Cuore rossoblù, al Forum l'Angelico supera Roma

Ancora una importantissima vittoria in chiave salvezza e distanza di sicurezza dalla zona play-out per l’Angelico Biella che al Forum supera l’Acea Roma con il punteggio di 75-71. È stata una gara combattuta per tutti i quaranta minuti, con i rossoblù a condurre quasi sempre nel punteggio ma gli ospiti determinati a rimanere a contatto per sfruttare un eventuale calo degli uomini di Carrea. L’Angelico non ha però ceduto minimamente ed è entrata nell’ultimo minuto di gara con un ragionevole margine di sicurezza. È mancata soltanto la ciliegina sulla torta, ovvero il riuscire a ribaltare il -6 dell’andata nella Capitale, ma non c’è comunque nessun motivo di rammarico dopo una gara disputata da tutti i giocatori al meglio delle loro possibilità.

Primo quarto. Il quintetto rossoblù vede in campo Venuto, Ferguson, De Vico, Saunders e Infante; Attilio Caja schiera invece Meini, Voskuil, Maresca, Olasewere e Callahan. Nonostante due difese attente le squadre trovano il canestro con continuità e restano a contatto, poi l’Angelico prova ad allungare con un parziale di 7-2 e sale fino al 15-11, trovando però la risposta da tre di Meini. De Vico e Pierich ricostruiscono il vantaggio, Voskuil accorcia in entrata ma Ferguson replica a fil di sirena e la frazione si chiude con Biella avanti 21-16 e nessun fallo a carico (tre quelli di Roma).

Secondo quarto. Pierich e Meini centrano il bersaglio grosso, La Torre schiaccia in entrata contro la difesa schierata ma poi non riesce a evitare, nonostante l’ottima difesa, la prima tripla di Voskuil. Pierich riavvia il discorso con un canestro e tre liberi su tre (fallo di Maresca sul tiro da oltre l’arco) per il 31-22. Il vantaggio Angelico non va in doppia cifra perchè Olasewere accorcia con una schiacciata e un libero su due, Pierich sale a quota 12 ma poi deve accomodarsi in panchina con tre falli a carico. Maresca converte i liberi, poi arriva il terzo fallo anche per Olasewere e la risposta di Saunders (35-27). L’Acea rientra con cinque punti consecutivi di Bonfiglio e, dopo il libero di Ferguson, si porta a un solo possesso di distacco con Callahan. Infante e Benetti tengono il punto ma nell’ultimo minuto segna solo l’Angelico, con due liberi di De Vico: 40-36.

Terzo quarto. Quintetti iniziali, Olasewere accorcia, De Vico risponde poi Roma consuma i 24 secondi ma l’Angelico non ne approfitta e Voskuil punisce da tre. Saunders raccoglie un rimbalzo d’attacco e converte ma prima Meini e poi ancora Voskuil colpiscono da lontano portando avanti gli ospiti sul 44-47. Ferguson si iscrive alla gara di tiro centrando una tripla da otto metri, poi De Vico con 4 punti consecutivi costringe coach Caja al time-out. Mancano più di tre minuti alla sirena ma alla ripresa Roma perde palla per infrazione di 8 secondi, segnando poi con Olasewere da sotto. Ferguson rimedia, De Vico incrementa dalla lunetta ma prima della fine Callahan mette una tripla dall’angolo, Meini fa zero su due dalla lunetta ma l’ultimo possesso è comunque per l’Acea che segna con Voskuil in entrata: 55-54.

Ultimo quarto. Olasewere e Pierich hanno quattro falli a testa e restano in panca, Ferguson concretizza un 2+1, Callahan segna due liberi poi però commette fallo dalla parte opposta, protesta e si prende un tecnico, Ferguson segna il libero ma l’Angelico non sfrutta l’extrapossesso e Roma torna al -1 con due liberi di Olasewere, prima di venire ricacciata indietro da De Vico (tripla) e Ferguson. Sul 64-58 Olasewere segna ancora in entrata ma trova la puntuale risposta di Infante. A metà frazione arrivano tre liberi per gli ospiti, ma prima Infante e poi Pierich dalla lunetta segnano il nuovo +7 sul 70-63. Time-out a 3’25” dalla sirena, schiacciata di Callahan seguita, dopo una persa per parte, dalla tripla pesantissima di Venuto allo scadere dei 24” per il 73-67. L’Acea si affida ancora ad Olasewere ma nell’ultimo minuto si entra con l’Angelico a +8 grazie a due liberi di Ferguson. La partita sembra decisa, si gioca per ribaltare il passivo dell’andata (-6), Voskuil segna due liberi, Ferguson chiama l’isolamento ma sbaglia di un soffio la tripla e Olasewere va in lunetta per altri due liberi: 75-71 a meno di quattro secondi dalla fine, time-out Biella e rimessa da centrocampo, palla a Ferguson, raddoppiato, che non può tirare. Finisce così, ma per i ragazzi di Carrea ci sono comunque soltanto applausi.

Angelico Biella-Acea Roma 75-71

Parziali: 21-16, 40-36, 55-54.

Angelico Biella: Ferguson 18, Banti, La Torre 2, Infante 13, Venuto 3, Pollone n.e., De Vico 18, Saunders 7, Rattalino n.e., Pierich 14, Svoboda. All.: Carrea.

Acea Biella: Olasewere 19, Meini 9, Maresca 5, Leonzio, Callahan 14, Flamini, Benetti 2, Voskuil 17, Casagrande n.e., Bonfiglio 5. All.: Caja.

Arbitri: Boninsegna, Saraceni, Ferretti.

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author