Davide Guidi è il nuovo preparatore del Basket Golfo

Riceve l’eredità di Baldi e Frolli entrambi ascesi alle categorie superiori

Nato a Venturina il 5 giugno del 1988, ha sempre coltivato una grande passione per lo sport ed in particolare per il basket, nel quale è arrivato a giocare in C ad Orvieto nel 2007/08 e anche in B2, nel ruolo di ala, con Trento e Marostica, nel biennio dal 2008/2010..

Davide si racconta: “Vengo da 10 anni di pallacanestro giocata partendo da Venturina e trasferendomi al Don Bosco Livorno per le giovanili e successivamente ho avuto esperienze in C e B, salvo poi smettere causa infortunio nel 2009, mi iscrivo a scienze motorie, con l’idea di continuare a mantenere lo sport al centro della mia vita. Al termine dell’università, inizio a specializzarmi sull’attività posturale e inizio il percorso alla scuola SIOTEMA (scuola osteopatia e terapie manuali) dove conseguirò il diploma questo 21 novembre, in parallelo (dal 2014) inizio la mia collaborazione con   il Club Futura di Venturina, dove svolgo il ruolo di chinesiologo e osteopata.

In questi anni ho avuto una piccola parentesi (1anno) con il Valdicornia Basket nel curare la preparazione di due gruppi giovanili, e l’opportunità che si é presentata con il Golfo ha sicuramente suscitato in me forte interesse, ho percepito da subito la voglia di fare bene e la carica positiva. Sarà un anno particolare per molti aspetti e mettermi in gioco, in questo contesto, renderà la cosa più stimolante. Mi impegnerò al massimo nel curare l’aspetto atletico, sul quale abbiamo già iniziato il lavoro di programmazione. in attesa del primo allenamento. Buona fortuna a noi!!!”

A Davide diamo il più caloroso benvenuto nella grande famiglia del Basket Golfo!!!

FONTE: Ufficio Stampa Basket Golfo

Commenta
(Visited 29 times, 1 visits today)

About The Author

Martino Ruggiero Nato a Taranto, trasferito a Roma tre anni fa per inseguire il mio sogno e per studiare Giurisprudenza, 21 anni. Seguo qualsiasi sport da quando sono nato. Per la pallacanestro ho fatto il giocatore, l'allenatore e il telecronista ma i tasti più consumati del mio telecomando sono quelli che mi portano al calcio. Amante delle storie sportive, da raccontare, da leggere e da ascoltare. Appassionato di viaggi, non conosco un stato d'animo diverso dall'ottimismo.