Cassino s'impone con autorità, Palestrina ne esce sconfitta

BPC VIRTUS CASSINO: Grilli 8, Castelluccia 20, Ausiello 2, Gonzalez 2, Ianes 22, Grazzini ne, Carrizo 9, Lovatti 16, Dri 9, Cerniz ne. All. Vettese
CITYSIGHTSEEING PALESTRINA: Rischia 10, G.Rossi 17, Molinari 8, F.Rossi ne, Pecetta ne, Pierangeli 2, Pochini ne, Brenda 12, Gagliardo 19, Stirpe 2. All. Lulli
Parziali: 25-13, 49-33, 70-54

E’ una Palestrina ancora incerottata quella che si presenta al PalaSoriano per difendere il terzo posto, nell’impianto di Atina il primo canestro della serata è di Gagliardo ma questo resterà l’unico vantaggio ospite. Immediata reazione cassinate con una tripla centrale che da il là al primo allungo, la Bpc vola sull’ 8-2 col 100% al tiro. Tutto liscio come l’olio per i padroni di casa, a sprazzi la manovra arancio verde sostenuta dalla tripla di Rischia ma con percentuali sempre basse. Solita prestazione monstre di Brenda che alla decina rimbalzi abbina una morbida mano (ottimo assist di Gagliardo per il 16-9). Unica nota negativa per i locali il secondo fallo di Ianes, ma la truppa di Vettese resiste bene comandando fino alla prima sirena, 25-13, col guizzo allo scadere di Castelluccia. Secondo quarto sulla stessa falsariga, Castelluccia continua nel festival delle triple, il divario si attesta sulle quindici lunghezze nonostante i tentativi di Gagliardo e Rossi, i due stakanovisti sempre in campo. Primi ed unici punti di Pierangeli dalla lunetta ma Grilli risponde con una bomba (38-22), arma la mano da fuori pure Molinari ma nell’ultimo minuto del primo tempo arrivano puntuali le triple di Carrizo e Castelluccia affossando di nuovo i sogni di rimonta ospite.
La reazione di Palestrina arriva nella terza frazione, quando i buoi sembrano scappati dalle stelle (anche +18 per la Bpc) la difesa riesce a contenere le folate ciociare ed in transizione giungono canestri pesanti da Rossi e soprattutto Rischia. Il nr. 5 firma il 58-50, ma dall’altra parte risponde il solito Castelluccia, chirurgico da tre. Gagliardo da sotto per il -9 e Rischia ha anche la palla del -6 ma la conclusione viene sputata. Come accade spesso Cassino ne approfitta e riapre la forbice con Ianes in serata ottimale (65-52) ma a far male è la bomba allo scadere dei 24 in posizione del tutto impossibile di Lovatti. Il frangente tra la fine del terzo e l’avvio dell’ultimo quarto costa caro a Palestrina che paga tutti gli errori, Cassino ha ancora forza e va a mettere al sicuro il risultato con Lovatti che ora trova il fondo della retina da qualsiasi mattonella. Rossi, Brenda e Gagliardo consentono di sperare ancora una volta almeno di salvare la differenza canestri (73-60), illusione spezzata dalla bomba del veterano Carrizo e dalla quarta di Lovatti: 79-62 con pochi minuti a disposizione. Cassino riesce a tenere questo distacco evitando il forcing finale degli arancio verdi che non hanno più benzina in corpo e così la Bpc si impone con autorità per 88-70 accorciando in classifica proprio sui prenestini.

 

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author