Castel, serata da dimenticare

Questa volta c’è poco da dire o da commentare. Alpo stravince al PalaPessano, costruendo la partita perfetta. Precisissime al tiro, sia da due che da tre, dominanti a rimbalzo, insomma, tutto ciò che potevano fare l’hanno fatto, al contrario, Carugate becca una delle sue giornate più nere, sparando a salve fin dall’inizio dell’incontro. 1/16 da tre la dice lunga sulla serataccia delle biancoazzurre, ed anche il 19/49 da due non è certo incoraggiante. Il parziale del primo quarto è gia da ko. 6-22 con Stabile e compagne che trovano in 10 minuti solo tre canestri, tutti con Zanon per l’esattezza, sparacchiando sul ferro la gran parte delle conclusioni, al contrario, sull’altro fronte, Alpo trova un gioco rapido che mette in crisi la difesa locale, mandandola sempre in rotazione e in sottonumero, così da trovare molte situazioni di tiro piazzato che le venete non sbagliano. Carugate prova diverse difese e diversi quintetti ma il risultato è sempre lo stesso. Alpo comanda in campo e all’intervallo si porta sul +17 che è già quasi una sentenza. Una giornata storta in tutti i sensi, che coincide con una delle migliori se non la migliore prestazione stagionale di Alpo, il risultato alla fine è senza storia, 51-75. – Avremmo potuto andare avanti fino a notte fonda, ma quando sei in giornata no, e quando ti trovi un avversario così in palla, non c’è proprio nulla da fare– così commenta coach Paolo Gavazzi – Complimenti a Alpo, probabilmente la settimana pesante con 5 impegni su 5 giorni ci ha tagliato le gambe ( finali Under 20 ) e ci siamo presentate scariche, un po’ malconce e anche le senior, a causa degli impegni infrasettimanali delle più giovani, hanno risentito di una programmazione non ideale degli allenamenti, l’importante ora è tornare sul pezzo, ritrovare concentrazione e la giusta gamba, altri impegni fondamentali ci aspettano dopo la sosta infatti abbiamo il derby a Milano e vogliamo esserci al 100% come testa e stato atletico.– Carugate così archivia un pessimo Sabato sera, si lavorerà sugli errori commessi ma senza fasciarsi la testa più di tanto. Su 30 partite in una stagione, può capitare il momentaccio, ora staff tecnico e atlete dovranno ritrovare la giusta concentrazione e soprattutto dovranno guardare avanti, la strada è ancora lunga e non ci si può fermare adesso. Nella foto Manu Zanon, comunque positiva in doppia doppia, 10 punti e 13 rimbalzi

 

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author