Chieti lotta ma all’overtime è la Virtus a trionfare

 

 

Proger Pallacanestro Chieti – Virtus Segafredo Bologna 64-69 (11-19; 35-31; 51-48; 60-60; 64-69)

 

 

Le Furie lottano con le unghie e con i denti ma dopo 45 minuti si devono arrendere alla maggiore esperienza ospite. In un match che ha vissuto fasi alterne, le V nere hanno condotto agevolmente il primo quarto, le Furie hanno avuto un’ importantissima reazione in avvio di secondo periodo e, grazie ad un parziale di 11-0 si portano alla pausa lunga sul 35-31. I biancorossi sembrano provare a scappare toccando anche il +9 (50-41 dopo cinque minuti del terzo periodo) ma un antisportivo fischiato a Falluca sul finire del quarto, con gli arbitri che nella stessa situazione hanno fatto di due pesi due misure, ha dato agli ospiti l’opportunità di rifarsi prepotentemente sotto (51-48). Gli ultimi dieci minuti, caratterizzati da due attacchi poco incisivi, si è concluso sul 9-12 in favore degli ospiti, portando le due squadre sull’overtime. Proprio qui, la maggiore esperienza degli ospiti, guidati da un super Rosselli, ha fatto la differenza. I migliori realizzatori in casa Proger sono stati Allegretti (19 punti), Golden (14 punti), Decosey (12 punti) e Mortellaro (9 punti e 11 rimbalzi) mentre per la Virtus hanno risposto Umeh (23 punti), Rosselli (13 punti di cui sette nell’overtime) e Bruttini (8 punti e dieci rimbalzi).

 

CRONACA:

Alla contesa iniziale Chieti si presenta con Golden, Turel, Decosey, Sergio, Mortellaro, risponde la Virtus con  Spissu, Umeh, Rosselli, Spizzichini, Bruttini.

Le Furie sono la prima squadra a realizzare, con Golden che è freddo dalla lunetta (09:26). La Virtus però è molto precisa dall’arco e trova le bombe di Umeh e Spizzichini. Gli ospiti inoltre, con delle buone ripartenze veloci provano da subito a dimostrare le loro velleità di vittoria. Bartocci, dopo quattro minuti dall’inizio dell’incontro, chiede un minuto di sospensione sul 4-10. In uscita dal timeout Chieti cerca di arginare la fuga Virtus con un generosissimo Golden ma è molto imprecisa dall’arco e la Virtus che prova da subito a scappare. Dopo dieci minuti il punteggio è di 11-19 per gli ospiti, con le V nere che godono di uno straordinario Umeh (8 punti).

Le Furie non ci stanno e, grazie ad uno strepitoso Allegretti ed un Fallucca da stropicciarsi gli occhi, si rifanno prepotentemente sotto, con Ramagli che chiama subito timeout dopo un parziale di 9-0 in favore dei padroni di casa (20-19 a 07:38 dalla pausa lunga). Chieti prova ora a far male dalla linea dei sei metri e settantacinque, la Virtus risponde con la propria fisicità sotto le plance. I teatini provano ad allungare e con un tap in di Mortellaro (33-27) trovano il loro massimo vantaggio ad un minuto dalla pausa lunga, con Ramagli che chiama timeout. La Virtus riduce il gap ma si giunge all’intervallo sul 35-31 in favore dei padroni di casa. Top scorer Allegretti per le Furie (10 punti), Umeh per gli ospiti (10).

