Castel Carugate, il risveglio della forza

Si risveglia Carugate e mette in cascina due punti importanti ed anche con una buona differenza canestri che potrebbe in futuro venire utile. Sei atlete con valutazione in doppia cifra per una vittoria davvero di squadra, dove ogni elemento ha contribuito alla buona prestazione. Anche se tutto poi è filato liscio, l’inizio del match è stato comunque problematico. Castelnuovo partiva con accelleratore al massimo, due bombe a testa di Porro e Palacios, mettono subito in ambasce la difesa biancoazzurra, così come la velocità in transizione delle piemontesi. Pronti via 10-21, ci pensa Stabile a suonare la carica ma è una bomba allo scadere del quarto di Frantini a riportarci sotto. 17-23 a fine primo quarto, poi entra Colli, ferma da qualche turno per un problema muscolare, che piazza 8 punti per la rimonta ed il sorpasso. Cambia volto l’incontro, il trio Zanon-Guarneri-Scarsi dominano sotto le plance, Beretta e Picco trovano preziosi punti in contropiede, risultato ribaltato in un amen, da -11 a +10 , vantaggio rintuzzato da Bergante, ma all’intervallo Castel è avanti 42-35. Spettacolo a Pessano, con due squadre che sbagliano poco e fanno divertire i rispettivi tifosi sugli spalti con un punteggio alto, un gioco veloce e piacevole. Nella ripresa si vede che Castel è in giornata di grazia, ribatte colpo su colpo e gioca in scioltezza aumentando il suo margine fino al 52-42, quando a 1 minuto dalla fine del quarto Palacios, fino a quel momento una delle migliori delle biancorosse, esce per uno scontro fortuito e non rientrerà più in campo (in bocca al lupo Flo). Brutto colpo per le ragazze di coach Balduzzi, che nell’ultima frazione alzano bandiera bianca. Le bombe di Stabile, Frantini e l’ultima di Beretta dall’angolo sono una sentenza sul risultato e nel finale, Zuin fa respirare Zanon, lotta e regge alla grande, così come la giovane canturina Colombo. Aumentiamo il margine e chiudiamo sul 68-54. Brave le ragazze di Castelnuovo ma sfortunate, avendo trovato una Castel finalmente in palla e determinata come mai a chiudere bene l’anno. Da segnalare la greca Iro Koufogianni in uscita dal roster di Carugate, rescissione consensuale del contratto e ritorno per lei nel campionato greco. Anche Valentina Ruisi ha chiesto un way out per trovare più minuti e per poter giocare con più continuità. Carugate dunque ritornerà sul mercato per cercare un secondo play-guardia per completare il proprio roster.

 

Castel Carugate – Castelnuovo Scrivia 68-54 ( 42-35 )

Carugate :            Frantini 14, Stabile 12, Beretta 11, Colli e Scarsi 9

C’nuovo :             Porro 19, Palacios 11, Bergante 10 Vitari 9

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author