Cuore infinito! Maggio sale in cattedra e trascina Napoli a gara-5: a Cassino finisce 74-78

Missione compiuta, Napoli la porta a gara-5. La Generazione Vincente espugna Cassino, riuscendo a gestire un vantaggio accumulato nel terzo periodo, quando il Cuore ha svestito i panni della capolista e ha ritrovato umiltà e apporti decisivi dalla panchina. La difesa ha fatto la differenza, nello specifico quelle di Ronconi e Matrone sono state determinanti nelle fasi più delicate della partita.

L’avvio è griffato Napoli: i canestri di Nikolic e Visnjic, coronati dalla tripla di Mastroianni, lanciano la squadra di Ponticiello sul 2-7 che costringe Vettese a chiedere subito il timeout dopo 3′ di gioco. La Virtus si ritrova e la tripla di Petrucci ricuce lo strappo sull’8-9. Il Cuore sbaglia un paio di letture difensive che permettono a Cassino di riportare il punteggio in parità a quota 12 col piazzato di Bagnoli che risponde a quello precedente di Visnjic. Del Testa porta in vantaggio i laziali con una tripla, Nikolic nel pitturato è inarrestabile e accorcia, ma il giovane serbo commette ingenuamente il secondo fallo che lo costringe alla panchina. Cassino allunga sul +4 con la tripla di Valesin, il Napoli perde un brutto pallone in attacco e Ponticiello cerca di scuotere i suoi con un timeout. L’uscita dal minuto di sospensione non è quella sperata, però, con Del Testa che trova un’altra tripla. Mastroianni prima della fine del quarto inchioda una schiacciata, che fissa il punteggio del primo quarto sul 21-16 in favore dei frusinati.

Il secondo periodo si apre con un’altra conclusione dall’arco di Valesin e l’ennesima palla persa in attacco da Napoli. Il Cuore serra la difesa e forza una palla persa, Nikolic e Ronconi accorciano sul -6 (26-20). Sotto canestro gli azzurri concedono troppo però, e Bagnoli domina nel pitturato; i tiri da tre non sono costruiti efficacemente e il centro di Cassino continua a colpire dalla media: la Virtus sale sulla doppia cifra di vantaggio, ma Nikolic e Maggio riaccorciano di nuovo, con più decisione. La tripla in transizione del capitano, infatti, vale il 30-27 a favore di Cassino. Aumenta l’intensità dei lunghi napoletani, quando si passa alla difesa a zona: Matrone diventa un fattore pazzesco, con intercetti e stoppate, ma Nikolic ferma fallosamente Petrucci e viene richiamato in panchina con tre falli. Il capitano è ispiratissimo, segna e fa segnare due volte Visnjic per il -1 (34-33) e sempre Maggio sigla il sorpasso con la tripla che costringe Vettese al timeout. L’infrazione di 24 secondi di Cassino galvanizza gli azzurri, che dall’altro lato vanno a segno con Marzaioli. I padroni di casa non trovano più canestri dal campo, ma segnano un punto messo a referto da Quartuccio in lunetta a fine secondo quarto, dopo un tentativo di sgambetto di Visnjic sanzionato con un fallo antisportivo. Il primo tempo si chiude dunque sul 35-38 in favore del Napoli.

