Concentramento Nazionale U19: la Virtus Taranto strappa il pass per le finali

Da Taranto a Perugia passando per Rende: prossima fermata, Vasto. Il sogno tricolore della Virtus Pallacanestro infatti continua e “volerà” fino in Abruzzo dove a maggio in palio ci sarà il tricolore per gli Under19. La squadra di coach Leale ha conquistato il pass per le finalissima nazionali entrando dalla porta principale, quella che si è spalancata con la vittoria del proprio Concentramento, il n.3, giocato a Perugia, dall’alto di un primo posto conquistato nell’ultima giornata battendo la Sam Roma al termine di un’altra partita vissuta col cuore in gola fino all’ultima sirena. Quella che ha visto la tripla di Campogrande sputata dal ferro sancendo il 62-60 a favore della Virtus trascinata ancora dalla coppia Bisanti (20 punti) e Conte (18) ma dove i vari De Iacovo, Terruli, Pentassuglia (10), Pannella (4), Stola (4), De Bellis (3), Alberti, Arcopinto (3), Bitetti e Fortunato, hanno contributo all’ennesima impresa di un gruppo straordinario guidato in Umbria, oltre che da coach Nicola Leale, dai suoi assistenti Sergio Voltasio e Sandro Albanese, e dal dirigente accompagnatore Nicola De Bellis. Ed il sogno, tricolore, continua…

SAM BASKET ROMA – VIRTUS TARANTO 60-62
Sam Roma: Vicini 7, Cianci 8, Addabro, Misino 11, De Lucia 2, Franceschina 3, Fiorucci 1, Cardinali 2, Perrotti, Legnini 10, Chakir, Campogrande 16. All. Benassi
Virtus Taranto: De Iacovo, Terrulli, Conte 18, Pentassuglia 10, Pannella 4, Stola 4, De Bellis 3, Alberti, Bisanti 20, Arcopinto 3, Bitetti, Fortunato. All. Leale.

Parziali: 17-23, 21-12, 17-26, 5-1
Arbitri: Leonelli e Pepponi

L´avvio è di marca capitolina, e arriva con i tiri pesanti di Campogrande e Vicini, che trascinano Roma avanti di 8 a metà gara. Taranto però ha dimostrato nell´arco di questi tre giorni di avere le doti caratteriali per non mollare anche in situazioni difficili, e risponde per le rime con Bisanti e Pannella per il meno 1. Previsione azzeccata: ancora Bisanti firma il sorpasso dalla lunga, ed il tecnico fischiato a Franceschina complica ulteriormente la situazione per i laziali. Tripla importante di Misino ma il contropiede di Taranto fa male e si accende anche Conte, che in campo aperto si esalta. La partita è spettacolare, i pugliesi corrono su ogni possesso, Roma accetta la sfida e non lesina le conclusioni in transizione. ancora Bisanti in percussione firma il 17-23 per i suoi alla prima sirena.

Misino prova ad accorciare, Campogrande si va valere a rimbalzo offensivo, con due squadre che giocano così aperto il break da una parte e dall´altra è sempre possibile. Assist di Cianci per Cardinali, chi mangia il lay-up da sotto, ma anche Stola conclude cortissimo sul rovesciamento di fronte. Ci vuole un time-out per recuperare energie e lucidità. Si lotta su ogni pallone, ma è la Sam ad avere lo spunto migliore, grazie prima a Misino e poi a Legnini che a ridosso della metà gara segna da sotto il più 3: 38-35

Si riparte con Misino ancora caldissimo: la difesa Romana recupera palloni importanti e proprio i recuperi propiziano il break che riporta saldamente la Sam in testa 43-35. Stola non ci sta e segna in entrata in mezzo a una selva di braccia, lo imita Conte che si guadagna un paio di preziose gite in lunetta. La Virtus prima torna a contatto e poi ancora rimette il naso avanti sul 43-46 capitalizzando i tiri liberi. Inerzia a favore della Puglia, giro e tiro a bersaglio di Pannella, coach Benassi pesca a piene mani dalla panchina, e trova con Cardinali una bella sbracciata da sotto. Cianci è il più caldo dei suoi, si guadagna la lunetta e guida i biancorossi a meno 1. Gli risponde il solito Conte che sbaglia, ma è il più pronto sul rimbalzo e in tap in realizza e subisce fallo. Bella partita, grandi emozioni. Ora tocca a Bisanti segnare con il fallo, gli arancio sono in vantaggio di 7: 49-56. Due triple di Campogrande a stretto giro di posta: siamo di nuovo testa a testa. Arcopinto per Taranto allunga in chiusura di terzo quarto sul 55-61, punteggio dal quale si parte per la volata finale.

Ancora una tripla di Campogrande dal centro, poi Cianci per due volte fallisce il da in entrata il canestro che avrebbe potuto siglare il riaggancio definitivo. Siamo a metà dell’ultimo quarto, il tabellone dice 58-62 e possesso Taranto.

Quinto fallo di Pannella sulla palla vagante, canestro da sotto di Vicini, meno 2. Per diverse azioni nessuno riesce a sbloccare la situazione, il gioco si fa concitato a meno di due minuti dalla fine. Cardinali fallisce un´ottima occasione di sotto, poi per due volte ancora la Sam avrebbe nelle mani la palla per il pareggio, ma non entra niente. I coaches vogliano parlarci sopra, e chiamano un time out per parte, manca un minuto e 23 secondi. Niente da fare, il tabellone resta inchiodato sul 60-62. L´ultima possibilità a 7 secondi dalla fine, sarà nelle mani della Sam.

Taranto spende il fallo non avendo il bonus, e poi rimane col fiato sospeso sull´ultima conclusione di Campogrande da tre, che impatta di nuovo sul ferro ed esce. Termina quindi 60-62, un punteggio che di fatto qualifica entrambe le squadre per le Finali, anche se prima o seconda posizione saranno determinate dall´esito dell´ultimo match. Parziale dell´ultimo quarto? 5-1!!

Riepilogo risultati CONCENTRAMENTO n.3

Pall. Recanati – SAM Basket Roma 52-92

Basket Bassano – Virtus Taranto 65-63 dts

Pallacanestro Recanati – Virtus Taranto 75-76

Sam Roma – Basket Bassano 62-57

Sam Roma – Virtus Taranto 60-62

Recanati – Bassano 90-85

Classifica: Virtus Taranto 4, Sam Roma 4, Recanati 2, Bassano 2

TARANTO E SAM ROMA QUALIFICATE

Commenta
(Visited 8 times, 1 visits today)

About The Author