Coach Vitucci avverte i suoi in vista della sfida a Reggio Emilia: "Evitiamo cali di concentrazione e disattenzioni"

Coach Frank Vitucci ha incontrato questo pomeriggio i giornalisti presso la sala stampa
‘Antonio Corliano’ nel Palasport “E. Pentassuglia”.
Tema iniziale della conferenza, la tanto sospirata ritrovata vittoria in campionato dopo quattro
sconfitte consecutive: “Fondamentalmente siamo contenti della vittoria ottenuta con Varese,
era di vitale importanza tornare a prendere i 2 punti e muovere la classifica. Certo, ci siamo
complicati la vita con delle disattenzioni evidenti per superficialità o crollo improvviso di
concentrazione ma la reazione di squadra all’overtime è da sottolineare e non dare per
scontata. Dovevamo vincere e l’abbiamo fatto”.
Le prime tre partite sulla panchina biancoazzurra hanno denotato segnali positivi da diversi
giocatori prima sottotono: “Sappiamo che dobbiamo lavorare e migliorare ancora. Qualche
giocatore ha una forma mentis un po' sbagliata, qualcuno è reduce da problemi fisici e altri
ancora stanno crescendo di condizione fisica. Smith da questo punto di vista si sta rivelando
sempre più importante, crescendo di giorno in giorno come condizione fisica, così come Tepic
sta mostrando le proprie qualità. Recuperarlo a pieno regime era uno dei primi obiettivi che mi
ero prefissando al mio arrivo”.
Il prossimo turno di regular season prevede l’insidiosa trasferta al PalaBigi, casa della Grissin
Bon: “Reggio Emilia è sicuramente una squadra che ama correre e giocare a campo aperto,
sprigionando energia con i suoi giovani. Dovremo essere bravi nel controllare il ritmo di gioco,
capendo all’interno del match i momenti in cui accelerare o rallentare. Sappiamo che la
panchina può e deve darci di più, così com’è nelle loro corde. Complice l’assenza importante di
Giuri, le condizioni precarie di Cardillo e il rientro di Donzelli ognuno deve sacrificarsi e dare
quel quid in più. Avremo bisogno di un grande dispendio di energie fisiche e mentali nell’arco di
tutti i 40 minuti”.

Commenta
(Visited 22 times, 1 visits today)

About The Author