Cassino scrive una pagina storica: è semifinale playoff. Sbancata San Severo 79-72

 

Una Virtus Cassino da sballo, una Virtus Cassino con il DNA delle grandi squadre sbanca il parquet del “Falcone & Borsellino” di San Severo e conquista per il secondo anno consecutivo la semifinale dei playoff del Campionato Nazionale di Serie B.

Adesso la semifinale sarà Cuore Azzurro Napoli – BPC Virtus Cassino nel Tabellone C di questi playoff targati 2017.

79 a 72 il risultato finale di gara 3 in terra pugliese per il Cassino, per un team sul quale, alzi la mano chi è pronto a sostenere il contrario, nessuno avrebbe scommesso un centesimo di euro alla vigilia di gara tre.

Quel team invece è sceso in campo con la tenacia e la spavalda certezza di poter dire la sua anche in terra pugliese.

“Abbiamo dato il massimo sul parquet ed ovviamente questo si è visto se il risultato è stato così” ha dichiarato a fine gara raggiante coach Luca Vettese “Volevamo a tutti i costi questa vittoria anche per ripagare i tifosi che sono venuti fin qui per sostenerci in numero impressionante per la realtà che rappresentiamo. Ripeto ci tenevamo tantissimo, la nostra avventura non poteva assolutamente finire qui, ai quarti di finale. Ma la cosa bella è che abbiamo preso consapevolezza che questa squadra può arrivare lontano solo facendo quello che tutti insieme abbiamo fatto stasera. San Severo è una squadra arcigna, tosta e soprattutto molto ben guidata e ben allenata da un grande allenatore. Ci ha messo in grande difficoltà. Giocare un playoff in una serie a tre, tra due squadre che non si conoscono non era certamente cosa molto semplice. Lo si può constatare anche dai risultati che provengono dagli altri tabelloni (la Virtus Cassino è inserita nel Tabellone C, ndr) di questi playoff che si giocano per il primo anno con questa formula. Ha messo tutti in grande difficoltà questa regola di far incrociare i gironi. Tornando alla gara di stasera siamo stati bravi a rimanere uniti soprattutto in occasione dei due break che abbiamo subito. Quei parziali avrebbero tramortito chiunque, noi no. Soprattutto quello finale del 68 a 61 mi ha impressionato la capacità di reagire dei miei ragazzi. Non si sono scollati ed abbiamo piazzato un break mortifero fatto di intensità ed energia. (18 a 4 in poco più di 5 minuti, ndr) Abbiamo lottato su ogni pallone, a quel punto il campo ha decretato che fossimo noi i designati a passare il turno , ma il mio compito è anche quello di dire che lo abbiamo passato al cospetto di una signora squadra.” Queste le parole del coach cassinate travolto a fine gara dall’affetto dei tifosi rossoblù che, commoventi, hanno tributato una lunga standing ovation ai propri beniamini autori di una prova che rimarrà negli annali della storia di questa società.

In avvio parte forte la squadra del coach cassinate e sono Del Testa e Sergio a guidare i rossoblù di Cassino.

Gli ospiti riescono a raggiungere anche il più +8 al settimo minuto di gioco grazie ad un canestro di Bagnoli nell’area servito alla perfezione da Petrucci, 17-9. Ma a questo punto non poteva essere tutto semplice per gli uomini di Luca Vettese ed infatti questi ultimi subiscono il rientro pugliese per il 14-18 con un piazzato da appena entro l’area di Cecchetti. Questi ferma il punteggio con cui si va alla prima pausa.

Nella seconda frazione è San Severo ad aprire le danze con Ciribeni che si prende la scena e poi è Losi a confezionare il primo vantaggio per la Cestistica San Severo. Risponde il playmaker rossoblù Panzini che con sagacia tattica si mette in ritmo e tiene in scia dei pugliesi i suoi con due bombe chirurgiche. I padroni di casa vanno al riposo sul +1, 30-31.

Dal riposo lungo esce una San Severo indemoniata che in meno di un minuto e mezzo piazza un primo break, 40 a 31, cominciando anche nel terzo periodo così come era iniziato il secondo mini tempo. Il distacco, grazie soprattutto a Dimarco, sembra farsi importante. Ancora una volta, però, la BPC incassa e reagisce: stavolta è Valesin e guidare la rimonta, con due fantastiche triple dai due angoli del campo. La guardia rossoblù lascia idealmente in seguito il testimone a capitan Del Testa che firma anche il +4 laziale. Il protagonista inatteso per San Severo è Morgillo che piazza due triple pesantissime per tenere lì i suoi.

Poi sale in cattedra Birindelli che segna dal perimetro facendo pregustare ai tifosi cassinati quello che accadrà da lì a pochi minuti. Prima però c’è un altro parziale giallonero (7-0) 68-61 con Quarisa e Dimarco che costringono Vettese al timeout. Al ritorno in campo Cassino si rialza subito grazie a Panzini e Bagnoli. Il pivot continua a far male alla difesa avversaria, poi arriva il momento di Birindelli che scava il solco decisivo, con la tripla del 71 a 68, difeso dal gruppo cassinate nel finale grazie alle precisione in lunetta.

A questo punto che la festa inizi per i benedettini, ma da subito testa alla semifinale con Napoli,domenica 14 maggio ore 18,30 al PalaBarbuto, della città partenopea c’è gara 1 e stavolta si va al meglio delle cinque gare .

 

Cestistica San Severo – BPC Virtus Cassino 72-79

Parziali: 14-18, 17-12, 23-25, 18-24

Cestistica San Severo: Ikangi 14 (3/8, 2/5), Ciribeni 10 (1/1, 1/3), Dimarco 10 (2/4, 1/5), Torresi 8 (1/2, 1/4), Cecchetti 8 (4/8, 0/0), Morgillo 8 (1/2, 2/3), Quarisa 7 (3/4, 0/0), Losi 7 (2/3, 1/7), Fabi 0 (0/0, 0/0), Mecci 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 14 / 18 – Rimbalzi: 31 10 + 21 (Morgillo 9) – Assist: 18 (Dimarco 9)

All. Coen

BPC Virtus Cassino: Simone Bagnoli 22 (8/13, 0/0), Gianluca Valesin 17 (1/2, 2/3), Lorenzo Panzini 12 (1/2, 3/6), Maurizio Del testa 11 (1/2, 3/5), Duilio ernesto Birindelli 11 (2/4, 2/3), Biagio Sergio 6 (1/1, 1/2), Nicolò Petrucci 0 (0/0, 0/2), Renato Quartuccio 0 (0/0, 0/1), Valerio Marsili 0 (0/0, 0/0), Filippo Serra 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 18 / 26 – Rimbalzi: 25 3 + 22 (Simone Bagnoli 6) – Assist: 17 (Lorenzo Panzini 8)

All. Vettese

 

 

fonte: Ufficio Stampa BPC Virtus Cassino

Commenta
(Visited 159 times, 1 visits today)

About The Author