Cuore Napoli-Balletti Viterbo 77-53: Visnjic trascina, per Napoli è fuga in testa

 

Vincere, per non perdere la testa della classifica: era questo l’imperativo per il Cuore Napoli Basket, chiamato ad una prova solida contro la penultima Viterbo. L’inizio degli ospiti lascia presagire una partita equilibrata: le mani calde di Ingrillì tengono la Stella Azzurra a contatto nei primi minuti. Napoli fa fatica a trovare buona spaziature offensive e si affida più volte all’iniziativa personale di Nikolic (7 punti nella frazione), che manda velocemente in bonus i suoi: Listwon e Ianuale, infatti, sono costretti ad abbondante anzitempo il campo con rispettivamente 2 e 3 falli. La squadra di Ponticiello non riesce a produrre lo strappo decisivo: il primo quarto si conclude sul 19-14. Come in precedenza, la Stella Azzurra comincia con intensità il periodo: dopo il primo canestro della gara di Visnjic sul pick&roll con Marziaioli, i viterbesi recuperano due palloni importanti, convertiti in sei punti consecutivi (21-20); Ponticiello chiama timeout. Il coach viene presto accontentato: Napoli risponde con un controparziale identico firmato da Visnjic, Mastroianni (bravo a rimbalzo offensivo) e Marzaioli (primo canestro in azzurro) e si riporta sopra di cinque (27-22). Ingrillì ancora propone soluzioni offensive efficaci che portano Viterbo sul -3 (29-26), ma il Cuore Napoli ristabilisce il divario grazie all’ottimo impatto di Erra e soprattutto Ronconi dalla panchina; proprio quest’ultimo regala il massimo vantaggio agli azzurri con un gioco da tre punti (non concretizzato) che chiude il primo tempo sul 40-30.
Al rientro dagli spogliatoi, Visnjic sale in cattedra: due triple e un recupero che lancia il contropiede concluso da Nikolic, con Napoli che dà lo strattone decisivo alla gara sul 51-32. Viterbo prova la timida reazione con Cianci e Rovere, ma lo scarto resta consistente: 57-41 con 4′ da giocare nel periodo. Il terzo quarto si conclude sul 63-45, che non preoccupa Ponticiello. L’ultimo quarto è per le statistiche, specialmente quelle del veterano serbo del Cuore Napoli che chiuderà la gara con una doppia doppia di spessore. L’highlight lo regala a 5′ dalla sirena Marzaioli, che va a segno con la tripla subendo fallo: dalla lunetta, il libero trasformato dà 21 punti di vantaggio agli azzurri (69-48). Non da meno è la splendida azione che porta Murolo a realizzare con il fallo dopo lo splendido assist di Barsanti dietro la schiena. Il finale dice 77-53, con gli azzurri che scattano in vetta dopo la sconfitta di Valmontone sul campo di Cefalù. Napoli tocca quota 32 punti in classifica, che ne certificano le ambizioni di promozione in A2. Per la gioia di una tifoseria, ristretta (in circa 500 presenti al PalaBarbuto oggi) ma accorata, che finalmente ritorna a sognare.

NAPOLI – Rappoccio, Murolo 2, Barsanti 6, Mastroianni 11, Ronconi 8, Erra , Marzaioli 10, Maggio 7, Visnjic16 , Nikolic 9.

VITERBO – Ingrillì 10, Listwon 4, Ciampaglia 4, Cattaneo 5, Meroi , Rovere 14, Cianci 12, Casanova 2, Ianuale 2, Gasparri.

Parziali: 19-14; 40-30; 63-45.

 

 

 

Commenta
(Visited 188 times, 1 visits today)

About The Author

SALVATORE MALFITANO Classe ’94, napoletano, studente di legge e giornalista. Collaboratore per Il Roma dal 2012 e per gianlucadimarzio.com, direttore di nba24.it e tuttobasket.net. Appassionato di calcio quanto di NBA. L'amore per il basket nasce e rimarrà sempre grazie a Paul Pierce. #StocktonToMalone