Coach Antonio Petillo nello staff tecnico della Givova Scafati

La Givova Scafati Basket è lieta di annunciare l’ingaggio di Antonio Petillo, allenatore professionista che sarà inserito nel proprio staff tecnico a partire dalla stagione 2015/2016.
Il trainer napoletano, volto noto del PalaMangano per i suoi trascorsi in società, ritorna dopo diversi anni sulle sponde del Sarno, sposando il progetto di ampliamento e crescita del settore giovanile gialloblù, fortemente voluto dal patron Aniello Longobardi e dal presidente Alessandro Rossano.
Antonio Petillo ha mosso i primi passi da allenatore nell’anno 1977 a Napoli, dove è rimasto fino al 1998, sedendo, nell’ordine, sulle panchine di G. S. Moscati (fino al 1982), Fernandes (fino al 1989) e Posillipo (fino al 1998) e dove ha ottenuto molteplici promozioni nei campionati minori, oltre a varie finali interzonali con squadre giovanili. Dal 1999 al 2010 è stato un tesserato dallo Scafati Basket, dove ha rivestito il ruolo di capo allenatore e vice allenatore della prima squadra (conquistando anche la promozione in serie A2, da head coach, al posto del compianto Massimo Mangano nel 1999, nonché, nelle vesti di assistente, la serie A e la Coppa Italia di LegAdue nel 2006), oltre al compito di responsabile del settore giovanile (conquistando la finale nazionale juniores nel 2000). Contemporaneamente alla sua esperienza in gialloblù, ha ricoperto, dal 2003 al 2006 e poi nel 2011, l’incarico di referente tecnico territoriale in Campania del settore squadre nazionali. Nel 2007, infine, ha fondato, insieme a Francesco Mancini, l’A.S.D. Kouros Napoli, società sportiva che opera nell’area periferica a nord di Napoli (Miano, Scampia, Piscinola, Chiaiano), con la quale ha collaborato negli anni successivi, vincendo nel giugno 2013 il titolo regionale “under 15” (nati 1998), nel giugno 2014 il titolo regionale Eccellenza “under 15” (nati 1999) e nel giugno 2015 il titolo regionale “under 14” (nati 2001).
Conoscitore e collezionista di arte contemporanea, ha scritto di arte per il quotidiano Metropolis e la rivista mensile Albatros ed ha pubblicato tre libri: “Storie di basket vissuto” (editrice Casertana, 2001), “Storie di basket vissuto II” (editore Grafica del Golfo, 2004), “Ma che Belpresidente” (editore Guida, 2006).
Con lui, dall’A.S.D. Kouros Napoli, arriveranno alcuni giovani di belle speranze, promesse e talenti della pallacanestro regionale e nazionale.
Antonio Petillo ha così commentato il suo ritorno a Scafati: «Dopo le ultime soddisfazioni ottenute con la mia società Kouros Napoli, ho ricevuto, sorprendentemente, molte offerte, per allenare sia giovanili, che gruppi senjor. Benché avessi deciso da anni di non allenare più per conto di altre società, non ho saputo resistere al “richiamo” di Scafati, dove ho tanti amici ed ex allievi, a cui sono troppo legato. Ho così deciso di incominciare questa nuova collaborazione. Gli obiettivi sono quelli di rendere più competitivo il livello qualitativo delle giovanili di Scafati. Anche per questo, porto con me, dalla mia società, una decina di ragazzi di varie età che interagiranno e si integreranno con i ragazzi già presenti. Il tutto per innalzare il livello tecnico – agonistico generale e produrre una cultura cestistica più solida. L’ultimo gruppo che lasciai a Scafati erano i nati nel 1995 di Ferdinando Matrone e Luca Izzo, con i quali vincemmo il titolo regionale “under 15”. Allora collaborava con me Umberto De Martino, che ora è diventato un bravo e competente vice allenatore in prima squadra. Puntiamo a migliorare questi obiettivi basati sulla crescita dei singoli e, conseguenzialmente, anche dei gruppi».
Coach Antonio Petillo, che allenerà il gruppo “under 18”, affiancherà il confermato coach Umberto Di Martino nella direzione tecnica di tutto il settore giovanile, che comprende sia i gruppi denominati Givova Scafati Basket, che quelli denominati Pro Loco Scafati.
Queste le dichiarazioni di coach Umberto Di Martino, in merito al ritorno in gialloblù di Antonio Petillo e alle rinnovate progettualità del settore giovanile scafatese: «Il ritorno del “maestro” Petillo è un ulteriore segnale societario mirato ad migliorare la qualità tecnica del settore giovanile. Vogliamo creare, per i prossimi anni, gruppi sempre più competitivi, con l’obiettivo di giungere ad una crescita sostanziale di tutti i ragazzi delle giovanili. Puntiamo a formare giocatori in grado di far parte della prima squadra. Il nostro fiore all’occhiello sicuramente sono Izzo e Matrone, ma sono convito che nei prossimi anni riusciremo a portare sempre più scafatesi in prima squadra, tant’è che si aggregherà da agosto alla prima squadra anche un ragazzo classe 1999, segnale che la società crede molto nei giovani atleti locali ed intende valorizzarli».

Commenta
(Visited 68 times, 1 visits today)

About The Author