Concentramento Nazionale U19: Virtus Taranto ko solo all’overtime con Bassano

Comincia in salita ma con la testa altissima la Virtus Pallacanestro Taranto il Concentramento Nazionale Under19 Elite. Nella prima giornata, la squadra di coach Leale, inserita nel raggruppamento 7 di Perugia, ha perso solamente all’overtime e dopo una gara tiratissima contro il Basket Bassano: 65-63 il punteggio finale. Una partita giocata punto a punto dai ragazzi orange trascinati da Conte (25 punti) Bisanti (15) e Pannella (11). Nel finale al cardiopalma decide un canestro di Rossi mentre l’ultimo tentativo di Bisanti per l’ennesimo pareggio non ha fortuna.

Oggi alle 17 seconda partita contro la Pallacanestro Recanati.

BASKET BASSANO – VIRTUS TARANTO 65-63 dts

Basket Bassano: Bortoli 17, Mancinelli, Idiaru 8, Statua 2, Toniato 8, Casale, Dal Zovo, Pagnon 13, Zonta 6, Rossi 3, Lago 8, Trento. All. Piotto

Virtus Taranto: De Iacovo, Terulli, Conte 23, Pentassuglia 6, Pannella 11, Stola, De Bellis 5, Alberti, Bisanti 15, Arcopinto, Bitetti 3, Fortunato. All. Leale.

Parziali: 16-13, 25-26, 15-17, 11-11, 8-6

Arbitri: Pepponi e Giovannetti

Grande equilibrio e tensione palpabile nell´avvio della quarta partita della prima giornata: le difese hanno il sopravvento sugli attacchi, con Taranto costantemente in pressing e Bassano molto solida nel gioco interno. Al primo vantaggio veneto risponde efficacemente Conte con un gioco da tre punti e poi con un canestro da lontano che riporta i suoi a meno 1 (10-11).

E´ a rimbalzo e nelle giocate atletiche che Bassano sembra poter avere qualche vantaggio, ed è proprio da una carambola conquistata da Idiaru che i ragazzi di Piotto riescono a prendere la spinta per portarsi in testa. Bisanti però la pensa diversamente e la mette da tre, tenendo i suoi in scia (13-16).

Torna capitan Pagnon in avvio della seconda frazione, e la sua presenza si sente su entrambe le metà campo: più 10, Lago e Bortoli protagonisti. Coach Leale ne ha visto abbastanza e spende un time-out per scuotere i suoi. Ed in effetti i pugliesi con Pannella e le scorribande di Conte si riportano sotto (26-21 a metà frazione).

Taranto però non riesce a trovare la giusta continuità e viene punita dolorosamente due volte in contropiede da Idiau, scivolando di nuovo a meno 12. Tripla di Bisanti per provare a rientrare, poi recupero e canestro ancora di Conte che riporta i blu-arancio sotto di 6. Tiri liberi e rimbalzi offensivi mantengono però i veneri a distanza di sicurezza, in una gara piacevole ad alto quoziente di fisicità ed agonismo.

Il tema del match non cambia dopo l´intervallo, ma Bassano commette l´errore di innervosirsi un po´, becca prima un antisportivo e poi un tecnico, mentre Bitetti sotto canestro diventa una brutta gatta da pelare. In attacco il pallino è nelle mani di Conte, che con uno zig-zag in mezzo all´area rimette la Virtus in corsa: 41-35.

I ragazzi di Piotto però non si disuniscono, rispondono con la 1-3-1 e respingono con pazienza e concretezza la rimonta avversaria. Arriva un tecnico anche alla panchina pugliese, ma siamo sempre lì, i tarantini sono capaci di accelerazioni improvvise ed il finale sembra ancora tutto da scrivere. Ed infatti basta poco, un canestro dall´angolo di Conte ed un contropiede di Bisanti per rimettere tutto in discussione: 46-43. Alla volata finale si arriva in perfetta parità: il canestro proprio sulla sirena di De Bellis ha pareggiato i conti a quota 46.

Il vento soffia a favore di Taranto: Conte firma il sorpasso ma i tarantini non concretizzando un paio di contropiede che avrebbero potuto scrivere una parola importante sull´esito del match. Bassano è in rottura prolungata, ma basta un recupero e una tripla firmata da Lago per tornare punto a punto. Toniato e De Bellis si rispondono da tre, Zonta ancora da lontano da una parte, dall´altra la caparbietà di Pannella sotto canestro: finale appassionante. Ancora i neri dalla lunga, di là Conte con il rimbalzo offensivo: 57 pari, ultimo minuto. Banale persa di Bassano per attraversare la metà campo, ma Taranto non trova la via del canestro. Bortoli si mangia il lay up, ultimo possesso per i pugliesi. Bassano spende un fallo ed un time out, sarà rimessa con 4 secondi da giocare, c´è aria di overtime. Altro fallo (non c´è bonus) e nuova sospensione con 2 secondi sul cronometro, la preghiera lanciata in aria da Bisanti è palesemente corta, siamo stati facili profeti: supplementare, l´epilogo comunque più giusto per la gara più combattuta della giornata.

E´ il Basket Bassano il primo a scotersi portandosi avanti di cinque, ma i tarantini trovano ancora la forza per tornare lì con l´inesauribile Conte e poi con De Bellis da tre. Di nuovo pari a quota 63 a un minuto e poco più dalla fine. Un libero di capitan Pagnon porta i suoi avanti di uno con 34 secondi da giocare e possesso Taranto: coach Leale disegna la rimessa durante il time-out, l´attacco è ben eseguito ma non porta risultati, e inevitabilmente la Virtus deve spender un fallo: 0 su due ai liberi ma Rossi conquista un rimbalzo preziosissimo e poi mette un personale, più due ma ultima palla per Taranto. Manca pochissimo, Bisanti si butta dentro ma non trova la via del canestro. Vince Bassano al termine di un´autentica battaglia, compimenti ad entrambe.

Commenta
(Visited 28 times, 1 visits today)

About The Author