De' Longhi Treviso - Bakery Piacentina, pregara [aggiornato]

da sito ufficiale Treviso Basket 2012:

La De’ Longhi Treviso, capolista incerottata, torna al Palaverde con Piacenza (venerdì 20.30)

De’ Longhi Treviso capolista imbattuta con 14 punti dopo 7 giornate di campionato, torna al Palaverde per la 8° giornata della Serie A2 Silver che verrà giocata in anticipo domani alle 20.30 per indisponibilità dell’impianto domenica, contro la Bakery Piacenza.
Coach Pillastrini non avrà ancora Fantinelli e Cefarelli (schiena). 

Piacenza ha soli due punti in fondo alla classifica, ha perso ultimamente (es domenica all’overtime con Recanati) partite di un soffio, ma il suo roster presenta nomi importanti, su tutti il play Rodolfo Rombaldoni, 38 anni, medaglia d’argento alle Olimpiadi di Atene ’96 e giocatore di provata esperienza. L’ex veronese combina per 14.3 punti, 3 rimbalzi e 3.6 assist a partita, 24 punti per lui contro Recanati nell’ultimo turno. Da tenere d’occhio il lituano Sorokas, ala da 15 punti e 7.3 rimbalzi a sera, e con lui la guardia Hill, canadese che viaggia con il 45% da tre (14 punti). Dovrebbe mancare un altro uomo di grande esperienza, il centro Infante (11 e 6.5 rimbalzi) che forma con Italiano (10+4) una coppia di lunghi temibile, e poi anche importante è Rossetti (11 punti domenica) che dà sostanza al reparto ali.
Arbitri: Ascione (Ce), D’Amato (Rm), Mottola (Ta)
-Botteghini del Palaverde aperti dalle ore 19.15, ancora disponibili biglietti per ogni ordine di posto. Under 14 ingresso gratuito, Under 25 biglietto scontato a 5 euro.
-Ci sarà sugli spalti la Scuola di Tifo I Draghi per Under 14, organizzata da Coop Comunica e Provincia di Treviso in collaborazione con TVB.
-Negli intervalli esibizione hip hop delle Puppets.
-Attiva anche la collaborazione con Ca’ Foscari Alumni, con ingresso agevolato per i “ca’ foscarini” dell’ateneo veneziano.
 
RADIO – diretta radiofonica su Radio Veneto Uno (97.5 mhz) o in streaming audio su www.venetouno.it
 
Stefano Pillastrini, coach Treviso:
“E’ una settimana “corta” perchè giochiamo di venerdì e questo ci penalizza un po’ nel recupero degli infortunati, infatti oltre a Fantinelli ci mancherà ancora Cefarelli e ho anche altri giocatori che si sono allenati a singhiozzo per acciacchi vari. Comunque siamo in pista e stiamo preparando con attenzione la partita. Rispetto a gare come quella con Omegna, una partita come questa puo’ essere insidiosa perchè si rischia di considerarla una partita facile da giocare in casa, tutt’altro. Chi sa di basket capisce quanto insidiose siano sfide come questa, quindi voglio massima attenzione e motivazione perchè sarà una partita difficilissima. Piacenza non merita la classifica che ha, questo non deve ingannare noi nè l’ambiente, sarà una battaglia come tutte le gare giocate finora.La Bakery è una squadra esperta che non dà punti di riferimento, ha lunghi che giocano fuori dall’arco e piccoli che vanno vicino a canestro. Dovremo stare attenti, a Omegna abbiamo sofferto i loro lunghi che svariavano sul perimetro e stiamo lavorando molto proprio per fronteggiare queste situazioni atipiche che possono metterci in difficoltà.”

