Cuore e sofferenza: la Ecoelpidiense torna a sorridere

Ecoelpidiense Stella P.S.Elpidio – Mola di Bari 86-76

Parziali: 17-22, 40-41, 66-51
Arbitri:Bianchi e Bergami
Spettatori: 700

Ecoelpidiense Stella: Caridà 17, Torresi 5, Del Brocco ne, Andreani 5, Boffini 15, Rossi 16, Cavoletti ne, Tortù 20, Vallasciani 2, De Leo. All.Schiavi.

Mola di Bari: Biasich 11, Mazzarano, Musci 2, Bastone 22, Di Donna 16, Pavone 5, Calò, Angelini 15, Stimolo, De Leone. All.re Cazzorla.

PORTO SANT’ELPIDIO – Torna il sorriso in casa Ecoelpidiense Stella ma quanta sofferenza per piegare Mola che alla fine cede 86-76 dopo aver per lunghi tratti spaventato e non poco i biancoazzurri. L’ennesima travagliata settimana elpidiense ha un epilogo felice nonostante la febbre di Tortù che ha impedito al lungo sangiorgese di allenarsi con continuità e lo stop del neo arrivato Del Brocco causa risentimento al polpaccio. Quintetto obbligato per coach Schiavi che parte con Torresi e Tortù sotto le plance. L’avvio è però è da dimenticare: i ragazzi di Mola sono delle schegge impazzite, la difesa elpidiense concede di tutto e la gara prende da subito una brutta piega. 5-15 in un amen ed Ecoelpidiense Stella impaurita ed incapace di trovare il bandolo della matassa. Al primo intervallo è 17-22 per i pugliesi. Senza perdersi d’animo, un passo per volta, i biancoazzurri mettono il naso avanti con Andreani (25-24) ma è soltanto un illusione. Mola non si scompone, continua con il suo ritmo forsennato e trova ancora canestri dall’arco con incredibile facilità. P.S.Elpidio con Rossi e Caridà tiene botta, Torresi nel pitturato lotta come un leone e all’intervallo è 40-41 per gli ospiti. Sarà battaglia fino alla fine nonostante, al ritorno dagli spogliatoi, la Ecoelpidiense Stella è finalmente fluida e sciolta. E’ ancora Caridà ad avere la mano caldissima, Tortù non in perfette condizioni si fa sentire e la difesa finalmente stringe le maglie. Per gli ospiti ora è difficile trovare la via del canestro, i soli dieci punti a referto lo testimoniano. Alla penultima sirena è 66-51 per i biancoazzurri sospinti da un tifo da play off.
Con l’inerzia tutta a favore però P.S.Elpidio non trova il colpo del ko bensì abbassa la tensione e come successo con Monteroni permette all’avversario di avvicinarsi fino al -6 (81-75) a poco più di un minuto dalla sirena. Boffini è però lucido e freddo, il fallo sistematico non premia Mola e per i biancoazzurri è finalmente ora di sorridere.
Mola sarà avversario tosto per chiunque, Ecoelpidiense Stella ancora troppo a sprazzi ma oggi l’unica cosa davvero importante erano i due punti. Domenica prossima a Bisceglie altra battaglia da affrontare però con maggiore serenità.
Nota di merito al pubblico che ha risposto presente ai numerosi appelli lanciati in settimana, ultras calorosi e vicini alla squadra per un fattore ambientale che è stato decisivo.

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author