Chiude il PalaVesuvio. Dike Napoli senza palazzetto

Come riporta Donato Martucci sul Corriere del Mezzogiorno, la Procura di Napoli ha ordinato la chiusura del PalaVesuvio per problemi di sicurezza, rendendo esecutivo un esposto dei vigili del fuoco.

Un ulteriore colpo alla Napoli sportiva, dunque, con la chiusura dell’impianto di Ponticelli, operata ieri dalla polizia. In un sopralluogo, i vigili del fuoco avevano rilevato la mancanza di uscite di sicurezza, oltre alla presenza di fili elettrici scoperti. Nel mese di maggio, gli stessi avevano concesso 180 giorni al Comune per la messa in sicurezza.

Questa la reazione di Ciro Borriello, assessore allo sport del comune di Napoli: “Abbiamo già inviato tutti i documenti in Procura, nella speranza che si possa riaprire quanto prima. Non c’erano gli estremi per fermare le attività sportive, visto che i 180 giorni non erano ancora scaduti. Il dialogo fra gli enti è sempre più complicato. Così non si va avanti“. Per i vigili del fuoco, le società non avrebbero la titolarità per adeguare il PalaVesuvio alle norme di sicurezza.

A restare senza “casa”, a questo punto, è soprattutto la squadra femminile partenopea, la Dike Basket Napoli, militante nel massimo campionato. Ma l’impianto ospita anche la Federazione pallavolo e una scuola di judo, la Nippon.

Questo palazzetto è solo l’ultimo, in ordine di tempo, a chiudere nella città all’ombra del Vesuvio, seguendo il PalaBarbuto, il Collana e la piscina della Mostra.

Commenta
(Visited 114 times, 1 visits today)

About The Author