Cassino ospita il raduno della nazionale over 60

Appuntamento a livello nazionale per la casa del Basket Cassino, domenica 9 febbraio dalla mattina il parquet cassinate sarà calcato dagli atleti della Nazionale Italiana Golden Players over 60. Il raduno servirà per visionare atleti che poi completeranno la rosa dei selezionati che rappresenteranno l’Italia ai prossimi campionati europei di categoria che si terranno a Malaga in Spagna nel prossimo giugno 2020.
L’energico presidente Virgilio Marino, fondò il movimento in Campania, da allora sono oltre 200 gli iscritti pronti sempre ad organizzare tornei e manifestazioni con attestati di stima da parte delle istituzioni e dei tanti appassionati ed ex giocatori. Uno di questi coach Mimmo Biello, da sempre molto vicino al movimento ha ottenuto la disponibilità dell’impianto sportivo cassinate grazie alla lunga amicizia con i presidenti Longo & Pagano.
Al raduno parteciperanno i reduci dell’ultimo campionato mondiale di categoria svoltosi a Helsinki, Virgilio Marino il capitano, Piero Giani, Antonio Gallucci, Giuseppe D’Orsi, Giuseppe Papa, Paolo Bonistalli, Valerio Malanima, Claudio Mele, Carlo Sigillo, Nando Starace, Silvio Donadoni a cui si affiancheranno i vari, Bonito, Prestisimone, Spezzaferro, Andolfi, Dolcetti, Spaccaforno, Vitali, Riscolo ed altri coach del raduno sarà Renato Bonanno.
Lo stesso presidente Marino ringrazia gli sponsor che contribuiscono in maniera importante affinché questo movimento sia in costante crescita, Crisalide Competence Center del professor Mario Migliulo e Motoshop 2000 del gruppo De Michele, che credono in questo mondo da sempre, altre realtà commerciali si stanno avvicinando a questo movimento grazie all’enorme visibilità e bontà del progetto che coinvolge oramai quasi tutta Italia e tanti atleti di spessore del Maxibasket.

Max Marzilli

A.D.BASKET CASSINO 

Commenta
(Visited 61 times, 1 visits today)

About The Author

Martino Ruggiero Nato a Taranto, trasferito a Roma tre anni fa per inseguire il mio sogno e per studiare Giurisprudenza, 21 anni. Seguo qualsiasi sport da quando sono nato. Per la pallacanestro ho fatto il giocatore, l'allenatore e il telecronista ma i tasti più consumati del mio telecomando sono quelli che mi portano al calcio. Amante delle storie sportive, da raccontare, da leggere e da ascoltare. Appassionato di viaggi, non conosco un stato d'animo diverso dall'ottimismo.