Tommaso Rinaldi, centro di Treviso, in recupero dopo l’infortunio alla caviglia: “Sto recuperando da questa fastidiosa distorsione, ci vorrà ancora un po’ per essere al 100%, ma non c’e’ problema, si stringe i denti e si va in campo. Domani con Piacenza è una di quelle partite insidiose, mentalmente difficile, ma dobbiamo giocare al massimo e con la consapevolezza che tutte le squadre in questo campionato sono temibili, anche a Roseto abbiamo fatto fatica nonostante loro fossero in fondo alla classifica e Piacenza non è certo una squadra da sottovalutare. Purtroppo continuiamo ad avere infortuni e acciacchi vari,ogni settimana ne spunta fuori qualcuno, ma continuiamo a vincere nonostante tutto e il gruppo ha dimostrato di poter superare ogni difficoltà, questa è la nostra forza. La chimica di un gruppo con dieci giocatori nuovi è difficile da prevedere, è raro vedere un gruppo così unito e così compatto dopo poche settimane di campionato, la chiave è che non ci sono egoismi, ognuno sa bene il suo ruolo e quello che deve fare per la squadra, penso che la chiave sia appunto la chiarezza in campo dei ruoli e aver trovato un gruppo di ragazzi che remano tutti nella stessa direzione. Domani spero ci sia ancora tanta gente al Palaverde, contare sul nostro sesto uomo e giocare con l’atmosfera delle ultime partite ci dà una carica speciale.”

 


 

da sito ufficiale Bakery Piacentina:

Verso Treviso, Coppeta: “Giocare in un palazzetto che trasuda storia dovrà gasarci”
Posted on 13 novembre 2014 by Pallacanestro Piacentina

Una scena già vista, con particolari leggermente diversi ma con concetti decisamente simili. E se la scena già vista sa di beffa è deleterio riproporla, invece tutto ciò è successo ancora con il risultato che la Pallacanestro Piacentina ha subito una nuova sconfitta casalinga in una partita in cui a pochi secondi dalla fine vinceva di tre punti, ossia era nelle condizioni di avere moltissime possibilità di vincere. Eppure per la seconda volta non è bastato. Fare fallo o non fare fallo? Si è parlato molto in settimana della gestione dell’ultima difesa, ma oramai Claudio Coppeta coach biancorosso vuole guardare avanti.

“Abbiamo rivisto insieme l’azione finale e ci siamo accorti che il tutto è accaduto in maniera perlomeno inusuale. Durante il time out le indicazioni erano quelle di fare fallo, ma non siamo riusciti e lo dimostrano i due primi tiri che per evitare il fallo sono stati fatti senza neanche avvicinarsi al ferro. Ora piuttosto ci serve guardare solo avanti, lasciandoci da parte quella sconfitta che altrimenti a furia di rivederla rischia di farci più danni del previsto”.

Analizzando in maniera più compiuta la partita, cosa è mancato alla sua squadra per non vincerla?

“Non siamo stati capaci di “ammazzare” la partita tutte le volte che siamo riusciti ad allungare arrivando ad avere un vantaggio di 8 punti. Ecco li abbiamo permesso loro di rientrare sempre con troppa facilita’. In quello dobbiamo essere più bravi altrimenti in questo campionato non ne esci vivo”.

L’assenza di un lungo è visibile.

“E’ ovvio che l’assenza di Infante per noi rappresenta un limite, ma sono del parere che è fondamentale fare con quello che si ha e costruirsi sempre delle alternative di gioco perché gli infortuni fanno sempre parte del gioco e come tali è necessario imparare a conviverci. Avendo meno fisicità dobbiamo essere bravi ad avere maggiore intensità ed aggressività. Questo deve essere il nostro modo di reagire”.

Continuano i segnali positivi da Rossetti.

“Era solo questione di tempo per ritrovare a vedere il giocatore importante e di esperieznza che cercavamo. E sono convinto che abbia ancora margini importanti per darci una grande mano”.

Sorokas e Hill stanno abbassando le loro medie

“Normale, l’impatto con il campionato è pieno di euforia poi piano piano ti conoscono e cercano di limitarti. Insomma è ovviamente il momento più delicato per loro, ne usciranno perché sono ragazzi intelligenti e si stanno allenando con la giusta intensità e voglia”.

Ora Treviso in questo anticipo di venerdi (palla a due ore 20.30) senza Infante contro la squadra che non conosce sconfitte

“Una partita difficilissima, ma nessuna partita è impossibile in questo campionato. E’ chiaro che noi dovremmo essere nella nostra versione migliore ed avere la fortuna di trovare Treviso non nella migliore condizione. L’approccio sarà fondamentale, il fatto di giocare in un palazzetto che trasuda storia ed è sempre pieno è un aspetto che dovrà gasarci e non condizionarci. Insomma la vedo come una grande opportunità di crescita senza tralasciare il risultato”.

Limitare Powell, obiettivo numero uno?

