'Città di Caserta', il regalo di Esposito alla città

Ha iniziato la sua carriera nella Juvecaserta raggiungendo i massimi risultati in campo nazionale; è entrato da protagonista nella NBA ed ha attraversato il basket italiano in tutti i suoi aspetti tecnici ed agonistici. L’anno scorso è tornato in campo per dare una mano alla squadra che guidava dalla panchina. Sabato chiude definitivamente la sua carriera di giocatore disputando uno spicciolo di gara del Torneo ‘Città di Caserta’ con la sua prima maglia: la numero 6 della Juvecaserta. È il regalo che la Juvecaserta ed il suo pubblico fanno ad Enzo Esposito; quel pubblico che lo ha visto nascere come giocatore di altissimo livello e che sabato, in un’ideale cerchio, potrà salutarlo ancora una volta come giocatore. Poi, sarà soltanto la panchina ad interessare la sua vita sportiva. Ed anche in questo caso sarà quella bianconera della Juvecaserta Pasta Reggia con cui affronterà, a fianco di Lele Molin e Giacomo Baioni, la prossima stagione di Lega A.
«Con Lello Iavazzi, fin dal primo incontro con Enzo – confessa Carlo Barbagallo, presidente della Juvecaserta – abbiamo ipotizzato questo momento di saluto del pubblico della sua città. Lo avremmo voluto fare nella parte finale dello scorso campionato, ma le regole federali in materia di tesseramento ce lo impedivano. Ed allora abbiamo pensato a questa serata di presentazione della nostra squadra ai propri tifosi in un’ideale abbraccio tra il passato, il presente ed il futuro della nostra storica e gloriosa società sportiva di cui Enzo è stato un grande protagonista, salutandolo come merita per la sua ultima performance di atleta sul parquet che lo ha visto crescere facendolo entrare nella storia del basket italiano»

Carlo Giannoni

segretario generale

responsabile ufficio stampa

Commenta
(Visited 12 times, 1 visits today)

About The Author