Nella ripresa, Napoli vede iscriversi alla partita Andrea Barsanti con gli unici punti della sua gara e tenta la fuga sulla tripla di Maggio, ma Panzini dall’arco riesce a segnare e trasforma anche il libero supplementare per il fallo del numero 9 napoletano (43-46). Dopo quattro minuti di gioco, il Cuore va per la prima volta in lunetta dall’inizio della gara con Visnjic, che fa 2/2 e che manda in bonus gli azzurri. Cassino si rifà sotto con la tripla di Del Testa che vale il -2, Ponticiello richiama Marzaioli dalla panchina e come al solito Domenico risponde presente: l’ex brindisino va a segno e contemporaneamente viene commesso fallo in area su Visnjic, che realizza i due liberi per il 46-52. Petrucci colpisce ancora, Napoli commette fallo in attacco con Maggio e Ronconi rientra subito in campo: gli azzurri hanno bisogno della sua difesa competente, per provare a staccare la Virtus. La scelta paga dividendi: Murolo imbeccato da Maggio sigla la tripla del 49-57, per il massimo vantaggio ospite. Petrucci e Sergio siglano il mini-parziale di 4-0, interrotto dai liberi di Maggio. Il capitano del Cuore è in trance agonistica e firma la tripla del +8. Il duello tra Petrucci e Ronconi è esaltante, ma il miglior attacco batte sempre la miglior difesa e il virtussino segna cinque punti fondamentali per tenere Cassino aggrappata alla partita sul 58-64.

Dopo diversi errori di entrambe le squadre, i primi canestri del quarto periodo sono di Bagnoli, migliore dei suoi, bravo a farsi trovare pronto sotto canestro. Con la Virtus a soli due punti di distanza, Ponticiello chiede il minuto di sospensione. Il Cuore continua a non trovare il canestro, Cassino passa in vantaggio con la tripla di Sergio, che vale il 65-64 con oltre 6′ da giocare ancora. Nikolic e Maggio fermano l’emorragia e con gli ospiti nuovamente in vantaggio, è Vettese a chiedere il timeout. E’ inutile: Valesin sbaglia dall’arco, dall’altro lato Maggio sfida Bagnoli, crea separazione col crossover e lancia Napoli sul +5. Ma per la Virtus il peggio si verifica poco dopo: Bagnoli è falloso in attacco e commette il quarto personale, Mastroianni è perfetto dall’arco per il 65-73 che lancia la volata della Ge.Vi. a 3′ dalla sirena. Nel momento di difficoltà, Cassino si affida al solito Petrucci: la tripla del numero 19 vale il 70-74 a novanta secondi dal termine. Il Cuore non la chiude, Maggio commette fallo in attacco ma dalla parte dei napoletani c’è il cronometro, che segna soltanto 56 secondi. Vettese manda in campo Panzini, Ponticiello si affida a Ronconi: la tripla veloce di Petrucci, pressato dal numero 16 azzurro, colpisce soltanto il tabellone. Maggio ai liberi è perfetto, Napoli si porta sul +6 con 25 secondi rimasti e il coach laziale chiede il timeout. Del Testa però sbaglia la tripla e le ultime speranze della Virtus Cassino si spengono sul ferro: il capitano del Cuore mette la ciliegina ad una prestazione sontuosa con l’ultimo viaggio in lunetta; solo per le statistiche, la tripla di Panzini. Mercoledì dunque, appuntamento al PalaBarbuto, l’ultimo atto della serie a gara-5.

VIRTUS CASSINO – CUORE NAPOLI BASKET 74-78
(21-16, 35-38; 58-64)

VIRTUS CASSINO: Birindelli 2, Bagnoli 18 (10 rim), Del Testa 9, Petrucci 17, Panzini 13, Marsili, Sergio 7, Quartuccio 2, Valesin 6, Serra NE.
CUORE NAPOLI BASKET:
Nikolic 12, Murolo 3, Ronconi 2, Visnjic 15 (12 rim), Barsanti 3, Rappoccio, Mastroianni 8, Matrone 2, Marzaioli 4, Maggio 29.

Si ringrazia per le immagini Giuseppe D’Ambrosio.

 

Commenta
(Visited 372 times, 1 visits today)

About The Author

SALVATORE MALFITANO Classe ’94, napoletano, studente di legge e giornalista. Collaboratore per Il Roma dal 2012 e per gianlucadimarzio.com, direttore di nba24.it e tuttobasket.net. Appassionato di calcio quanto di NBA. L'amore per il basket nasce e rimarrà sempre grazie a Paul Pierce. #StocktonToMalone