Crema-Geas, primo grande test in arrivo Zanotti: “Come un anticipo di playoff”

Dopo l’esordio con il botto nel vernissage casalingo contro Carugate (+33), per il Geas arriva subito un altro derby lombardo in quella che è una delle trasferte più complicate della stagione. La prima partita lontano da casa (palla a due domenica 16 alle ore 18) è infatti su un parquet non semplice come quello di Crema, dove l’anno scorso la squadra di Luca Visconti ha vinto 11 delle 13 partite di stagione regolare. Certo però le rossonere viste così brillanti sabato scorso danno la sensazione di potersela giocare.

LE AVVERSARIE – La Tec-Mar nella passata stagione è andata a soli 40 minuti dalla promozione in A1, perdendo la decisiva gara3 di finale playoff contro La Spezia, e anche quest’anno si ricandida come una delle principali accreditate per fare strada, considerando che ha mantenuto le giocatrici più importanti dello scorso anno, cui ha aggiunto un paio di ritorni di peso. La straniera è la 32enne lunga lettone Ieva Veinberga, al suo quinto anno in A2 e secondo consecutivo a Crema, dove l’anno scorso ha raccolto 15.9 punti e 7.6 rimbalzi di media. Il reparto più denso di talento è però quello delle esterne, dove spicca il trio di prodotti locali formato dal cavallo di ritorno Martina Capoferri (guardia di ritorno da una stagione in A1 a Vigarano), dalla bandiera Paola Caccialanza (ultime cinque stagioni sempre in doppia cifra di media) e dalla 23enne in rampa di lancio Norma Rizzi (18 punti alla prima giornata contro Bolzano). Completano le rotazioni principali Martina Picotti, di ritorno dal Sanga, oltre alle lunghe Gilda Cerri e Cecilia Zagni, la playmaker Camilla Conti e la promettente 18enne Francesca Parmesani: un gruppo che è insieme da anni.

La Tec-Mar è già stata affrontata due volte in prestagione, con una vittoria per parte: 59-54 per il Geas nel torneo di Brescia e successiva sconfitta delle rossonere 55-42 nella finale del Trofeo Pasquini, giocata due settimane fa proprio sul parquet di Crema.

COACH ZANOTTI – “Ho riguardato quella partita persa e spero che il nostro approccio sia differente. Giocheremo contro una squadra forte e su un campo difficile quello che è già un match importante in chiave playoff. Loro sono una squadra che gioca molto bene, composta da giocatrici che si trovano alla

perfezione e si passano la palla a cento all’ora. Il reparto esterno dà sempre un grande apporto, mentre magari sotto canestro pagano un pochino di gap in più rispetto a noi. Per questo motivo dovremo cercare di tenere bene gli 1vs1 in difesa contro le piccole e a spezzargli un po’ i ritmi di gioco, mentre in attacco dovremo riuscire a dare la palla dentro. E’ una squadra che l’anno scorso ha già fatto molto bene arrivando in finale e in più ha aggiunto Picotti e Capoferri, quindi si può assolutamente dire che domenica affronteremo una delle squadre più forti di tutta la A2”.

Ufficio Stampa Geas

Commenta
(Visited 16 times, 1 visits today)

About The Author