Cefalù centra l'impresa a Forlì: vittoria esterna che mancava da 4 mesi

È finalmente arrivato il tanto atteso “hurrà” esterno per la Zannella Basket Cefalù, a distanza di
quasi 4 mesi dall’ultima affermazione in trasferta dei biancazzurri normanni. E se il primo “blitz”
era avvenuto nel derby contro Barcellona, il secondo si è invece verificato nella gara esterna
logisticamente più lontana dalle sponde del Tirreno, sul parquet dello storico “Villa Romiti” di Forlì
contro una squadra compatta e di valore come i Tigers, sesti in graduatoria, le cui ambizioni sono
state ulteriormente certificate dall’innesto in roster del pluriscudettato Marco Carraretto (pronto a scendere in campo all’apertura della finestra di mercato invernale).

La Zannella Basket Cefalù, sabato sera, si è imposta col punteggio di 72 a 67, in un’altalena di emozioni che ha visto i cefaludesi dominare la prima metà di gioco, prima di subire la perentoria rimonta del team di Coach Di Lorenzo, per poi condurre in porto l’incontro in un finale al cardiopalmo.

CRONACA: Pronti-via e la squadra di Coach Luca Ciaboco prende subito il comando delle operazioni, con un parziale di 7 a 0 frutto della lucidità in transizione e di un Sodero in grande
spolvero (17 punti per lui sul parquet romagnolo, di cui 10 solamente nel primo quarto). 7 punti di vantaggio che i biancazzurri cefaludesi manterranno fino alla fine della prima frazione, dove la reazione forlivese è affidata all’ingresso in campo di capitan Rombaldoni (22 alla fine per lui), che, come nella sfida di andata, rappresenterà per tutto l’arco dell’incontro una vera e propria spina nel fianco per i cefaludesi. Il primo quarto si chiude sul 22 a 15 per la Zannella Basket, con due triple consecutive ad opera di Sodero e Florio (6), chirurgici dall’arco.

Il leit-motiv dell’incontro non cambia nella seconda frazione, con i Tigers imbrigliati dalle variazioni difensive degli ospiti, costretti ad affrettare numerose conclusioni con basse percentuali di realizzazione, e la Zannella a colpire con precisione sia dall’arco che dal pitturato: con il duo
Biordi-Malagoli sotto le plance e un Mollura (15) assoluto mattatore della frazione ecco maturare un parziale di 9 a 0 che porta Cefalù sul + 16 (17-33) dopo 3 minuti del 2° quarto, massimo vantaggio che verrà ritoccato sul + 17 di metà periodo grazie a due liberi di Paparella (10 punti e 8 assist) su antisportivo sanzionato al giovane Forti. Il trend non cambia fino allo scadere del periodo di gioco, quando il punteggio recita 41 a 26 per gli ospiti, in una prima metà di gioco sostanzialmente dominata dai cefaludesi.

