CNU 2015: tris di Bologna, Torino ancora secondo

Tutto come un anno fa. Sul gradino più alto del podio alle Finali nazionali Universitarie ci sale ancora il CUS Bologna, ma la medaglia d’argento del CUS Torino vale davvero poco meno dell’oro dei felsinei, grandissimi favoriti della vigilia e presentatisi all’epilogo di Fidenza con una formazione super attrezzata per portare a casa il terzo titolo di fila (gli emiliani avevano già vinto a Cassino nel 2013).
A differenza di Milano 2014, stavolta il CUS Torino, alla quarta finale negli ultimi 5 anni, se la gioca fino in fondo, subendo l’allungo decisivo soltanto nei 5’ conclusivi.
Avvio senza timori riverenziali di Torino, che al 5’ comanda per 7-6 con Maino già a quota 5. La seconda metà di quarto è però tutta appannaggio degli emiliani, che ci provano all’8’ (9-13) e chiudono avanti al 10’ di 5 lunghezze dopo 7 punti consecutivi di Gasparin, autore di 12 dei 17 punti biancorossi.
Il secondo quarto è marchiato a fuoco dalla difesa di Torino: sono appena 7 (tre dei quali dalla lunetta) i punti concessi dai biancoblù nella decina. La fisicità di Bologna non paga, i falli si sprecano, il nervosismo pure: ne fanno le spese Iattoni e Agbogan sanzionati con un tecnico dopo qualche scintilla di troppo. Torino beneficia della bagarre e spinta dai canestri di Maino Draghici, tripla, e De Simone agguanta la parità e ribaltano tutto, chiudendo all’intervallo sul 29-24.
Bologna riparte alla grande: il break è importante e porta al 29-35 del 23’ frutto di 3 triple di fila, due di Poluzzi e una di Montanari.
Torino si aggrappa con le unghie agli avversari e torna per un paio di volte a -4: 39-43, 41-45. La seconda bomba di fila di Draghici (8 punti in un minuto e mezzo) rimette i biancoblù ad un solo punto: 44-45. A cavallo della mezzora Bologna però riprende fiato con un break di 0-6 , portandosi sul +7 al 32’ grazie a Pederzini, autore nel frangente tutti e 6 i suoi punti di giornata.
Torino non molla e a 6 minuti e mezzo dalla fine è ancora viva: il 46-51 è del caparbio Murta. Gli emiliani però non concedono spazio e per due volte toccano il +9: prima sul 46-55, quindi poco dopo sul 48-57. Torino è sulle gambe e non replica, così al 38’ Bologna tocca il massimo vantaggio sul 54-68 con un siluro del solito Gasparin e una coppia di liberi di Montanari. Torino perde per falli Russano, le prova un po’ tutte per fermare il gioco – time-out e falli sistematici – ma l’orgoglio le consente soltanto di non perdere altro terreno nei 50” che mancano alla fine.

CUS TORINO-CUS BOLOGNA 59-72
Parziali: 12-17, 29-24, 44-49
CUS TORINO: Chiotti, Quaranta, Alberti, Russano 3, Murta 9, Sacco, Taverna, Draghici 11, De Simone 12, Maino 24, Agbogan . All. Porcella.
CUS BOLOGNA. Montanari 15, Poluzzi 13, Riguzzi, Burresi, Iattoni 8, Gasparin 20, Pederzini 6, Chiappelli 6, Locci, Strotz 4. All. Lolli.

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author