Alla ripresa delle ostilità la Virtus si dimostra sin dalle prime battute precisa dal perimetro e si riporta subito a contatto. Sul 38-37, dopo neanche 3 minuti dalla ripresa del gioco le V nere perdono Spizzichini che, in seguito ad un fallo si infortuna, abbandonando l’incontro. Il match si attesta sempre più sul filo dell’equilibrio finché un indemoniato Allegretti (17 punti) prova a portarsi i suoi sulle spalle, martellando i bolognesi dalla lunga distanza (46-41) a cinque minuti dall’ultimo mini intervallo. Decosey prima e Golden poi cercano di scavare un solco significativo e sul 50-41, coach Ramagli è costretto a chiedere un minuto di sospensione. La Virtus, che si trova in vetta alla classifica non per caso, prova a dare una netta sterzata all’incontro e, beneficiando di un antisportivo che ha scatenato le veementi proteste di un PalaTricalle colmo ai limiti dell’inverosimile, si riporta a sole tre lunghezze di distanza, arrivando al trentesimo sul 51-48.

L’ultimo periodo di gioco si apre con Umeh freddo dalla lunetta (2/2 e 50-51) ma Chieti, grazie alle ripartenze guidate dai piedi veloci di Golden, si riporta a sei lunghezze di vantaggio, costringendo coach Ramagli a chiedere un altro minuto di sospensione. Rosselli realizza subito il meno quattro (56-52) ma un gioco sterile dei teatini in fase offensiva costringe coach Bartocci a chiamare un immediato timeout. Negli ultimi minuti il match, nonostante i numerosissimi errori offensivi commessi da una parte e dall’altra, è ricco di pathos: la bomba di Umeh riporta il match sulla parità più assoluta (58-58 a due minuti e quarantatré dal termine dell’incontro), Rosselli&co mettono il naso avanti con un tap in di Bruttini ma Decosey è lesto a rimediare con una bella penetrazione. A 3 secondi dal termine Rosselli ha la tripla della vittoria ma la palla viene sputata dal ferro: si va all’overtime sul punteggio di 60-60.

Nei cinque minuti finali però, è la banda di Ramagli a prevalere, guidata dalla stella di Rosselli (autore di sette punti in 3 minuti), fin qui sottotono. Le Furie, sempre sotto, riescono ad andare a segno solo con un tap in di Mortellaro e con Allegretti, preciso dalla lunetta, troppo poco per pensare di portare a casa il risultato. Dopo quarantacinque minuti di gioco il verdetto finale è di 64-69 per gli ospiti, con le V nere che riconquistano la vetta solitaria a 32 punti.

 

 

 

PROGER PALLACANESTRO CHIETI 64: Golden 14 (5/12 da 2, 0/4 da 3, 4/4 ai liberi), Mortellaro 9 (4/8 da 2, 1/2 ai liberi), Allegretti 19 (3/5 da 2, 3/5 da 3, 4/5 ai liberi), Fallucca 8 (1/2 da 2, 2/4 da 3), Turel 0 (0/1 da 2, 0/4 da 3), Venucci 0 (0/3 da 3), Zucca 2 (1/2 da 2), Sergio 0 (0/3 da 3), Decosey 12 (5/14 da 2, 0/2 da 3, 2/2 ai liberi).

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA 69: Spissu 9 (3/11 da 2, 1/10 da 3), Umeh 23 (7/11 da 2, 2/6 da 3, 3/3 ai liberi), Spizzichini 5 (1/1 da 2, 1/2 da 3), Rosselli 13 (3/7 da 2, 2/6 da 3, 1/2 ai liberi), Michelori 8 (3/3 da 2, 2/4 ai liberi), Oxilia 2 (1/3 da 2, 0/1 da 3), Penna 1 (0/2 da 2, 0/4 da 3, 1/2 ai liberi), Bruttini 8 (3/7 da 2, 2/2 ai liberi).

PROGER PALLACANESTRO CHIETI: 19/44 da 2, 5/25 da 3, 11/13 ai liberi, 49 rimbalzi catturati (di cui 15 offensivi), 18 assist.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: 21/45 da 2, 6/29 da 3, 9/13 ai liberi, 40 rimbalzi catturati (di cui 12 offensivi), 12 assist.

 

 

 

Commenta
(Visited 19 times, 1 visits today)

About The Author