“Beh certamente lui è un giocatore di non una bensì due categorie superiori, ma non dobbiamo pensare che limitare lui sarebbe sufficiente. Treviso è una squadra costruita per vincere il campionato e sta rispondendo alle attese. Sta a noi cercare di imballare un meccanismo che fino ad oggi si è dimostrato perfetto”.

 


 

Anticipo ottava giornata 

L’ottava giornata di Serie A2 Silver 2014-15 si apre domani sera alle 20.30 con l’anticipo tra De’ Longhi Treviso e Bakery Piacenza.

Venerdì 14 novembre, 20.30

Villorba: De’ Longhi Treviso-Bakery Piacenza

L’ANTICIPO
DE’ LONGHI TREVISO – BAKERY PIACENZA

Dove: PalaVerde, Villorba (Tv)

Quando: venerdì 14 novembre, 20.30

Arbitri: Ascione, D’Amato, Mottola

QUI TREVISO
Stefano Pillastrini (allenatore) – “È una settimana “corta” perchè giochiamo di venerdì e questo ci penalizza un po’ nel recupero degli infortunati: oltre a Fantinelli ci mancherà ancora Cefarelli e altri giocatori si sono allenati a singhiozzo per acciacchi vari. Piacenza non merita la classifica che ha, questo non deve ingannare noi e l’ambiente. La Bakery è una squadra esperta che non dà punti di riferimento, ha lunghi che giocano fuori dall’arco e piccoli che vanno vicino a canestro. Dovremo stare attenti, a Omegna abbiamo sofferto i loro lunghi che svariavano sul perimetro e stiamo lavorando per fronteggiare queste situazioni atipiche che possono metterci in difficoltà”.
Tommaso Rinaldi (giocatore) – “Sto recuperando da una fastidiosa distorsione alla caviglia, ci vorrà ancora un po’ per essere al 100% ma non c’e’ problema, si stringe i denti e si va in campo. Con Piacenza è una partita insidiosa, mentalmente difficile, ma dobbiamo giocare al massimo e con la consapevolezza che tutte le squadre in questo campionato sono temibili. La chimica di un gruppo con dieci giocatori nuovi è difficile da prevedere, è raro vedere un gruppo così unito e così compatto dopo poche settimane di campionato. Spero ci sia ancora tanta gente al Palaverde, contare sul nostro sesto uomo e giocare con l’atmosfera delle ultime partite ci dà una carica speciale”.

Note – Ancora assenti Fantinelli e Cefarelli, entrambi con problemi alla schiena. Prima della gara l’allenatore trevigiano Stefano Pillastrini sarà premiato come miglior allenatore di ottobre in A2 Silver con il riconoscimento messo in palio da LNP in collaborazione con Viticoltori Ponte, presenting sponsor dell’iniziativa. A consegnare il premio sarà Massimo Benetello, amministratore delegato di Viticoltori Ponte. Sarà presente sugli spalti la scuola di tifo I Draghi riservata agli Under 14, organizzata da Coop Comunica e Provincia di Treviso in collaborazione con TVB. Negli intervalli esibizione hip hop delle Puppets. Attiva la collaborazione con Ca’ Foscari Alumni, con ingresso agevolato per i “ca’ foscarini” dell’ateneo veneziano.

Media – Diretta radiofonica su Radio Veneto Uno (97.5 mhz) o in streaming audio su www.venetouno.it.

QUI PIACENZA
Claudio Coppeta (allenatore) – “Ci attende una partita difficilissima, ma nessuna gara è impossibile in questo campionato. È chiaro che noi dovremmo essere nella nostra versione migliore ed avere la fortuna di trovare Treviso non nella migliore condizione. L’approccio sarà fondamentale, il fatto di giocare in un palazzetto che trasuda storia ed è sempre pieno è un aspetto che dovrà gasarci e non condizionarci. Insomma la vedo come una grande opportunità di crescita, senza tralasciare il risultato”.
Paulius Sorokas (giocatore) – “L’ultima sconfitta con Recanati fa male, ma dobbiamo guardare avanti alla prossima sfida contro Treviso. Loro sono una grande squadra, la classifica parla chiaro. Conosco Powell per aver giocato con lui nella scorsa stagione in Lituania: è un giocatore pazzesco, molto fisico. Dovremo alzare notevolmente l’intensità della nostra difesa per poter restare in partita”.
Note – Ancora assente Infante, tutti gli altri disponibili.
Media – Al momento non sono stati definiti accordi per la stagione.

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author