Cesarano Scafati, esordio col botto. Sarno, Agropoli e Stabia ko

da Metropolis:

 CESARANO SCAFATI, ESORDIO COL BOTTO. SARNO, AGROPOLI E STABIA KO.

Le pugliesi dominano da subito il girone H. Scivoloni inattesi per Agropoli, Sarno e Stabia.

La prima giornata del campionato di serie C nazionale si è caratterizzata per alcune conferme da una parte e alcune sorprese da un’altra. Le conferme sono provenute senza dubbio dal pronosticato dominio delle pugliesi nel girone H. Le sorprese, invece, hanno avuto una doppia sfaccettatura, positiva e negativa. Quella positiva consiste nel successo esterno di misura 71-73 della neopromossa Cesarano Scafati sul parquet del Castellano Cerignola. I ragazzi di coach Iovino si sono trovati avanti per quasi tutta la durata del match, costringendo i padroni di casa a rincorrere dall’inizio alla fine. La personalità messa in campo dagli scafatesi è stata premiata con i primi due punti di questa stagione, nonostante lo scarso utilizzo dell’ultimo arrivato Malachi (16’ e solo 9 punti per lui). Mattatori dell’incontro sono stati i veterani Di Napoli (16), Forino (13) ed Esposito (10).

Le sorprese in negativo di questa prima giornata sono state invece diverse. Innanzitutto la batosta casalinga rimediata dalla T&T Stabia, superata a domicilio 50-84 per mano della Pall. San Severo, una delle migliori compagini del girone, che ha subito messo le cose in chiaro, dominando in lungo e in largo sul rettangolo di gioco della Città delle Acque. La sfacciataggine, l’agonismo e la fisicità dei padroni di casa è servita solo a limitare i danni per i primi minuti, poi la sfida è stata un monologo ospite. «Siamo comunque contenti, perché non potevamo fare molto di più contro un avversario così forte. Da sottolineare la grande personalità con cui è scesa in campo la nostra giovanissima squadra. Dobbiamo sicuramente migliorare le percentuali da fuori, a rimbalzo e nella gestione delle fasi delicate del match. Siamo fiduciosi – ha dichiarato il play Somma (19), migliore in campo – perché ritroveremo presto l’apporto in attacco di Italo Marino e di Incarnato verranno fuori tutte le qualità e saremo maggiormente competitivi».

E’ andata male anche al Cilento Agropoli, superato al PalaDiConcilio, per 75-82, dalla Cestistica Ostuni. Eppure gli uomini di coach Lepre, orfani dell’infortunato Tredici, sono stati in partita quasi fino alla fine dell’incontro, per almeno 38’, giocando alla pari del più quotato avversario, prima di issare bandiera bianca e registrare una sconfitta che, tutto sommato, può starci e che non impensierisce più di tanto l’ambiente biancoverde. Le prove magistrali di Corvo (18), Nobile (20) e Visnjic (14) non sono servite per consentire ai locali di festeggiare il primo successo stagionale.

Esordio da dimenticare, invece, per il Basket Sarno, sconfitto 98-80 sul campo della Nuova Pall. Nardò. Senza lo statunitense Robinson (problemi muscolari nel riscaldamento), i ragazzi di coach Corrado hanno avuto un impatto disastroso con il match, subendo addirittura 43 punti in soli 10’. Di lì innanzi, la sfida è stato un lento calvario fino alla sirena finale, nonostante i canestri messi a segno da Guadagnola (30), Auriemma (10), Moccia (14) e Milone (16).

Tra le campane, infine, si segnala la bella vittoria interna 82-60 del Magic Team Benevento contro il Pink Bernalda e quella della G. M. A. Pozzuoli (53-78) nel derby contro l’esordiente Megaride Napoli. Sconfitta infine anche per l’altra esordiente, la Partenope Napoli, sul campo della Lotti Calzature Trani (92-65).

Antonio Pollioso

Commenta
(Visited 10 times, 1 visits today)

About The Author