Cremona, Sacchetti: "Sassari non una partita come la altre"

La Vanoli torna in campo domenica a mezzogiorno e lo fa affrontando la trasferta di Sassari, una trasferta certamente particolare per Darius Johnson-Odom ma soprattutto per Drake e Travis Diener e coach Meo Sacchetti. E proprio l’allenatore della Vanoli presenta così l’incontro nella conferenza stampa organizzata presso l’Enoteca Vino e Sapori di Cremona, sponsor biancoblu:
“Per la storia mia e dei giocatori che hanno giocato in maglia Dinamo quella di Sassari non sarà certamente una partita come le altre. Tornare a Sassari penso che sarà un po’ diverso per ciascuno di noi. Io, come ho già avuto modo di dire, ci sono già passato, Drake anche, in un paio di occasioni, per Travis invece sarà la prima volta. Sicuramente, avendo lasciato un buon ricordo, il popolo sardo sarà felice di rivederlo. Darius invece ci terrà sicuramente a far vedere il giocatore che è e che a Sassari, nel breve periodo in cui vi ha giocato, non sono riusciti a vedere. Credo che sia giusto che un giocatore che torna in un posto dove ha giocato ci tenga a lasciare un buon ricordo e questo vale anche per lui. Andiamo a giocare in un posto che è stato ed è importante per il basket italiano. Andiamo a giocare contro una squadra che è stata capace di vincere di oltre venti punti contro Milano per poi perdere in casa contro Capo d’Orlando, una squadra capace di molti alti e di qualche basso, speriamo di trovarla in questa seconda condizione. Per quel che ci riguarda, dopo aver di fatto raggiunto il primo step della nostra stagione, andiamo a Sassari per giocarci le nostre carte. E’ logico che vincere sarebbe importante per portare la nostra squadra sul due a zero negli scontri diretti, ma poi sappiamo che mancheranno ancora nove partite al termine del campionato. Per questo per ora pensiamo solo a quella di domenica”.

Commenta
(Visited 19 times, 1 visits today)

About The Author