Cast Energie Venafro - Campobasket Campobasso 79-74

2ᵃ giornata di andata
CAST ENERGIE BASKET VENAFRO – CAMPOBASKET   79/74
Parziali 8/18 – 23/40 – 54/53

CAST ENERGIE BASKET VENAFRO: Potena 16; Cancelli ne; Russo; Durante 25; Mastrantuono ne; Di Lauro M. ; Giannini D. 4; Minchella R. ne; Migliarino 26; Valente F. 6; Zeoli M. 2 . Allenatore: Valente

Campobasket: Mignogna; Casaletto; Moffa; Di Marzo 12; Spina 17; Petrone 39; Marroni 3; Puzo; Sabatino; Tiberio 4. Allenatore Anzini U.
Note:
Arbitro: Bernardi, Palazzo.

Vogliamo iniziare la nostra cronaca di questa partita con le dichiarazioni del nostro coach Valente che con le sue risposte riassume quello che è accaduto durante la partita.

– Coach, eravate sotto a metà tempo di 17 punti e sembrava non riusciste a trovare il bandolo della matassa, cosa hai cambiato negli spogliatoi, per invertire le sorti della partita e portare a casa il risultato?
– Valente: “All’intervallo lungo abbiamo adeguato la zona 3-2 alle caratteristiche d’attacco del Campobasket, il loro attacco si è bloccato e abbiamo potuto segnare diversi punti facili con Potena e un immarcabile Durante.
Il resto lo lo ha fatto un Migliarino da doppia doppia ( 26 punti e 23 rimbalzi! ndr) che con i suoi 1° rimbalzi in attacco ci ha permesso di gestire diversi possessi in più di un attacco”.
– Cosa avete più sofferto?
– Valente: ”Abbiamo preso sottogamba il Campobasket, pensando che una squadra fatta prevalentemente di under potesse essere una facile avversaria. Ci siamo svegliati e il tabellone segnava già 1-18 ed il meno 17 all’intervallo, sono stati schiaffi che ci hanno fatto svegliare dal torpore. Nel terzo e quarto quarto invece c’è stata una grande risposta soprattutto mentale e alla fine abbiamo fatto valere la nostra maggiore esperienza, così come avevo chiesto all’inizio ai ragazzi”.

Capita alle volte di vedere due partite in una partita. Questo è quello che è accaduto sabato sera, la sera di Halloween, la notte degli spettri, ed è quello che sembravano aver visto i nostri ragazzi durante il primo tempo. All’inizio coach Valente, ricordiamo allenatore/giocatore, è voluto entrare nel primo quintetto d’esperienza con Russo, Durante, Migliarino e Zeoli. Dall’altra parte il coach avversario schiera Moffa, Spina, Di Marzo, Marroni e Tiberio. Questi cinque riescono ad imporre un gioco veloce nel primo quarto e per far capire la padronanza del campo basta dire che sono riusciti ad arrivare al punteggio di 18-1, con il solo punticino a nostro favore segnato dallo stesso Valente.

Mancavano quattro minuti alla prima sirena, quando lo stesso Valente è uscito dal campo e si è fatto sostituire da Potena. Guardare e dirigere la propria squadra dal di fuori è stata una ottima soluzione, Valente ha iniziato a dare delle direttive alla squadra ed ha cercato di correggere e fronteggiare la squadra campobassana. Potena è riuscito a dare più ritmo alla nostra manovra e a fornire a Migliarino degli assist che hanno permesso di chiudere il primo quarto sul punteggio di 8-18.

Il secondo quarto è stato un po’ più equilibrato, con un Potena sempre concentrato e deciso, un quarto dove la squadra ha cominciato a ruotare e a reagire. Non sono sufficienti la tripla di Valente e un Migliarino che sotto la plance detta legge, perché al suono della sirena si è sul 23-40 ed il divario è di 17 punti ed anche perché gli avversari sono assistiti da una buona dose di fortuna.
Pochi credono che la nostra squadra riesca a risalire la china, invece all’uscita degli spogliatoi si assiste ad un terzo tempo fantastico. Da sottolineare da questo momento un monumentale Durante che ricorda il quasi omonimo americano, se solo non fosse per la vocale finale, e qualche piccolo altro particolare…
E’ una scheggia immarcabile, sbuca da ogni punto e realizza canestri fantastici. Migliarino, poi, diventa il re dei rimbalzi, non dimentichiamo lo scorso anno le sue alte percentuali in questo fondamentale con avversari di tutt’altro genere. Un quarto che si chiude sul parziale netto di 31 a 13 e che permette di superare il Campobasket di un solo punto. Ormai, però, tutto sembra segnato, la fortuna degli avversari non può contrastare la tecnica e l’esperienza dei nostri. Nell’ultimo quarto i nostri ragazzi, riescono a deliziare ancora di più gli occhi attenti del pubblico, che rimarca ogni azione con fragorosi applausi.

Il trio Potena-Durante-Migliarino su tutti. Con questi ultimi che insieme segnano 67 dei 79 punti di squadra finali, con Durante che ne segna 11 dei suoi 25 in quest’ultimo periodo, Migliarino che segna a referto una doppia doppia, vuol dire che segna 26 punti e riesce a raccogliere 23 rimbalzi di cui 10 in difesa. Numeri di altra categoria.

Un periodo in cui si riesce a distaccare i viaggianti di quasi dieci punti, tuttavia i nostri si accontentano di vincere di cinque punti. Gli avversari si erano illusi, infatti il pubblico che li ha seguiti se ne torna a casa molto amareggiato. Tra le fila avversarie da sottolineare la prova di Petrone, top scorrer della serata e del giovane matesino Spina.
Ora a Coach Valente ed ai suoi ragazzi non resta che godersi questa vittoria. Sabato prossimo c’è una nuova trasferta a Termoli e bisogna subito resettare e lavorare.

L.C.
Ufficio Stampa Basket Venafro

www.basketvenafro.it

Commenta
(Visited 14 times, 1 visits today)

About The Author