Al rientro dagli spogliatoi, però, la musica cambia: i forlivesi, trascinati dal solito Rombaldoni (6 punti e un assist al bacio per Cicognani), firmano un parziale di 8 a 0 che riduce le distanze sotto la soglia della “doppia cifra” nel giro di un minuto e mezzo di gioco. A “fermare l’emorragia” ci pensano due triple firmate da Sodero e Paparella, che riportano i biancazzurri sul 34-47 a 7.21 dalla fine della terza frazione. Ma i Tigers sono, in questo momento, tutt’altra squadra rispetto a quella scesa in campo nella prima metà del match, e ricuciono gradualmente il gap fino alla tripla di Joel Myers che chiuderà il parziale sul 52-54. Nell’ultimo quarto la partita è ormai punto a punto: al pareggio di Villani rispondono Florio e Mollura con due “long two”, ma a questo punto sale in cattedra Myers, che con 7 punti di fila firma il primo sorpasso nell’incontro per gli arancioni sul 59-58 a 7.08 dalla sirena finale. Gli spettri di altre eccellenti ma sfortunate performances esterne della Zannella sembrano addensarsi quando a circa 4 minuti e mezzo dalla fine i padroni di casa si portano sul 67 a 63 con una tripla di Ghirelli, e l’attacco biancazzurro appare ormai “inceppato”, ma gli uomini di Coach Ciaboco non si scompongono. Le maglie difensive degli ospiti infatti tornano a stringersi come nei primi due quarti di gioco e la quota 67 raggiunta dai forlivesi rimarrà tale negli ultimi minuti di gioco. Un gancio di Malagoli (9 punti e 8 rimbalzi) riporta Cefalù a -2 con 3 minuti restanti sul cronometro, ed è sempre il centro modenese a restituire la parità sul 67-67 a 1.32 dal termine, su ottimo servizio in post basso di Paparella. La tensione ormai la fa da padrone, e ad essere più lucidi sono i biancazzurri normanni, che rimettono il naso avanti con una penetrazione di Sodero per il 67-69 a 28 secondi dalla sirena finale. I Tigers non trovano più la via del canestro: un’infrazione di passi sanzionata a Rombaldoni a 18 secondi dalla fine riconsegna il possesso a Cefalù, ma è lo stesso Rombaldoni a recuperare palla sulla rimessa a metà campo concessa agli ospiti dal fallo sistematico speso da Ghirelli. Il capitano romagnolo, però, fallisce il lay-up del pareggio, e sul conseguente rimbalzo Malagoli viene mandato in lunetta con 9 secondi sul cronometro. L’1 su 2 del pivot cefaludese porta il punteggio sul 67-70. La tripla finale di Ghirelli non va e sul rimbalzo finale di Biordi il fallo commesso dai padroni di casa concede al lungo sanmarinese (accompagnato nella trasferta forlivesi da un gruppetto di calorosi supporters) due tiri liberi, con i quali il punteggio finale viene fissato sul 67 a 72, nel tripudio della panchina cefaludese.

Una vittoria di testa, di cuore, di attributi, quella colta dalla Zannella Basket Cefalù in Romagna, in una settimana che aveva visto le rotazioni di Coach Ciaboco accorciarsi a causa della partenza di Jordan Losi, destinazione San Severo. Domenica prossima, in un Palasport “Ignazio Cefalù” prevedibilmente caldo come sempre, servirà però un’altra impresa: a far visita alla Zannella Basket Cefalù sarà infatti la capolista Virtus Valmontone, reduce dal primo K.O. interno della stagione ad opera della BPC Virtus Cassino.

Tigers Global Sistemi Forli – Zannella Basket Cefalù 67-72 (15-22, 11-19, 26-13, 15-18)
Tigers Global Sistemi Forli: Rodolfo Rombaldoni 22 (7/10, 1/2), Joel Myers 15 (1/4, 4/7), Matteo Ghirelli 8 (1/3, 2/3), Giacomo Cicognani 6 (1/8, 0/0), Christian Villani 5 (1/2, 1/4), Luca Fontecchio 5 (2/6, 0/3), Edoardo Giovara 3 (1/3, 0/2), Francesco Forti 3 (0/0, 1/3), Andrea Bartolucci 0 (0/0, 0/1), Luca Agatensi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 15 – Rimbalzi: 30 5 + 25 (Luca Fontecchio 8) – Assist: 8 (Rodolfo Rombaldoni 3)

Zannella Basket Cefalù: Guglielmo Sodero 17 (3/5, 3/4), Marco Mollura 15 (5/15, 1/4), Emiliano Paparella 10 (1/4, 2/9), Riccardo Malagoli 9 (4/11, 0/1), Ygor Biordi 6 (2/3, 0/0), Alessandro Florio 6 (1/2, 1/3), Daniele Tinto 5 (1/3, 1/2), Giuseppe Terrasi 4 (2/3, 0/1), Samuele Brusca 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 10 / 12 – Rimbalzi: 37 12 + 25 (Riccardo Malagoli 8) – Assist: 13 (Emiliano Paparella 8)

Fonte: Ufficio stampa Zannella Basket Cefalù

Commenta
(Visited 60 times, 1 visits today)

About The Author