Costa d'Orlando, preso il quarto titolare: è Kevin Cusenza

Kevin Cusenza rappresenta un altro importante tassello dell’ASD Costa d’Orlando. Dopo Serigne Abdoul Ahad Fall il reparto lunghi si rafforza ulteriormente con l’arrivo dell’ex Acireale cresciuto tra Casalpusterlengo e Olimpia Milano.

Fisico e mani da ala, il trapanese classe ’93, ha infatti cominciato la sua carriera partendo dalla trafila giovanile di Casalpusterlengo e Olimpia Milano. Kevin Cusenza, 201 cm, ha esordito in un campionato nazionale nel 2011-12, quand’era in rosa con Desio, in DNC. Dopo un biennio con l’Aurora, è tornato a casa per partecipare al precampionato con Trapani (DNA GOLD). Da lì è stato girato a Mazara (DNC) e poi a Bari (DNA Silver).

Comincia a prendere forma la squadra che coach Condello sta allestendo per la prossima stagione. Dopo le riconferme di Marinello e Sgrò, i nuovi arrivati Fall, l’argentino Boffelli e Cusenza rappresentano degli innesti di grandissimo spessore che pongono la Costa d’Orlando come seria pretendente alle alte sfere del prossimo campionato di serie C.

Sono assolutamente entusiasta e non vedo l’ora di iniziare a lavorare con il preparatore e i miei nuovi compagni, ha dichiarato Kevin Cusenza in vacanza dalla Thailandia. Sono estremamente contento di essere stato chiamato da coach Condello per un ruolo da vero protagonista in una squadra che ha grandi ambizioni come la nostra. La squadra, continua il neo giocatore dell’ASD Costa d’Orlando, sta cominciando a nascere, giorno dopo giorno, tra conferme e nuovi acquisti componendo un gruppo veramente forte con carattere e personalità. Esperienza e gioventù in un mix perfetto. Non conoscevo prima dello scorso campionato coach Condello e lo ringrazio per l’opportunità che mi ha dato. Probabilmente proprio la buona prestazione della passata stagione contro la mia nuova squadra lo ha convinto. Spero vivamente, continua Cusenza, di fare bene sia per me che per il coach e la società. Ecco, proprio sulla società vorrei esprimere un elogio perché di questo tipo, con ottimi progetti, grinta e volontà di fare bene non se ne trovano molte nel sud Italia, soprattutto tra le minor e tutto questo fa bene allo sport e alla sua crescita. Capo d’Orlando, conclude il neo acquisto, è la città dei sogni per fare basket. Ho tanti amici che hanno giocato lì a partire dal mio idolo Marco Caprari che mi ha già fatto sapere che sono finito in ottime mani”.

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author