Cfg Livorno - Golfo Piombino, pregara [aggiornato]

Non abbassiamo la guardia è già tempo di Derby

Come anno passato ritroviamo il Don Bosco Livorno nelle primissime giornate, nel 2013/14 fu la terza giornata, quest´anno la seconda, particolare non da poco ed evento non particolarmente fortunato, spieghiamo perché; Livorno è una squadra non pesantissima fisicamente e molto giovane, quindi come abbiamo visto nella preseason, riesce a trovare più rapidamente una buona condizione atletica, infatti anche nel 2013/14 ebbe una partenza bruciante, che nelle prime giornate la portò anche ai vertici della classifica, per poi pagare dazio nel corso del campionato anche a causa dei molteplici impegni dei suoi giovani fra under e prima squadra, arrivando nelle ultime giornate a rischiare la retrocessione.

Anche quest´anno Livorno come da sua tradizione ha molti under inseriti in prima squadra, ben cinque disputano il doppio campionato, Lucarelli (96), Batori (97), Granchi (96), Orsini (96) e addirittura Thiam che ne gioca tre essendo del 98.
Insieme a questi ragazzi il solito grande Gigena, un ex Davide Liberati reduce da un ottimo campionato col CUS Torino, quel Venucci che in precampionato, nella brutta figura fatta dai gialloblù al Memorial Scali, ci ha fatto vedere i sorci verdi e poi i neo senor Artioli e Sollitto sollevati quest´anno dagli impegni con l´under ed infine i due lunghi Malfatti e Persico, quest´ultimo almeno fino a domenica passata ancora assente dal campo per un infortunio che gli ha fatto saltare tutta la preseason.
Livorno nel precampionato dopo una partenza non eccezionale (sconfitta da La spezia), ha infilato una buona serie di vittorie con la perla della vittoria a Venturina contro la Mens Sana ( Vico e Parente assenti), poi una vittoria sulla Fortitudo nel torneo di Cecina, Fortitudo che però pare anche quest´anno avere qualche problema nonostante i grandi nomi inseriti nel roster, belle prestazioni, ma anche sconfitte pesanti meno 15 e meno 16 con Empoli e Cecina.
Nella prima stagionale sconfitta sul difficile campo di Monsummano 66 a 54, con le assenze da una parte di Persico e dall´altra di Tommei, la partita è stata in equilibrio fino al terzo parziale, con Monsummano che trascinata da un ottimo Martini, 19 punti per l´ex Don Bosco, allunga nel finale di gara, prestazione non buona dei livornesi, Liberati il migliore dei suoi chiude con 11 punti e 11 in valutazione, sicuramente, domenica davanti al pubblico amico, ci sarà gran voglia di rifarsi in casa labronica.
La stessa voglia che avranno i gialloblù , Biancani e compagni si son visti sfuggire di mano la grande impresa contro Siena, dopo una prova, dal punto di vista caratteriale e a tratti anche qualitativo ottima, il monito di coach Padovano è stato quello di non abbassare assolutamente la tensione, errore che ci costerebbe caro, con alcuni uomini non nella migliore condizione ha esortato gli uomini della panchina a dare qualcosa di più, c´è bisogno di rotazioni efficaci per reggere il ritmo dei livornesi senza finire in riserva e perdere fatalmente lucidità.
La squadra come sempre durante la settimana ha preparato meticolosamente la partita, nel palazzetto, nelle partitelle cinque contro cinque ad uno dei due quintetti è stato dato il compito di interpretare il Don Bosco, cercando di riprodurne nel modo più fedele possibile i movimenti, gli schemi difensivi ed offensivi con lo scopo di mettere a punto le dovute contromisure per controbattere i loro attacchi e per perforare la loro difesa, con pazienza provate e riprovate le più varie situazioni per metabolizzarle e memorizzarle.
Ora occorre trasferire tutto ciò sul campo, con lucidità , ma anche grinta e determinazione, la minor fisicità degli avversari rispetto a Siena ci potrà consentire una maggior varietà di soluzioni offensive, sfruttando anche un po´ di più le giocate nell´area, ma al tempo stesso ci costringerà alla massima attenzione nell´uno contro uno degli avversari, molto bravi tecnicamente e molto veloci, occorreranno aiuti efficaci in difesa e quindi un grande spirito di sacrificio da parte di tutti.
Ma ora il tempo delle chiacchiere è terminato, la parola al campo, domani alle ore 18.00 tutti al Palamacchia a Livorno a sostenere i colori gialloblù.

Fonte: Addetto Stampa Stefanini Stefano

La CFG Livorno contro Piombino per la prima gara casalinga della stagione

La CFG Livorno esordirà davanti al suo pubblico in un derby che si annuncia molto combattuto. Ospiti al PalaMacchia saranno infatti i ragazzi del Basket Golfo Piombino capeggiati dall’ex Don Bosco Alessio Iardella. Una partita molto delicata per coach Quilici che dovrà ancora una volta afre a meno di Persico e Granchi ancora alle prese con fastidiosi infortuni.
Piombino ha esordito nel campionato con una sconfitta contro l’armata di Siena, sebbene abbia condotto la gara a lungo, segnale che il talento nelle file dei giallo blu non manca di certo, come testimoniano i 24 punti segnati dal livornese Biancani.
La CFG dovrà invece insistere sulle buone cose mostrate in quel Monsummano dove Venucci e soci hanno avuto il comando per buona parte del match.
Palla a due alle ore 18:00 sul parquet del PalaMacchia. Ci sarà da divertirsi!

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author