Chiusura mercato e molto altro: la soddisfazione della Leonessa nelle parole di Bragaglio e Santoro

Il Basket Brescia Leonessa ha chiuso il proprio mercato in abbondante anticipo rispetto alla passata stagione, ma nell’ultimo mese e mezzo il lavoro non si è limitato alla parte strettamente tecnica. E’ stato impostato, ad esempio, il nuovo “Piano Marketing” che sarà presentato ufficialmente nelle prossime settimane e le nuove basi per ampliare il già interessante Settore Giovanile, Mini Basket compreso.

Ecco allora le riflessioni del Presidente Graziella Bragaglio: “E’ stato un mercato strano e difficile, 32 squadre e 7 italiani per squadra sono impegnativi per tutti, ma siamo davvero soddisfatti del lavoro svolto, dal Direttore Generale Sandro Santoro al Coach Andrea Diana ed i loro rispettivi Staff. Abbiamo considerato la riconferma dei quattro giocatori della passata stagione (Fernandez, Cittadini, Alibegovic e Passera) come una opportunità da cogliere al volo e così è stato, ma la base di questo progetto sportivo 2015-16 doveva essere caratterizzato, ancor prima delle riconferme dei giocatori, dalla prosecuzione e dal prolungamento del rapporto con Andrea Diana che personalmente considero un elemento imprescindibile per la crescita che vogliamo imprimere alla nostra Squadra”.

“Molte sono state le difficoltà incontrate – aggiunge Bragaglio -, ma altrettanto efficace la prontezza con cui le abbiamo affrontate e risolte: l’arrivo di Sandro Santoro è stata la prima soluzione al problema della partenza inaspettata di Ferencz Bartocci ed il ritorno di Franko Bushati una volta tramontato l’arrivo di Giuliano Maresca. Due problemi che potevano condizionare, e non poco, la nostra programmazione ma è prevalsa l’idea di guardare più alla soluzione che al problema. Sono quindi molto contenta di come tutti abbiamo gestito le emergenze e le novità che ci accingiamo a proporre ai nostri tifosi ed appassionati. Il principio di questa Società è che nel nostro progetto sportivo resta chi può e vuole restare e arriva chi vuole arrivare; chiarito questo non mi resta altro che confermare il mio personale in bocca al lupo,  e quello della nostra società, a chiunque abbia deciso di percorre altre strade. Così come sono felice che Brescia riabbracci Franko Bushati proprio perché ha atteso fino alla fine di tornare da noi rinunciando ad altre opportunità a conferma di quella tenacia che io personalmente ho sempre apprezzato e di cui questa squadra avrà bisogno”.

“A completamento delle attività riferite alla parte tecnico-sportiva restiamo in attesa di notizie dall’Europa – conclude Bragaglio -, ma guardiamo a questa ulteriore novità con assoluta serenità proprio perché abbiamo fatto tutto quanto era necessario per coglierla. Se saremo parte della competizione ne saremo felici perché la consideriamo una opportunità per la nostra Società, per la nostra Squadra ma direi per l’intera città di Brescia e l’intero movimento del basket bresciano in senso molto più ampio. In caso contrario lo accetteremo con assoluta serenità ma, statene certi, ci riproveremo o, ancora meglio, cercheremo di conquistare il diritto sul campo. Quindi, ora che la base per cominciare una nuova stagione c’è, dovremo impegnarci per costruire l’altezza; cosa assolutamente non facile ma, con l’aiuto di tutti i nostri addetti ai lavori e dei nostri meravigliosi tifosi, guardiamo al nostro imminente futuro con grande ottimismo.”

A completamento delle parole del Presidente, le riflessioni del General Manager Sandro Santoro: “Devo ringraziare la Società, in particolar modo Graziella Bragaglio a Matteo Bonetti, per aver dato a tutti noi i mezzi migliori per svolgere il nostro lavoro. Dobbiamo essere consapevoli che questo rappresenta solo l’inizio e che il cammino sarà tortuoso e difficile ma saremo pronti ad affrontarlo. Il lavoro di Coach Diana e del suo Staff è stato davvero prezioso e di qualità. Tante sono state le attività prodotte, non solo di natura tecnica ma anche organizzativa su tutti i fronti, curando gli aspetti gestionali riferiti all’Area Amministrativa, al Settore Giovanile, il Mini basket e, soprattutto, il nuovo ‘Piano Marketing’. Tutte cose importanti che comunicheremo a breve proprio perché condividere con tutti le nostre attività fa parte del DNA del Basket Brescia Leonessa”.

“Ma tutto il lavoro svolto non sarebbe stato possibile eseguirlo se non vi fosse stato il prezioso contributo di tutti gli addetti ai lavori – conclude Santoro -: da Elisa Damiotti a Marco Abbiati, da Alessandro Motta a Gianni Antonelli, da Davide e Amedeo Antonioli ad Alberto Mattanza fino ad arrivare a Michele e Monica Pelizzari di “Un Canestro per Brescia” e Alberto Bosetti per le attività collaterali al marketing che stiamo programmando. Importantissima la collaborazione di tutti i giornalisti che hanno svolto un ottimo lavoro di amplificazione delle nostre attività e della nostra proposta sportiva. Lo spirito di sacrificio di tutti pone le basi per partire ma per raggiungere i nostri traguardi avremo bisogno dell’insostituibile calore dei nostri tifosi. Più saremo e più avremo la possibilità di regalarci grandi soddisfazioni.”

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author