Cassino, ufficiale il rinnovo di Bagnoli

Seconda conferma in casa BPC Virtus Cassino, questa volta nel reparto lunghi; Simone “the Rock” Bagnoli vestirà ancora la maglia delle “V” rossoblù nel campionato di Serie B Nazionale 2017-18.
Forza, talento e genialità saranno ancora al servizio di coach Luca Vettese e compagni.
205 cm per 115 chilogrammi di peso, Simone occuperà il ruolo di centro nello scacchiere disegnato dal DS Leonardo Manzari per la società rappresentata dalla presidentessa Formisano.
Roseto, Rimini, per poi approdare a Rieti, questi i primi passi di Simone nel “basket che conta”, per poi essere eletto miglior giocatore della Legadue nel 2004-05. Ancora due stagioni tra Rieti e Rimini, per poi approdare nel gennaio 2007 a Pavia, dove in pochi mesi diventa un leader dei suoi colori, con 22.7 minuti per gara, con quasi 13 punti di media e 7 rimbalzi a partita.
Grazie alle sue importanti prestazioni, arriva così la chiamata che conta, quella di coach Jasmin Repesa e Simone passa così alla Virtus Roma in A1, dove però, causa un grave infortunio alla mano, non riesce ad esprimere al meglio le sue grandi doti e qualità, e dopo sei mesi allora, decide di tornare di nuovo a Pavia.
Livorno nel 2008, per poi trasferirsi di nuovo a Rieti nel 2009, dove in 24 minuti di utilizzo, colleziona la bellezza di 13.4 punti realizzati con quasi 9 rimbalzi per gara.
Tra il 2010 e il 2014, veste le maglie ancora di Rieti, Scauri e Potenza, ma il vero Simone, quello oramai maturo e capace di stupire e di far rimanere a bocca aperta i suoi tifosi, esce fuori nella stagione 2014-15 dove con la maglia di Scauri in serie C1, mette a referto 24 ppg con quasi 17 rimbalzi catturati. “The Rock” quell’anno vincerà, inoltre, il campionato e la Coppa Italia di categoria, verrà eletto MVP del torneo anche grazie ad un suo tiro in finale contro San Severo a 2 secondi dal termine del match che varrà la vittoria per i suoi. Promozione in Serie B, e ancora Scauri nel destino del centro toscano, che nel 2015/16 trascina (19.9 ppg; 61% da 2; 12.52 rimbalzi per giornata) i suoi alla conquista delle semifinali play-off contro l’Eurobasket Roma, che nello stesso anno conquisterà l’accesso alle Final Four per la promozione in A2 in finale proprio sconfiggendo le “V” rossoblù cassinati.
Le ambizioni virtussine, quindi, faranno gola anche alle aspirazioni dello stesso Simone, che nella stagione 2016-17 appena conclusa, veste la maglia della società benedettina. 20 punti di media, nelle 27 partite in cui è stato impiegato da Luca Vettese, con il 62% da 2, il 67% ai tiri liberi, 11 rimbalzi catturati sotto le plance a partita e quasi 3 assist.
Numeri da assoluto fuoriclasse della categoria e la dirigenza rossoblù non poteva lasciarsi scappare quest’atleta per quello che sarà il quarto anno di serie B per la società cassinate. Bagnoli è stato anche il terzo giocatore più prolifico della Serie B, nonché il primo, statistiche frutto di un’analisi della Lega Nazionale Pallacanestro sui quattro gironi, per rimbalzi catturati sotto le plance.
Queste le prime parole del pivot sulla sua “riconferma” in maglia rossoblù: “Penso che la gente di Cassino e la dirigenza conosca bene il mio stato d’animo in questo periodo di vacanze prima dell’inizio della nuova stagione. Sono amareggiato per come è finito il nostro campionato lo scorso anno e ancora brucia l’occasione che abbiamo buttato al vento di dimostrare il nostro vero valore. Tuttavia, ad agosto ripartiremo più forti e carichi di prima, e le ambizioni della dirigenza e della Cassino-cestistica sono per me degli imperativi. Cassino, a mio parere, merita palcoscenici più alti per la professionalità e per la passione che ha la sua gente e che la dirigenza ha saputo trasmettere. Io devo molto a questa società e l’unico modo per ripagare la fiducia e l’affetto che ho ricevuto, è lottare e conquistare ad ogni costo l’obiettivo che ci eravamo prefissati già un anno fa. Quest’anno lo zoccolo duro della squadra rimarrà praticamente lo stesso e ho la convinzione che ripartiremo in maniera più decisa rispetto allo scorso anno. Infatti nella scorsa estate lo staff tecnico doveva assemblare comunque un roster di dieci nuovi giocatori. Il coach adesso, già ci conosce da un anno, sa quali sono pregi e difetti di ciascuno , e sarà sicuramente più bravo rispetto allo scorso anno a sfruttare a pieno le caratteristiche di ognuno di noi. Concludo facendo una promessa ai nostri tifosi: lotteremo, combatteremo e onoreremo la maglia che indosseremo in ogni istante; vi renderemo orgogliosi di noi. Ci vediamo ad agosto!”

Commenta
(Visited 62 times, 1 visits today)

About The Author