Finalmente Napoli! Il Cuore vince con merito contro la Virtus Roma 83-78

Una storica prima vittoria, che dà fiducia al progetto tecnico e societario, messo in discussione dopo un avvio terribile. Il Cuore Napoli Basket torna a battere e regalare sorrisi, conquistando una vittoria meritata contro la Virtus Roma. Un successo che sembrava essere consolidato, ma che è stato messo in discussione nel finale.

Coach Ponticiello decide di affidarsi dal primo minuto al neo acquisto Basabe, alla sua seconda partita col Cuore Napoli. Il primo canestro, però, arriva con Mattia Mastroianni. La Virtus dall’altro lato risponde colpo su colpo e nessuna delle due squadre riesce a trovare un allungo nel primo quarto. L’ala napoletana sale in cattedra nel finale di tempo, dando ai padroni di casa il massimo vantaggio fino a quel punto, di +5 (22-17), con una conclusione dall’arco. Roma però trova due punti con Landi, che riducono a un solo possesso le distanze. Nel secondo quarto l’inerzia della sfida passa tutta a favore di Napoli, che dopo tre minuti scatta già sul +9, grazie alle realizzazioni di Fioravanti e Sorrentino. Per vedere il primo canestro ospite del periodo, bisogna attendere cinque minuti, quando Benetti frena l’emorragia sul 33-22. Gli attacchi restano fermi per un po’, finché la Virtus non va ancora a segno, con Maresca che conclude dopo il contropiede sbagliato da Basabe. Ponticiello chiama timeout, al rientro Roma decide di schierarsi con la difesa a zona. I napoletani fanno rientrare Maggio, col preciso compito di mettere pressione a Baldasso: la scelta è felice e vengono riconquistati due palloni importanti che aprono ai canestri di Nikolic. Due liberi di Vucic e il tiro di Mascolo concludono il primo tempo sul 41-29.

Al rientro dagli spogliatoi, Roma sembra entrare con un piglio differente. Baldasso accorcia sul -6, ma Nikolic e Carter sono bravi a tenere a distanza gli avversari. Tuttavia, Napoli perde la brillantezza offensiva del primo tempo, ma riesce comunque ad assicurarsi un corposo vantaggio: le triple di Carter e Sorrentino siglano l’allungo sul 59-43, con la frazione che si conclude sul 61-46. Ma la partita è tutt’altro che finita: la Virtus mette insieme nove punti nei primi due minuti, con la tripla di Baldasso come ultimo canestro che convince Ponticiello per il timeout. Il Cuore però perde il bandolo, Thomas piazza la tripla a cui seguono due canestri di Roberts. Vucic mette una pezza dalla lunetta, a 6’ dal termine il punteggio recita 67-62. Carter sembra ridare tranquillità ai napoletani, ma gli ospiti firmano un nuovo parziale il vantaggio si assottiglia a tre lunghezze (73-70) con i liberi di Thomas. Carter segna due liberi per il +5, Maresca risponde in penetrazione, ma è ancora l’americano di Napoli a mettere a segno una tripla decisiva (78-74). La Virtus sbaglia i successivi due possessi e comincia il valzer del tiro libero. Il Cuore ha la mano ferma, Baldasso la tiene viva fino alla fine con la penetrazione che a nove secondi dalla sirena firma il -3. Sorrentino però segna dalla linea della carità i punti che danno a Napoli la certezza di aver centrato la prima vittoria stagionale. Al PalaBarbuto finisce 83-78.

CUORE NAPOLI BASKET: Nikolic 18, Maggio, Mastroianni 5, Fioravanti 2, Sorrentino 13, Vangelov 11, Mascolo 9, Basabe 2, Carter 23.
VIRTUS ROMA: Thomas 22, Maresca 10, Roberts 12, Benetti 8, Vedovato 5, Baldasso 12, Landi 9, Basile, Lucarelli.

Commenta
(Visited 235 times, 1 visits today)

About The Author

Ugo Amato Nato a Napoli nel 1982. Appassionato di fotografia, ho frequentato vari corsi e workshop, e di basket sin dall'età di 10 anni. Collaboro, come fotografo, con vari siti sportivi che si occupano prevalentemente di "serie minori".