Clamoroso al PalaDozza: Ravenna va sotto di 26, poi vince

Tutto il bello della pallacanestro in una gara, anzi in 10 minuti: l’OraSì Ravenna litiga letteralmente con il canestro per metà partita, va sotto di 26 punti e poi, d’improvviso, ribalta clamorosamente tutto e con merito una partita già segnata andando a sbancare (70-76) il Pala Dozza, dove la Fortitudo non perdeva da quasi un anno. E’ stato il capolavoro motivazionale di coach Antimo Martino, che ha risollevato la squadra con cambi azzeccati nel momento in cui tutto sembrava perso, come ha spiegato lo stesso coach nel dopo-partita: <<A volte questo sport regala cose incredibili, noi abbiamo giocato tre quarti orribili al termine dei quali ho chiesto alla squadra di perdere in modo onorevole. Cosa è successo l’hanno visto tutti. Vincere in un ambiente così fantastico è bellissimo, spero che adesso i miei giocatori si convincano sulle cose che possiamo fare. Penso sia inutile parlare di tattica  sinceramente adesso, però l’intensità degli ultimi 15 minuti comunque è stata incredibile e ci ha dato la misura di cosa possiamo fare. Questa vittoria deve darci una mano anche nel lavoro di tutti i giorni e nelle prossime partite>>.
Esultanza incredibile dei 250 sostenitori giallorossi al seguito, grande delusione e aria di burrasca biancoblù nonostante l’accoglienza incredibile riservata ad un Matteo Montano che ha poi pagato l’emozione con una prova difficile ma infine esaltata dalla vittoria del gruppo. Ora Ravenna può e deve guardare con grande fiducia alle due prossime partite casalinghe, contro Verona e Montegranaro.
Commenta
(Visited 28 times, 1 visits today)

About The Author