1), Giuseppe Di Poce 0 (0/0, 0/0), Robert Banach 0 (0/0, 0/0), Fabio Guglielmo 0 (0/1, 0/1)

Tiri liberi: 7 / 9 – Rimbalzi: 38 7 + 31 (Simone Bagnoli 8) – Assist: 23 (Maurizio Del Testa 7)

All. Vettese; Ass. Incelli

Tiber Basket Roma: Bertoldo 11 (5/8, 0/5), Valentini 11 (4/9, 1/2), Ricciardi 10 (4/6, 0/3), Napolitano 8 (1/3, 2/2), Perna 6 (2/6, 0/1), Reali 5 (1/1, 1/4), Padovani 2 (1/1, 0/2), Dal Aasso 2 (1/2, 0/2), Serrano 2 (1/2, 0/2), Frisari 2 (0/2, 0/0), Moretti 1 (0/2, 0/0), Galli 0 (0/1, 0/1)

Tiri liberi: 8 / 11 – Rimbalzi: 35 10 + 25 (Valentini 10) – Assist: 15 (Ricciardi, Napolitano 3)

All. Polidori

Commenta
(Visited 35 times, 1 visits today)

About The Author