CUS Jonico: Berzins ceduto, le parole del general manager Conversano: "Vediamo cosa offre il mercato"

Il giovane under lettone lascia la maglia rossoblu e si accasa in Salento. Conversano: “Vediamo cosa offre il mercato”. Ufficiale: Taranto-Vieste posticipata alle ore 18:30

Dopo la seconda vittoria consecutiva, contro Manfredonia, che ha fatto il paio con il colpaccio di Monopoli, il Cus Jonico Basket Taranto ha ripreso a lavorare in vista del sempre delicato e sentito derby: domenica prossima si fa visita alla Valentino Basket Castellaneta.

Al Palatifo non ci sarà Tomass Berzins. Il giovane under lettone dalla prossima gara giocherà con la canotta della Nuova Pallacanestro Monteroni. Una decisione consensuale tra il giocatore e la società cussina proprio nell’interesse e nel processo di maturazione dello stesso Berzins a cui il Cus Jonico augura il meglio per il prosieguo della stagione e per il suo futuro.

Aggregato alla prima squadra il giovane under bulgaro Alexander Vitanov ala/pivot, anche lui impegnato quest’anno nella DNG con la Fortitudo Francavilla allenata proprio da coach Olive, al pari di Manuel Cito e Maurizio Mattei.

Il general manager Roberto Conversano su un eventuale ritorno sul mercato è sereno: “Sicuramente lo stiamo monitorando molto attentamente con il ds Vito Appeso tramite i nostri contatti con procuratori e agenti. Vediamo cosa succederà nei prossimi giorni”.

Intanto una cosa è certa, ufficiale, la prossima partita casalinga del Cus Jonico slitta di mezz’ora. Domenica 16 febbraio la palla a due della partita contro la Sunshine Vieste verrà alzata alle ore 18:30, sempre al Palafiom. Ma tempo al tempo, prima c’è un derby da vincere bissando il successo dell’andata.

FONTE: Ufficio Stampa CUS Jonico Basket Taranto

Commenta
(Visited 111 times, 1 visits today)

About The Author

Martino Ruggiero Nato a Taranto, trasferito a Roma tre anni fa per inseguire il mio sogno e per studiare Giurisprudenza, 21 anni. Seguo qualsiasi sport da quando sono nato. Per la pallacanestro ho fatto il giocatore, l'allenatore e il telecronista ma i tasti più consumati del mio telecomando sono quelli che mi portano al calcio. Amante delle storie sportive, da raccontare, da leggere e da ascoltare. Appassionato di viaggi, non conosco un stato d'animo diverso dall'ottimismo.