Castel Carugate, giovanili alla ribalta

I risultati parlano chiaro. Under 20, Under 14, Under 13 e le Esordienti ( Under 12) tutte al primo posto, mentre le Under 18, che giocano con una buona parte di atlete di 15 e 16 anni, terza posizione con due sole sconfitte. In totale, al giro di boa natalizio, possiamo contare 25 vittorie e solo 3 sconfitte.

 

– Nel 2009, quando abbiamo rilevato la società, avevamo solo un gruppo Under 15 e un gruppo minibasket, e il nostro primo obbiettivo era quello di riuscire a non arrivare ultime nel nostro girone provinciale – così dice Antonio Pappalardo, responsabile del settore femminile Castel – Abbiamo lavorato per un quadriennio, con il progetto di aumentare la quantità delle iscritte, siamo poi passati alla seconda fase, ovvero, far concidere quantità con qualità e nonostante abbiamo e avremo ancora davanti a noi gli “squadroni” storici lombardi, come società che si basa su tre piccoli comuni dell’hinterland milanese, stiamo ottenendo risultati direi anche oltre le aspettative-.

 

Prosegue il GM Paolo Gavazzi – Le sinergie avviate già da tempo con diverse società della Martesana e della bassa Brianza, unite al consolidamento dei nostri Centri Minibasket ( questa stagione 100 tesserati tondi tondi ) ci hanno permesso di costruire gruppi solidi, affiatati e omogenei. Anche le ragazze meno portate fisicamente o con interessi diversi, hanno potuto continuare a giocare con le società che collaborano con noi, in primis, CM Cassina 84 dove l’impegno è meno arduo ma ci si diverte allo stesso modo. Anche l’aspetto sociale per noi rimane importante, non solo il lato agonistico. Tutte le nostre ragazze hanno trovato una loro dimensione e anche quest’anno, sia a livello giovanile che minibasket, sono state concesse iscrizioni gratuite a famiglie disagiate economicamente o con un alto numero di prole, al fine di dare a tutti e tutte la possibilità di praticare basket  a tutti i livelli-.

 

La prima squadra che milita nel campionato nazionale di serie A2, è e rimane un traino per i sogni delle nostre piccole atlete che possono così avere un obbiettivo di valore da raggiungere. L’acquisizione in gestione del Palazzetto di Pessano e l’imminente inaugurazione del nuovo impianto di Carugate, apriranno ulteriori possibili scenari di sviluppo, riduzione dei costi e possibilità di migliore organizzazione, soprattutto logistica.

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author