Cus Torino, il punto sulle giovanili

UNDER 19 ELITE
Il CUS Tkc doveva vincere, e magari farlo pure di 6 punti. Invece i biancoblù cadono rovinosamente, mandando all’aria quanto di buono fatto nel primo tempo con uno sciagurato terzo periodo in cui concedono troppo ai mortiferi tiratori di un Tortona spietato e cinico al punto giusto nel momento giusto.
Ritmo indiavolato fin dalla palla a due, con gli alessandrini più pronti (4-7) e i padroni di casa che, prese le misure, pareggiano (12-12) in contropiede con Ciccomascolo a servire in area capitan Erbì. Ripartenze veloci, cadenze da gran premio di motociclismo, poche concessioni alla razionalità, ogni palla sembra quella risolutiva, il tutto condito da un nervosismo controllato e mai oltre i limiti del regolamento.
Il CUS Tkc sembra girare l’inerzia dalla sua all’inizio secondo quarto: Panuello la mette da posizione impossibile con il benevolo aiuto del ferro e poi replica da tre: 25-19. Tortona risponde, ma incassa un tiro aperto di Ciccomascolo da oltre l’arco che tocca solo la retina, e poi un gancione ancora di Panuello spinto dentro dalla tabella: così per due volte il CUS Tkc tocca il +7, la seconda sul 34-27 al 18’. Il terzo +7 fa da premessa ad un antisportivo contro i biancoblù. Proprio allo scadere del 20’ però Ciccomascolo la spara da oltre 8 metri: 42-34.
Po la sosta Torino perde la bussola: sul 46-41 i biancoblù vanno in bambola, in evidente difficoltà sulle rotazioni difensive, dove i bianconeri ospiti si procurano spazio per infilarla a ripetizione. Billi mette un paio di missili, Tava e Carosi fanno il loro, il lungo Frattalone conclude in proprio, ma soprattutto, in evidente vantaggio fisico sulla marcatura, apre invitanti linee di passaggio per i tiratori. Il gioco dentro-fuori frutta al Derthona il sorpasso, con tripla di Billi, e l’allungo, sempre da lontano. Sul 46-51 arriva anche un fiscalissimo tecnico al coach di casa Casaccia, il Derthona dilaga con altri tre di Tava: 46-55 (break di 0-14).
Tarenzi prova a mantenere viva la fiammella del CUS Tkc, che apre l’ultimo periodo a zona. Il nuovo break di 0-10 nei 2’ iniziali del quarto, ancora e sempre propiziato da Frattalone Billi e Tava, taglia però una volta per tutte le gambe ai torinesi.

CUS TORINO TKC-DERTHONA 66-87
Parziali: 18-18, 42-34, 52-60
CUS TORINO: Murgia 8, Panuello 8, Pierini 4, Tarenzi 4, Erbì 9, Scuderi, Gerini romagnoli, Mazzilli 2, Ciccomascolo 20, Iovino 6, Vitrotti 5. All. Casaccia.
DERTHONA: Billi 19, Carosi 14, Tava 18, Camera 4, Pieroni 6, Balestrieri 12, Albagini 2, Scabini, Pilati, Frattalone 12. All. Casalone.

