Cus Torino - Golfo Piombino, pregara

A Torino con un unico obiettivo, la vittoria !!!

Biancani festeggia le 100 presenze in gialloblù

Torino squadra falcidiata dalle assenze, Fevola uno dei migliori del 2013/14 ed il giovane Chiotti mancano da quattro gare, Quaranta altro giovanissimo messosi in luce anno passato sta recuperando da un infortunio e non ha mai giocato in questa stagione.
Infortuni a parte il Cus di questa stagione si poggia sulle spalle di un solo grande vecchio il centro Pavone centro classe 84 ex Alessandria, mestierante della categoria che ha fatto molto bene in riva al Tanaro la passata stagione e poi una nidiata di giovani, come è nella tradizione CUS, fra questi spiccano i nuovi acquisti il play Maino classe 91 proveniente da Pescara, pericolo numero uno per la difesa piombinese, quasi 17 punti di media partita e un 40% lusinghiero nel tiro da tre per il quarto miglior marcatore del girone, l´ala grande Sabbadini classe 93 reduce da un buon campionato a Montegranaro, 203 cm e mani educatissime, come Maino 40% nel tiro dalla lunga, poi la guardia italo argentina classe 89 Murta di ritorno a Torino dopo un esperienza in Legadeue Gold a Biella e infine Tuci, centro classe 92 ultima conferma di fine mercato.
Le uniche due vittorie di Torino sono state alla seconda di campionato in casa con Mortara e la settimana passata a San Giorgio dopo un supplementare, in quest´ultima gara un importante contributo è arrivato anche dai giovanissimi Calzavara, 11 punti , Russano 8 e Alberti 5, in una partita caratterizzata da difese un po´ poco attente, tanti 84 punti per due squadre che in precedenza viaggiavano sui 62 Torino e sui 68 punti di media i lombardi, comunque vittoria fondamentale per il morale dei piemontesi dopo sei sconfitte consecutive .
Il Cus Torino nonostante la buona prova offensiva di San Giorgio resta comunque ancora il secondo peggior attacco del campionato con 63.6 , la seconda peggior difesa con 74.8 e la squadra che perde più palloni , quasi 19 a partita.
Sulla sponda piombinese la squadra è attesa di nuovo all´esame trasferta, dopo il test contro Bottegone rimandato a dicembre il giudizio sul suo rendimento lontano da casa, giudizio che sarà più attendibile dopo aver visto il comportamento della squadra in queste due trasferte dicembrine che, se il Basket Golfo vuole continuare a coltivare ambizioni importanti, non può che puntare a vincere entrambe.
Per quanto riguarda proprio le trasferte, c´è un dato che ci conforta , il rendimento della squadra non subisce variazioni importanti fra casa e trasferta 61.6 a 60.3 la valutazione e 67.8 contro 67.7 la media punti, oltretutto lontano dal Palatenda abbiamo per ora affrontato tre squadre che orbitano nelle prime posizioni della classifica e solo con Bottegone abbiamo rischiato di perdere in modo pesante, poi però chiudendo a meno tre con due tiri per poter impattare il match.
Proprio prendendo spunto dalla partita di Pistoia c´è da sottolineare la capacità della squadra di reagire, dimostrazione di carattere che non è mancata nemmeno nella recente vittoria con Monsummano, ma guardando indietro le reazioni c´erano state anche dopo le non buone partenze contro Empoli e Sangiorgese, partite che poi siamo stati capaci di portare dalla nostra, magari non saremo in grado di gestire una partita e vincerla tranquillamente come è successo a Valsesia, siamo abituati a soffrire, ma nella sofferenza ci carichiamo e troviamo energie a volte insperate.
Sperando di recuperare Iardella, domenica relegato in panchina per problemi alla schiena e in attesa del miglior Gabellieri, magari al pistolero l´atmosfera piemontese farà bene, ricordando i 30 punti ad Alessandria anno passato, ci godiamo il magic moment di Pozzi e Maggio, la solidità di Bianchi, Biancani e Marmugi e una panchina che ci dà sempre un importantissimo apporto.
Per Giuliano Biancani sabato sarà un giorno particolare, raggiunge infatti le 100 presenze con la maglia gialloblù, secondo solo a capitan Guerrieri che arriva a quota 158, un grazie da tutti i tifosi al generosissimo “Giulio” per quanto ha fatto e quanto ancora farà con questa maglia.

Fonte: Addetto Stampa Stefanini Stefano

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author