Cassino, parte l'assalto alla Cuore Basket Napoli

La domenica della sfida tra la capolista del girone C del Campionato Nazionale di serie B , la detentrice della Coppa Italia, quella Cuore Azzurro Napoli Basket che tanto bene sta facendo e tanti risultati sta raccogliendo a capo di una stagione perfetta e la quinta della graduatoria stagionale, quella BPC Virtus Cassino che cerca di costruirsi una propria identità. Infatti la squadra allenata da coach Luca Vettese si può senz’altro definire come la bella del reame ancora incompiuta.

La partita sarà valida per la ventisettesima giornata della regular season 2016-17 e quando mancano oramai solo 160 minuti effettivi di gioco al termine di questa avvincente stagione regolare tutto è ancora da decidere , dal primo all’ultimo posto in questo splendido ed avvincente girone C della terza serie nazionale.

Infatti dopo il turno infrasettimanale sono rimaste invariate le prime due posizioni di classifica, appannaggio di Napoli, appunto , e Valmontone. Al terzo posto invece si è divisa la coppia Barcellona – Palestrina. Palestrina infatti dopo aver vinto in casa contro la Vis Nova Roma, è stata sconfitta a Cassino, proprio nella tana dei lupi rossoblù, per 92 a 78. Lupi rossoblù che hanno confermato come al PalaVirtus della città martire sarà difficile passare per chiunque.

Barcellona invece seppur soffrendo ha vinto per 71-69, in casa, contro la coriacea Patti.

Napoli, la Napoli dei canestri invece ha mantenuto la leadership sconfiggendo Teramo tra le mura amiche del PalaBarbuto.

Tutto quindi ancora da decidere in zona playoff dove sono possibili potrebbero essere innumerevoli combinazioni in quella che sarà la graduatoria finale. Infatti Catanzaro , a 26 punti, si trova nel guado, tra la coppia Tigers – LUISS appaiate a quota 28, ed il terzetto formato da Teramo, Cefalù e Scauri, a quota 24, attualmente ottavi.

In considerazione di questa classifica, la prossima giornata sarà un autentico snodo cruciale, con tantissimi scontri diretti destinati a ridisegnare la classifica nella zona alta ed in quella playoff. Ci sarà dunque una posta in palio alta in Napoli – Cassino e Palestrina – Barcellona, mentre Catanzaro cercherà di rimanere incollata all’ottavo posto , opposta come sarà ad una Valmontone che invece, dal canto suo sarà pronta ad approfittare degli incroci di alta classifica.

Napoli – Cassino dunque.

Gli artefici di questo capolavoro partenopeo sono sicuramente la dirigenza con il presidente Ruggiero in testa e lo staff tecnico capitanato da coach Ponticello. L’allenatore non è nuovo a capolavori del genere. Dopo la sfortunata gestione del finale di stagione dello scorso anno in A2 a Matera , team biancazzurro che il coach campano aveva guidato dal 2009 al 2012 in Divisione Nazionale A, il coach campano è stato chiamato sotto il Vesuvio per guidare la Cuore Azzurro Napoli. Durante la sua carriera, Ponticiello ha tra l’altro guidato la Pallacanestro Sant’Antimo, squadra del suo paese d’origine, ad una serie di promozioni con un avventura durata nove anni che ha portato la squadra dalla Serie D alla B1.

Dopo alcune stagioni in B1 e DNA, di cui tre a Matera, il coach ha guidato le panchine di Viola Reggio Calabria e Scafati Basket, in A2 Silver dal 2012 al 2015.

Ponticiello è riuscito con una sapiente opera di lavoro quotidiano a costruire un team vincente che è a un passo dal sogno della serie A2 dopo aver conquistato la Coppa Italia nazionale all’inizio di marzo .

Come ebbe a dichiarare qualche giorno fa ad una testata giornalistica napoletana (Il Napolista, ndr)  a proposito della Coppa Italia vinta che rappresenti solo l’inizio di una cavalcata fino all’A2 come sperano i tifosi partenopei  non parlategli di miracolo: «Non è un miracolo! Non parlatemi di miracolo. C’è del lavoro dietro. Quando succede qualcosa di bello in questa città, deve essere per forza un miracolo, ed invece in questa città ci sono energie, uomini, capacità, talenti, che sono in grado di fare grandi cose».

La particolarità del Cuore Azzurro Napoli è la totale dedizione alla maglia, la motivazione e la fame che rende gli interpreti tutti uniti verso un obiettivo tanto storico quanto a portata di mano: «Quando abbiamo costruito la squadra” continua coach Ponticello ”abbiamo cercato giocatori con queste caratteristiche. Motivati e vogliosi, ma anche da un punto di vista tecnico, capaci di giocare in più ruoli. Infatti tutti nel nostro sistema possono tranquillamente giocare in più posizioni, pensa che una volta Ronconi ha giocato da cinque! Falso cinco».

Ecco dunque il credo ponticelliano . E la Virtus Cassino andrà nella fossa dei leoni a sfidare la corazzata partenopea.

La partita vista la concomitanza con l’evento calcistico di Serie A , Napoli – Juventus , per motivi di ordine pubblico è stata anticipata alle ore 17.00. L’incontro sarà diretto da una coppia inedita per la Virtus . Arbitreranno infatti Giovannetti Giulio di Rivoli (TO) e De Biase Stefano di Udine (UD).

Appuntamento al Pala Barbuto di Napoli alle ore 17.00 di domenica prossima 2 aprile per gli amanti della pallacanestro della Terra di San Benedetto.

Commenta
(Visited 63 times, 1 visits today)

About The Author