Cesarano Scafati, un rendez-vous con l’under Federico Galardo

Cesarano Scafati Basket, un rendez-vous con l’under Federico Galardo.

Siamo andati a curiosare nella sua vita; le sue abitudini, i suoi obiettivi.

Giovani che crescono in casa Cesarano Scafati Basket. Classe ’97, il play/guardia Federico Galardo, è alle ‘dipendenze’ dei senior della Cesarano Scafati. Deve imparare il ‘mestiere’ gratificante di giocatore di ‘un certo livello’.  Si è fatto le ossa nella stagione 2013/2014 in serie D con la Techmania Battipaglia.

Lo abbiamo intervistato, perché come asseriva una frase attribuita ad Andy Warhol, personaggio tra i più influenti del XX secolo “…nel futuro ognuno sarà famoso al mondo per 15 minuti”.

Cosa è per te il basket? Che ruolo ha nella tua vita??

“Il basket è tutto per me. Mi ha insegnato come fosse il migliore dei professori, mi ha cresciuto come fosse un mio genitore, mi è stato vicino come fosse il mio migliore amico!”

Oltre alla palla a spicchi, come vivi le tue giornate??

“Mangio e dormo… E se capita, studio!”

Hai un rito pre -partita??

“Si, ma è segreto!!!”

Hai un idolo a cui ti ispiri nel giocare?

“Assolutamente sì. Milos Teodosic, play della nazionale serba e del CSKA Mosca”

Giocare con atleti forti come quelli all’interno della Cesarano, cosa ti apporta?

“Sicuramente è un’opportunità importante allenarmi con certa gente. Stare a contatto con loro mi da molti spunti su cui migliorare!”

Il tuo weekend perfetto?

“Il mio weekend perfetto lo vedo su una spiaggia della California a surfare..

Ma sicuramente avrò il campionato in quei giorni, e va bene anche così!”

Il fondamentale dove ti senti più sicuro e quello in cui devi migliorare?

“ Il fondamentale su cui mi sento più sicuro è sicuramente il tiro, mentre in difesa ho tanto da migliorare!”

Piccoli campioni crescono? Che il campo dia il suo responso; è sempre lui l’ultimo giudice. 

Ufficio Stampa Cesarano Scafati Basket  – Chiara Crispino

Cesarano Scafati Basket

Commenta
(Visited 29 times, 1 visits today)

About The Author