UNDER 17 ECCELLENZA
Non per nulla la Junior Casale è la capolista del campionato e il CUS Tkc naviga ad una ventina di punti di distanza. Alla Panetti va tutto come da pronostico e gli alessandrini, nonostante qualche assenza non di poco conto, impongono la legge del più forte, giocando con la testa giusta dal primo all’ultimo secondo.
Sull’onda dell’entusiasmo per la vittoria ad Arona, forse dal CUS Tkc ci si aspettava qualcosa di più, ma i biancoblù cadono ancora una volta vittime di se stessi (troppi i black-out, troppe le forzature, troppi gli svarioni), oltre che in balia di accoppiamenti difensivi a cui non possono porre rimedio per la differenza fisica e tecnica.
Inizio promettente del CUS Tkc che recupera dal 2-6 con Bottiglieri dalla lunga distanza e passa avanti grazie a Gastaldi e a un contropiede di Di Gennaro, che costringe la Junior a riparare in time-out: 10-9. I monferrini non prendono sottogamba l’impegno e l’avversario e iniziano a pressare dalla rimessa. Per qualche minuto Torino ci sta dentro replicando ai tentativi casalesi di allungo con una bomba di Bottiglieri e le penetrazioni di Fantolini e Damiano: 19-21. La gara si decide di fatto nell’ultimo minuto e mezzo del primo quarto: la pressione, il gioco dentro l’area avversaria e il predominio a rimbalzo offensivo fruttano agli ospiti un break di 0-9 che li porta sul 19-30.
Casale gira di squadra che è un piacere e continua a mettere pressione su ogni giocata, tentando sempre l’anticipo nei pressi dell’arco, il CUS Tkc fa una fatica pazzesca a costruire gioco e la sua perimetralità lo porta in più di un’occasione lontanissimo dal ferro. Così il distacco tocca i 20 punti ad una quarantina di secondi dall’intervallo: 30-50.
Dopo la sosta i biancoblù si ripresentano a zona ma il vantaggio ospite non accenna a diminuire, anzi, complici pure le numerose palle perse dai padroni di casa gonfia fino al 38-68 del 28’. L’orgoglio spinge il CUS Tkc nel quarto periodo, ma, nonostante un altro paio di triple di Bottiglieri, il passivo finale è comunque molto pesante.

CUS TORINO TKC-JUNIOR CASALE 58-89
Parziali: 19-30, 30-53, 41-75
CUS TORINO: Damiano 5, Bianchelli 2, Fantolino 6, Di Gennaro 3, Bottiglieri 26, Girino 2, Brighenti, Chiarello, Gastaldi 4, Verga 2, Racca 8. All. Lastella.
CASALE: Todeschino 2, Denegri 9, Raiteri 14, De Ros 19, Zorgno 9, Buffa, Gioda 12, Ghezzi 14, Berutti 6, Colli 4. All. Cardani.

UNDER 15 REGIONALE
Il Derthona si presenta alla Panetti con soli 6 elementi a referto. Non che manchi l’impegno dei bianconeri, ma di fatto la partita, quella per il risultato, dura meno di un quarto. Sul 27-6 dell’11’ il CUS Tkc ha già messo in tasca i due punti, gli ospiti, beneficiando pure delle ampie rotazioni, e dei tanti errori al tiro, specie da sotto, dei padroni di casa, si mantengono su un distacco dignitoso per tutta la terza frazione. Salvo poi scontare la stanchezza nella quarta.

CUS TORINO TKC-DERTHONA BASKET 73-39
Parziali: 25-6, 35-16, 48-27
CUS TORINO: Akoua 4, Terzi 6, Tibs 2, Olmoti 2, Marchisio 7, Perone 4, Adrignolo 6, David 16, Gallina 2, Versaci 6, Baviello 7, Tello 10. All. Tavella.
DERTHONA: Perriello, Angeleri 3, Rolando 14, Zanchetta 8, Davio 4, Santoro 10. All. Noli.

UNDER 14 ELITE
Il risultato in arrivo dalla Crocetta (vittoria del Grugliasco) costringe il CUS a vincere sul campo del Il risultato in arrivo dalla Crocetta (vittoria del Grugliasco) costringe il CUS a vincere sul campo del Reba per centrare la qualificazione al girone Top. E il CUS non tradisce, passando d’autorità e mettendo insieme una valida prestazione corale.
Dopo un primo quarto nel complesso equilibrato e combattuto, la squadra di coach Francesco Italia prende il largo già nel secondo parziale: 17-26.
La palla gira tanto e bene, e si vedono parecchi assist, specie da parte di Marchisio e Mittica, ottimo in avvio di periodo. Buona nel frangente anche la prestazione di Tiberti (a referto in totale con ben 12 punti).
Dopo aver messo in cassaforte il risultato e la qualificazione nel terzo quarto grazie soprattutto ad Akoua e Saccotelli (27-48 al 30’), il CUS da largo spazio alle rotazioni, gestendo al meglio il vantaggio.

