Pallacanestro Crema, arriva Su Stentu Sestu

Quinta giornata del girone di ritorno, con la Pallacanestro Crema che ospita la formazione sarda dell’Accademia Su Stentu Sestu, all’inconsueto orario delle 15.30, per favorire il ritorno sull’isola degli avversari.

I “Pirates” sono tornati al successo domenica scorsa, domando sul parquet amico Alto Sebino e riagganciando a quota 8 punti l’Argomm Iseo sull’ultimo gradino della graduatoria, tenendo così vivo il discorso salvezza.

La formazione di coach Sassaro, dopo un girone di andata nel quale ha pagato lo scotto del salto di categoria, ha raccolto due successi nelle ultime cinque giornate, dimostrandosi formazione pericolosa, da non sottovalutare.

La dirigenza isolana ha ben operato nel mercato di riparazione, rinforzando il roster con la guardia Scodavolpe, accreditato lo scorso anno di 18 punti di media nel girone C, e con l’ala forte Giuliano Samoggia, in uscita da Piacenza, grande specialista in fatto di promozioni, che torna in Sardegna dopo cinque anni.

I due nuovi arrivati, ben noti a Pat Baldiraghi che li ha allenati a Riva del Garda ed Olbia, hanno aumentato prolificità e pericolosità della formazione sarda, che come Iseo due domeniche fa dovrà cercare punti su ogni terreno da qui alla fine della regular season.

Nella stessa situazione, in ottica playoff, si trovano i leoni cremaschi, che hanno pagato con un record di una vinta e quattro perse la serie di infortuni del mese di gennaio, vedendo così avvicinarsi pericolosamente in classifica una Desio in gran forma, capace di espugnare il Palambienti di Orzinuovi, e l’Hikkaduwa Milano, ormai distanti solo quattro punti in classifica.

Crema sarà ancora priva del proprio playmaker Pasqualin, con Manuelli e Liberati ad alternarsi in regia.

Interessanti i duelli sotto le plance, dove Bozzetto dovrà fare la voce grossa contro l’argentino Laguzzi e De Min e Tardito limitare Samoggia, 36 punti nelle due P rime uscite in maglia Su Stentu.

Anche domenica pomeriggio dovremo attenderci forti emozioni al PalaCremonesi.

Marco Cattaneo

Commenta
(Visited 32 times, 1 visits today)

About The Author