Cus Jonico TA a Castellaneta, il derby visto dal giovane Cito

17ª giornata Serie C Gold: Taranto al Palatifo contro una Valentino rivoluzionata. L’under rossoblu vuole ripetere la gara con Manfredonia: “Devo lavorare tanto per migliorare”

Non sarà una partita come le altre. Per tanti motivi. C’è il derby e questa è un’insidia maggiore sulla strada del Cus Jonico Basket Taranto impegnato sul parquet della Valentino Basket Castellaneta nella 17° giornata del campionato di serie C Gold. Mancano sempre meno partite alla fine della regular season e i punti in palio da qui all’ultimo turno avranno un peso fondamentale nella corsa ai playoff. La squadra di coach Olive, reduce da 6 vittorie nelle ultime 7 gare, è in piena corsa per le prime 4 posizioni, a braccetto con Lecce all’inseguimento di Molfetta a -2 e Monopoli a -4.

Protagonista degli ultimi due successi con la capolista Monopoli e Manfredonia, è stata anche la panchina rossoblu che ha dato minuti e punti vitali. Tra questi si è messo in evidenza il giovane Emanuel Cito. La guardia classe 2001 di 186cm, in doppio tesseramento con la Fortitudo Basket Francavilla nel campionato giovanile DNG under 18, aggregato inizialmente alla prima squadra si è guadagnato col passare del tempo spazio e minuti, qualche punto fino alla doppia cifra, 10 punti, realizzata domenica scorsa contro Manfredonia. È lui il protagonista verso il derby.

Sei andato in doppia cifra domenica scorsa giocando una gran gara. Come l’hai vissuta? Raccontaci le tue emozioni. Ho provato le stesse emozioni che provo ogni volta che vado in campo, ovviamente andare in doppia cifra è un qualcosa di più, però la cosa importante era fare una buona gara.

Sei stato catapultato quest’anno dalle giovanili della Fortitudo alla prima squadra del Cus Jonico. Come ti sei trovato in una squadra di “pro” e in un campionato così difficile? Inizialmente ero timoroso perché sapevo che il campionato pugliese di C Gold non era per niente facile, però con l’andare del tempo ho iniziato a capire come funziona e devo dire che ora mi trovo a mio agio in questo campionato, per quanto riguarda il salto dalle giovanili ai pro non è stato molto difficile ambientarmi perché grazie ai consigli dei miei compagni di squadra e dello staff ho capito subito che tipo di mentalità servisse

Che tipo di giocatore sei? Parlaci un po’ di te. Definirmi giocatore è un parolone (sorride, ndr) però in generale preferisco giocare in campo aperto perché è dove riesco a esprimere meglio le mie qualità inoltre mi piace giocare l’uno contro uno, ovviamente in un campionato del genere serve qualcosa in più che in questo momento mi manca ovvero un tiro affidabile però è una cosa su cui sto lavorando e spero di raccogliere il prima possibile i frutti.

Cosa pensi del campionato che sta giocando il Cus Jonico? Sicuramente essere terzi fa piacere però credo abbiamo sprecato qualche occasione nel girone di andata comunque sia stiamo facendo un buon campionato in un torneo abbastanza equilibrato.

Domenica c’è il derby a Castellaneta, che gara sarà? Per loro, ma anche per noi tarantini, non sarà una qualsiasi partita ma il derby quindi ci saranno molte emozioni questo sarà accentuato dal fatto che andiamo a giocare sul loro parquet nel loro palazzetto.

Sarà una Valentino Castellaneta molto rivoluzionata rispetto a quella che perse al Palafiom all’andata. Una stagione abbastanza complicata per i biancorossi costretti all’esilio di Martina per tutta la prima parte di stagione e poi all’inizio del girone di ritorno le dimissioni dello staff tecnico, peraltro ex Cus Jonico, con coach Leale che ha lasciato vacante la panchina insieme agli assistenti Voltasio e Minafra. Da quel momento sono arrivate la vittoria, in autogestione, contro Altamura e la sconfitta di Monteroni. In mezzo l’arrivo in panchina di coach Francesco Longobardi. Della squadra affrontata all’andata, fermi restando gli ex Moliterni e Pancallo, e i vari Gaudiano, l’ala forte lituana Matas Budrys, l’esperto play De La Cruz, c’è da registrare l’innesto a inizio anno del centro olandese Manou Cristal Malalu che ha preso il posto di Marshall.

Palla a due domenica 9 febbraio alle 18 al PalaTifo di viale Aldo Moro; arbitreranno Di Vittorio di Ruvo e Procacci di Corato.

FONTE: Ufficio Stampa CUS Taranto Basket

Commenta
(Visited 33 times, 1 visits today)

About The Author

Martino Ruggiero Nato a Taranto, trasferito a Roma tre anni fa per inseguire il mio sogno e per studiare Giurisprudenza, 21 anni. Seguo qualsiasi sport da quando sono nato. Per la pallacanestro ho fatto il giocatore, l'allenatore e il telecronista ma i tasti più consumati del mio telecomando sono quelli che mi portano al calcio. Amante delle storie sportive, da raccontare, da leggere e da ascoltare. Appassionato di viaggi, non conosco un stato d'animo diverso dall'ottimismo.