REBA BASKET-CUS TORINO 34-57
Parziali: 11-14, 17-26, 27-48
REBA: Sibilie 2, Gagliardi 3, Munno 3, Marra, Melito 6, Di Gioia, Pittatore, Verzicco 18, Di Leonardo 2, Matarozzo, Camoletto, Mercuri. All. Finali.
CUS TORINO: Moglia 4, Akoua 14, Marchisio 4, Buri 1, David 4, Distratis 2, Mittica 4, Giacummo 2, Saccotelli 10, Brizzolara, Tiberti 12, Balbo. All. Italia.

UNDER 13 ELITE
Primo successo esterno della stagione per il CUS, che, già vittorioso nella gara casalinga di andata, concede il bis nel ritorno contro il Franzin Valnoce. Deciso il parziale di 24-9 del secondo quarto che fa pendere in maniera decisa l’inerzia della gara dalla parte dei biancoblù. Che poi nella terza frazione consolidano il vantaggio, salvo poi concedere qualcosa nell’ultima decina.
Alle 11 l’ultimo impegno della prima fase: alla Panetti arriva la Granda Cuneo capolista del girone.

FRANZIN VALNOCE-CUS TORINO 54-70
Parziali: 13-16, 22-40, 34-57
CUS TORINO: Avino 12, Morandi 6, Dosio 2, Bertolani 15, Durante 13, Pirani 2, Piccinelli 6, Focato 4, Pizzonia 6, Ventura 2, Porcella, Badariotti 2. All. Ferrauto.
FRANZIN VAL NOCE: Mosca 13, Costantini 1, Puleo, Soubal Ferrer 2, Corino 13, Marenco 10, Mazzarella 3, Lanza 2, Fabi, Magnano 2, Salvai, Romano 8. All. Petrucci.

Finché le rotazioni obbligate costringono anche il Cuneo a far riposare qua e là gli elementi migliori, il CUS tiene il passo, e anche in maniera egregia. Quando invece, ad inizio ripresa, i cambi diventano liberi, la capolista prende il largo trascinata dagli immarcabili Castellino e Lucia.
Primo tempo bellissimo, soprattutto per merito di un CUS che non sconta alcun timore riverenziale e, dopo il 3-7 inaugurale, inizia ad attaccare il canestro avversario con le efficaci penetrazioni di un incontenibile Pirani (11 nel primo quarto) ben imbeccato da Bertolani: 10 punti di fila del ‘lungo’ biancoblù consentono a Torino di ribaltare il punteggio con un break di 8-0 e poi di tenere in scacco una Granda capace di stare davanti di un solo possesso soltanto grazie ai tiri liberi: 15-17 al 13’. Durante, con 7 punti nella frazione, finalizza il gioco dei biancoblù, tutti ben presenti e vogliosi di fare bene: 23-25 al 19’.
Dopo la pausa, come detto, cambia tutto: Lucia e Castellino guidano l’attacco cuneese, il CUS si fa pescare più volte fuori equilibrio e subisce il contropiede ospite. Il vantaggio cuneese tocca la decina al 24’ sul 27-37 e va oltre poco dopo. Con le unghie il CUS prova a tenere duro e ci riesce per qualche minuto, salvo poi cedere nell’ultimo periodo. Passivo finale esagerato per quanto visto in campo: applausi al Cuneo, ma pure al CUS.

CUS TORINO-CUNEO GRANDA BASKETBALL 41-76
Parziali: 13-13, 23-27, 34-49
CUS TORINO: Avino 4, Alessandria, Morandi 4, Dosio, Bertolani 5, Durante 11, Pirani 11, Piccinelli 2, Focato, Pizzonia, Ventura 4. All. Ferrauto.
CUNEO: Bruschetta 7, Rovera 1, Mereta 4, Castellino 25, Tallone 2, Sessa 2, Lucia 22, Origlia 11, Casella 2, Berardo, Rosso, Lauria. All. Tempesta.

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author